“Ci prendiamo cura di ogni lavoratore nella supply chain a livello mondiale” e ancora “Qualsiasi insinuazione sul nostro disinteresse è palesemente falsa e offensiva”: in una lettera inviata ai dipendenti Tim Cook risponde all’indagine sulle condizioni di lavoro nelle fabbriche cinesi del New York Time in cui la multinazionale della Mela viene accusata di disinteresse e complicità con i fornitori.

 

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!