Incoraggiato dalle positive recensioni in rete, dal prezzo e dalla necessità di avere un valido muletto, mi sono fiondato nell’incauto acquisto: ecco le mie prime impressioni sul Motorola Moto G.

In Italia il dispositivo dovrebbe arrivare il 12 dicembre in promozione a 199 euro per la versione 8GB.

Il telefono di questo unboxing è la versione nera 8GB, acquistato da amazon.de al prezzo di 177 euro comprese le spese di spedizione.

 

 

Confezione

La scatola è veramente micro, non ho mai visto una confezione così piccola.

La scatola è veramente micro, non ho mai visto una confezione così piccola.

All’interno troveremo il cellulare, un foglietto su come rimuovere la custodia (non molto semplice, lontano dalle plastiche Samsung), un librettino “primi passi”, uno sulle informazioni di sicurezza e norme legali varie ed un cavo usb di colore bianco.

 

La confezione è micro anche per l’assenza del caricabatterie ma ci pensa mamma Amazon tedesca aggiungendo gratuitamente un caricabatterie usb da parete “accessory 4 all” da 1000mA di colore nero.

 

 

Prime impressioni

I materiali sono
di ottima fattura.

I materiali sono di ottima fattura, il retro è apparentemente “gommoso” ma in realtà è scivoloso essendo pura plastica semplicemente opaca.

 

I tasti accensione e volume sono entrambi sul lato destro, sono in plastica e terribilmente ballerini.

 

 

Accensione

Il boot è velocissimo e la rete cellulare viene agganciata immediatamente.

Il boot è velocissimo e la rete cellulare viene agganciata immediatamente.

I colori dello schermo sono molto vividi, abbastanza vicini allo standard “super fuoco di S. Antonio” dei Samsung.

Presente il software di migrazione di Motorola che io onestamente ho disabilitato subito.

Al momento la versione di Android è la 4.3 ma, stando alle dichiarazione di Motorola, l’aggiornamento 4.4 Kit Kat dovrebbe arrivare entro gennaio 2014. Il sistema sembra veloce e reattivo, paragonabile ad un Nexus 4 (considerato che il moto g ha solo 1GB di RAM).

Nota dolente: la fotocamera è pessima.

Potrei usare eufemismi vari e accademici ma la realtà è che fa schifo e basta.

Il software Motorola mi piace, è curato e con opzioni interessanti (vedi slow motion e HDR automatico ecc…) ma la qualità delle foto fa ricordare le vecchie fotocamere VGA.

 

 

Conclusioni

Mi fa un certo effetto vedere la scritta Motorola, il logo della casa alata è come un tuffo nel passato.

Mi fa un certo effetto vedere la scritta Motorola, il logo della casa alata è come un tuffo nel passato.

Considerato il rapporto qualità prezzo, credo che il moto g sia un validissimo telefono.

Vedremo il comportamento della batteria e l’eventuale insorgere di problematiche nei prossimi giorni e cicli di carica.

 

 























 

Motorola Moto G: prime impressioni è stato pubblicato per la prima volta su Lega Nerd.
L’utilizzo dei testi contenuti su Lega Nerd è soggetto alla licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

Altri articoli dello stesso autore:

Motorola Moto G: prime impressioni ultima modifica: 2013-11-29T11:48:33+00:00 da lega nerd

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!