Sommario Un grande attenzione alla meccanica, al design e al software ha reso gli scanner Pfu i più diffusi. Ora con le nuove linee aumenta la velocità di scansione e la precisione anche grazie al software

di Francesco Marino

Hanno anche un sensore per l’altitudine: sopra i duemila metri modificano il modo con cui vengono trascinati i documenti, tendo conto delle differenze di pressione in quota. Non sarà forse la funzioni più utilizzata degli scanner Fujitsu ma è un dettaglio che fa capire la cura costruttiva con cui vengono realizzati. La qualità ad un grande diffusione degli scanner documentali Fujitsu. “Puntiamo su produttività, affidabilità, qualità, facilità di utilizzo”, ha sottolineato Lorenzo Todeschini. direttore PFU Imaging Solution Italia, la società Fujistu dedicata agli scanner.
“Ogni dieci scanner di questa classe venduti in Italia cinque e un pezzo sono marchiati Fujitsu e con questa nuova serie abbiamo di nuovo concretizzato quelli che sono i quattro punti fondamentali dei prodotti che sviluppiamo: produttività, affidabilità, qualità, facilità di utilizzo”, ha dichiarato Lorenzo Todeschini.
Queste sono le caratteristiche su cui ha puntato PFU per la nuova linea di scanner serie 7000 la fascia alta della gamma. Il primo dato che emerge è la velocità i modelli fi-7180 e fi-7280 possono eseguire la scansione di 80 fogli (160 pagine) al minuto. Altra caratteristica tecnica importante è la capacità di riconoscere formati e tipologie di carta, per garantire una scansione perfetta al primo colpo. La meccanica è un elemento su cui questa linea punta milta con motori indipendenti per il trascinamento della carta, che si traduce in una capacità di riallineare i fogli o comunque di riconoscere l’errato posizionamento che la macchina è, nel caso, in grado di correggere dopo, attraverso il suo software.
“Abbiamo ottimizzato il processo di acquisizione per offrire ai nostri clienti una gestione ancora più semplice e immediata delle informazioni contenute su documenti cartacei, integrandole in qualsiasi contesto e senza necessità di una formazione specifica” ha sottolineato Todeschini.
Tante novità anche sotto l’aspetto software. Il driver PaperStream IP sviluppato da PFU offre un’avanzata ottimizzazione automatica dell’immagine, garantendo immagini in bianco e nero o colori, di altissima qualità. Ottimizzazione che, combinata con il lettore OCR integrato, consente una lettura dei caratteri pressochè perfetta. I software PaperStream Capture e ScanSnap Manager, sviluppati in-house, garantiscono una qualità e una fluidità al processo di acquisizione mai vista prima, guidando l’utente nelle scelte e aiutandolo a creare workflow dedicati, in base ai documenti acquisiti e ai programmi di terze parti da utilizzare, come ad esempio Scan-to-PDF, Scan-to-Email o Scan-to-Word. Per semplificare la gestione di più dispositivi all’interno della stessa rete, la funzione di amministrazione centrale consente di gestire e monitorare tutti gli scanner della fi Series da un’unica postazione. E’ possibile quindi impostare profili di scansione, installare driver o applicazioni, eseguire gli aggiornamenti o notificare degli errori, tutto completamente centralizzato.

Fujitsu, scanner all’altezza ultima modifica: 2014-02-09T11:49:13+00:00 da Francesco Marino
Oracle

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!