Il CeBIT che si è tenuto ad Hannover dal 14 al 18 marzo ha messo in mostra il vero stato del Digital Business a livello globale. Il digitale fa parte della vita di tutti giorni, il business non può sottrarsi all’evoluzione innescata dalla digitalizzazione. In uno scenario in piena evoluzione, l’azienda che sta interpretando e sta trasmettendo al meglio il processo di digitalizzazione è sicuramente Software AG, fondata nel 1969 a Darmstadt e oggi presente in 70 paesi con 4.400 dipendenti.

di Francesco Russo

Al CeBIT, Software AG ha fattoconoscere al mondo quella che è la sua interpretazione del processo di digitalizzazione, un’idea che solo nel 2015 ha fatto crescere il mercato di riferimento del 9%, con un incremento importante del 23% solo nell’ultimo trimestre del 2015. Un’evoluzione di mercato che si prevede di far crescere ancora nel 2016 di un’ulteriore 10%.
In uno scenario di opportunità legate alla digitalizzazione del business, opportunità che la Commissione Europea stima in 3.2 trilioni di euro entro quest’anno e un PIL dell’8%, la piattaforma di Software AG si rivela essere lo strumento essenziale in questa fase di sviluppo. Software AG al CeBit presentazione Digital Business PlatformLa Digital Business Platform è la piattaforma che permette alle aziende di gestire il loro processo di digital transformation. E questo grazie anche alla grande capacità, come sottolineato da Eric Duffaut, Chief Customer Office (CCO) di Software AG, della piattaforma di essere flessibile e scalabile, in grado quindi di soddisfare le diverse esigenze dei clienti. E se è vero, come ha ricordato Duffaut, che “viviamo nell’era in cui la flessibilità e la scalabilità sono valori sempre più rilevanti”, ecco che la Digital Business Platform interpreta proprio questi valori al meglio, dando alle aziende tutti gli strumenti per affrontare al meglio il processo di Digitalizzazione. La DBP è stata progettata per garantire differenziazione, innovazione e agilità.
Oggi la sfida più grande per i business leader è quella di elaborare una strategia di digitalizzazione rivolta a qualcosa di ancora sconosciuto. Grazie alla nostra esperienza, alla tecnologia fornita dalla Digital Business Platform e al nostro approccio di co-innovazione focalizzato principalmente sul rapido ritorno del valore di business, le aziende si sentono da subito fiduciose e sicure nell’intraprendere il proprio percorso verso la trasformazione digitale”, dichiara a Digitalic Karl-Heinz Streibich, Chief Executive Officer di Software AG.
La Digital Business Platform è lo strumento essenziale per gestire le opportunità che arrivano dall’IoT, si integra perfettamente con applicazioni on-premise e in cloud, è in grado di disegnare processi dinamici e automatizzati. Osservando la piattaforma, uno dei punti di forza è sicuramente la possibilità di realizzare applicazioni in maniera flessibile e dinamica, permettendo di sviluppare la piattaforma al meglio delle proprie esigenze. E questo è possibile per quello che Duffaut ha definito “il processo di Co-Innovation”. Oggi l’innovazione, e quindi la digitalizzazione, non avviene più in maniera verticale dal vendor al cliente, ma è un processo più ampio che coinvolge nel processo anche il cliente, che grazie a piattaforme come la Digital Business Platform di Software AG può sperimentare e creare innovazione. La collaborazione è oggi la chiave per lo sviluppo dell’innovazione nelle aziende. Si viene a creare quello scambio di vedute e informazioni tra le imprese – che conoscono il loro business – e vendor – che conosce al meglio gli strumenti per farlo crescere.

Il processo di digitalizzazione di Software AG vede al centro il cliente, quindi le persone, che sono oggi il vero valore da cogliere per cogliere le opportunità di oggi, dell’era di Internet.
Software AG è presente anche nel nostro paese e vanta, tra gli altri, clienti come Poste Italiane, Costa Crociere e Furla. E l’azienda di Darmstadt punta molto sull’Italia per via anche delle grandi opportunità che si stanno aprendo sul fronte dello sviluppo della digitalizzazione delle imprese.