Adobe Creative Cloud 2018 è adesso disponibile. Diamo un’occhiata alle nuove funzionalità degli aggiornamenti di Photoshop, XD, Lightroom, Illustrator, Premiere Pro, After Effects, Character Animator e Dimension.

Adobe ha annunciato, durante la conferenza Adobe MAX a Las Vegas, la nuova generazione di strumenti Creative Cloud.

Quattro nuove applicazioni sono disponibili: XD e Character Animator hanno superato la fase beta, Dimension (in precedenza Project Felix) e Photoshop Lightroom CC sono nuovi e quest’ultima è una versione ridisegnata di Lightroom con una nuova interfaccia (il software precedente è ancora disponibile come Lightroom Classic).

Adobe Creative Cloud 2018 tutti gli aggiornamenti

Gli aggiornamenti ai suoi strumenti più longevi sono limitati, con poche aggiunte a Photoshop, e in particolare a Illustrator (che ha compiuto 30 anni quest’anno) e InDesign. Per i progettisti grafici ci sono tuttavia degli aggiornamenti per i servizi Typekit e Adobe Stock. Saranno rilasciati anche gli aggiornamenti al software video Adobe Premiere Pro, After Effects e Character Animator, che sono stati annunciati all’IBC di settembre saranno rilasciati.

Ora Adobe Creative Cloud 2018 dovrebbe essere disponibile per il download tramite l’applicazione desktop Creative Cloud.

Adobe Creative Cloud 2018

Adobe creative cloud 2018 : tutte le nuove applicazioni

Adobe Creative Cloud 2018: Photoshop Creative Cloud 2018

Adobe Photoshop CC 2018 ha incluso dei miglioramenti molto utili per l’interfaccia utente e un insieme di nuove funzionalità, oltre a miglioramenti generali di prestazioni.

In Photoshop è ora possibile aprire e modificare immagini panoramiche a 360 gradi, creare risultati più accurati e veloci con le funzioni di selezione e maschera, utilizzare un nuovo strumento penna Curvature, controllare i caratteri variabili, utilizzare un pannello che si adatta in base al contesto e utilizzare un’interfaccia più semplice per i pennelli che prevedono anche l’inclusione dei pennelli di Kyle T. Webster.

Per i nuovi utenti di Photoshop, c’è anche un pratico nuovo pannello per l’apprendimento e istruzioni dettagliate per i trucchi di base. Quando si posiziona il cursore sopra la barra degli strumenti, un’utile finestra di visualizzazione mostra un’animazione che spiega cosa fa lo strumento, una caratteristica che Photoshop avrebbe dovuto adottare anni fa.

Adobe Creative Cloud 2018: Illustrator Creative Cloud 2018

Sono poche le nuove funzionalità per Adobe Illustrator CC 2018. C’è un nuovo strumento chiamato Puppet Warp sotto lo strumento di trasformazione libera: si tratta di una versione vettoriale ad hoc dello stesso strumento già presente in Photoshop CS5 che permette di storcere gli oggetti individuali inserendo i pin sugli elementi e ruotandoli.

Tuttavia, l’aggiornamento più significativo a Illustrator è la presenza di un pannello Proprietà Contestualizzate (ancora una volta, in maniera simile a Photoshop). Ciò significa che quando si lavora con uno strumento specifico, il pannello delle proprietà visualizza le opzioni esclusive a quello strumento, rendendo il flusso di lavoro molto più semplice. Ci sono anche miglioramenti di Artboard, dove ora si può avere fino a 1.000 tavole da disegno per ogni documento.

InDesign Creative Cloud 2018

Le nuove funzionalità di InDesign CC 2018 devono essere archiviate sotto la dicitura “novità minori, ma utili”. È possibile creare voci per documenti, fare di più con gli Stili degli oggetti, aggiungere bordi ai paragrafi e filtrare i caratteri nel pannello Carattere.

È anche possibile utilizzare testo, immagini, campioni e font nelle Librerie Creative Cloud per condividere progetti e team.

Adobe Creative Cloud 2018: Adobe XD

Il software di progettazione UX Adobe XD CC 2018 è rimasto in funzione in beta per un po’ di tempo, ma adesso Adobe ha lanciato la versione Adobe XD 1.0 con il supporto per le Librerie Creative Cloud in modo da poter trascinare facilmente i file nel progetto. Risulta così più facile inserire un’immagine da Adobe Stock all’interno della tela e licenziarla da lì. Il flusso di lavoro tra la modifica in Photoshop e il trasferimento di file in XD dovrebbe ora essere molto più semplice.

In Adobe XD CC 2018 è ora possibile scegliere un singolo elemento e personalizzarlo in modalità di progettazione e aggiungere l’interazione in modalità prototipo, come, ad esempio, fare scorrere gli oggetti a sinistra.

È possibile vedere in anteprima il lavoro su desktop con il menu di anteprima o su un dispositivo iOS o Android. È possibile pubblicare un prototipo condiviso sul web e consentire agli interessati di commentarlo.

In coincidenza con questo programma, una nuova applicazione rivale per UX, web e app design è stata lanciata. La piattaforma di prototipazione InVision ha lanciato l’applicazione InVision Studio per Mac e Windows, che include un set completo di strumenti di progettazione che funzionano agevolmente con la piattaforma principale.

Le nuove funzionalità includono un Pannello Simboli aggiuntivo, in modo da aggiungere facilmente colori e stili di caratteri al progetto.

C’è anche una sezione separata di stili di caratteri nel pannello, in modo da poter cliccare con il pulsante destro del mouse, editare e modificare qualsiasi proprietà, ad esempio la dimensione del carattere, e queste modifiche vengono applicate ovunque sulla tua tela.

Adobe lancia Creative Cloud 2018

Adobe Creative Cloud 2018 : arriva la nuova App XD

Adobe Creative Cloud 2018: Dimension

Un’altra nuova applicazione di Adobe, Dimension CC, era conosciuta fino ad ora come Project Felix e si tratta di un’applicazione per l’illustrazione di foto e il ritocco, che consente di combinare elementi 2D con modelli 3D, rendenrizzando in maniera realistica i risultati.

Dimension permette di lavorare con asset realmente 3D in una interfaccia simile a Adobe XD, anche se il target principale di utenti è composto da i progettisti che possono già utilizzare Maxon Cinema 4D. Utilizzando Dimension, i progettisti possono inserire e posizionare gli elementi 3D in uno spazio 3D, a differenza dei livelli piatti di Photoshop o Illustrator. Gli utenti possono anche aggiungere texture e illuminazione.

Con lo spostamento di Project Felix in Dimension, gli utenti possono ora scegliere di scaricare le risorse 3D da Adobe Stock per iniziare il lavoro. Dimension sarà integrata con il software di Intelligenza Artificiale di Adobe Sensei, Photoshop e Illustrator.

Vale la pena ricordare a questo punto che Maxon ha rilasciato Cineware per Illustrator, in modo da permettere l’utilizzo e la modifica di contenuti 3D all’interno dell’applicazione di Adobe per creare lavori in 3D o mockup di prodotti.

Adobe Creative Cloud 2018: Photoshop Lightroom CC e Photoshop Lightroom Classic

Uno dei più significativi annunci in merito alla nuova generazione di Adobe Creative Cloud riguarda l’applicazione Lightroom completamente nuova disponibile per Mac, Windows, iOS, Android e Web. La nuova applicazione viene chiamata Lightroom CC e la vecchia versione è ora chiamata Lightroom Classic CC e dispone di funzioni ridotte.

Lightroom CC (precedentemente nota come Project Nimbus), pronta per l’ancora maggiore aumento della condivisione di immagini sui dispositivi mobili, ora offre gli strumenti per poter condividere le creazioni direttamente sui social media. Lightroom CC Utilizza la piattaforma AI di Adobe Sensei per applicare automaticamente parole chiave ricercabili agli oggetti fotografici, rendendo molto più facile il reperimento delle immagini fra centinaia di foto. Adesso, inoltre, l’applicazione prevede un 1 TB di spazio su Cloud.

Con un’interfaccia utente ridisegnata, si può ora vedere cosa i preset effettivamente fanno, grazie a uno slider di preset. Adobe afferma che non tutti i concetti ei termini della fotografia sono familiari alle persone, ma un tutorial visivo animato in una finestra di visualizzazione si apre quando si posiziona il cursore sopra le funzioni, in modo da sapere come sarà l’immagine applicando una determinata funzione.

Ora si può anche modificare e sincronizzare le foto con tutti i diversi dispositivi in qualsiasi momento, grazie a una versione mobile di Lightroom CC iOS creata per iPad e iPhone (con supporto per iOS 11). C’è anche uno strumento di basato sul machine learning che aiuta a identificare le foto migliori in base a una classifica estetica.

Lightroom Classic CC (in precedenza Lightroom CC) include un avanzato flusso di lavoro in anteprima, in modo da poter scorrere grandi quantità di foto per selezionare un sottoinsieme di immagini in maniera significativamente più veloce di prima.

Il programma dispone inoltre di una nuova gamma di colori e maschere di luminosità. Tuttavia, a differenza della nuova Lightroom CC, Lightroom Classic CC continua a concentrarsi su un tradizionale flusso di lavoro che privilegia il desktop con l’archiviazione locale e il controllo di file e cartelle.

Adobe Creative Cloud 2018

Adobe Creative Cloud 2018 : tante novità per Lightroom

Adobe Creative Cloud 2018: Character Animator CC

Alla fiera IBC di Amsterdam di settembre, Adobe ha annunciato ufficialmente nuove funzionalità per Premiere Pro, After Effects e il tool di animazione live Character Animator e adesso ha reso disponibili queste nuove funzionalità.

Charactrer Animator è stato mostrato durante Adobe Max dell’anno scorso con un episodio live di The Simpsons. Character Animator ora si sposta dalla fase beta al rilascio con Character Animator 1.0. Lo strumento offre il movimento pose-to-pose e ciò significa che il personaggio finale appaia più naturale, offrendo, ad esempio, una forma accurata della bocca e un suono pronunciato. È anche possibile animare i burattini 2D e modificare i personaggi animati in Photoshop o Illustrator.

Un nuovo pannello offre diverse pose della mano, che, ad esempio, possono essere attivate usando tasti di scelta rapida o una tastiera MIDI.

After Effects Creative Cloud 2018

Come per Character Animator, l’annuncio relativo ad After Effects CC 2018 di Adobe è stato dato durante l’IBC e fra le novità notevoli compare la possibilità di creare animazioni basate su dati.

Ciò significa che i progettisti possono creare un ampio numero di lavori da un’ampia gamma di grafici, fino a infografiche più complessi che utilizzano percorsi o maschere basati su dati. Apprezzabile è anche il pieno supporto delle legature all’interno dei caratteri e la possibilità di lavorare con i font di Adobe Typekit.

AE è in grado di utilizzare modelli grafici di movimento da Adobe Stock (disponibili anche in Premiere Pro), che offre una selezione di titoli, crediti di chiusura, etc… Questi saranno disponibili anche nella prossima versione di Premiere Pro. Ci sono anche miglioramenti delle prestazioni della GPU che rendono più efficaci effetti come il Motion Blur.

Premiere Pro Adobe Creative Cloud 2018

La prossima versione di Premiere Pro prevede gli strumenti Skylock di Mettle per l’editing video a 360 gradi – che Adobe ha acquistato in giugno – integrato direttamente nell’editor di Adobe. Ciò significa che sono GPU-enhanced (se si dispone di una scheda grafica AMD o Nvidia) e girano più velocemente.

Durante la visione di riprese a 360° con un visore VR (Oculus Rift o HTC Vive) è possibile utilizzare i controller per eseguire la scrittura della timeline e impostare i marcatori. È possibile vedere una sezione della timeline, contenente solo quello che dice Adobe “le parti più significative”, per il processo di revisione.

Si può anche aprire contemporaneamente più progetti e copiare e incollare tra di essi, e le cornici in giro per i titoli ora si ridimensionano automaticamente mentre si modifica il testo.

Adobe Stock e TypeKit

Adobe sta aggiungendo gli elementi di stock giapponesi nella propria libreria di immagini Stock e Typekit sta adottando nuovi strumenti di ricerca visiva di Adobe.

Simile alla tecnologia lanciata di recente in Adobe Stock, dove è possibile cercare altre immagini basate su un’immagine, è possibile eseguire lo stesso per Typekit – cercare simili tipi di caratteri basati su un tipo di carattere. Lo strumento di ricerca visuale è prevista anche nell’applicazione Adobe Capture.

Oggetti 3D e modelli grafici di movimento saranno ora disponibili in Adobe Stock.

Adobe lancia Creative Cloud 2018

Adobe Creative Cloud 2018 : tutte le caratteristiche ultima modifica: 2017-10-19T18:02:29+00:00 da Web Digitalic
Anti-Hacker IQ Test

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!