Proviamo a confrontare Hero5 Black e Hero5 Session perché entrambe arrivano sul mercato con una serie di funzioni che in molti desideravano.

GoPro Hero5 Session a partire da $299.99* (*i prezzi sono riferiti al mercato statunitense)

Pro: Touchscreen incluso; Risponde ai comandi vocali; Waterproof anche senza una cover extra; Modalità foto avanzate

Contro: Durata della batteria limitata, difficoltà di navigazione dovuta al display troppo piccolo

GoPro Hero5 Black a partire da $499*

Pro: Dotato di touchscreen, risponde ai comandi vocali, design waterproof, modalità foto avanzate

Contro: Occasionalmente il touchscreen non risponde. Alcune delle nuove funzioni accrescono il consumo di batteria. Non è compatibile con alcuni accessori delle linee precedenti.

Design waterproof
I due dispositivi sono waterproof senza che si debba usare una cover esterna. La fotocamera è pocket-friendly (sta comoda in una tasca) e non occorre rimuovere alcuna cover per ricaricare o accedere alla memory card.
Il Sistema waterproof senza cover funziona entro i 10 mt di profondità. In opzione c’è un case che permette di raggiungere i 60 mt. Senza cover, migliorano le registrazioni audio, anche in acqua. Il nuovo design non supporta i modelli precedenti di stabilizzatori progettati per le linee Hero3 e 4, la stessa cosa succede per altri accessori che utilizzano il connettore posteriore, perché l’Hero5 non lo ha più, tutto funziona via porte USB-C o HDMI.

GPS
Sebbene abbia un GPS, l’Hero5 Black non fa molto di più che geo-localizzare i vostri video e le vostre foto, ma in futuro potrebbero arrivare nuove funzionalità come la velocità o altitudine e ulteriori. La GoPro, al proposito, sta collaborando con Dashware, una società specializzata nello sviluppo di questi software.

Touchscreen e interfaccia utente
GoPro ha aggiunto un touchscreen al modello Black, rendendo così l’Hero5 Session il modello meno di punta. Il display di Hero5 è più grande del predecessore ed è ben visibile anche in pieno giorno. L’interfaccia utente è stata semplificata e sono cambiati i menu, rendendola più veloce e più semplice da usare. Talvolta i menu non sono immediati nella risposta e richiedono numerosi swipe prima di accedere alla sezione desiderata, ad esempio in condizioni di umidità o mani bagnate.

Modalità foto avanzate
Esposizione manuale e supporto per immagini in file RAW, una funzione favolosa per chiunque voglia sviluppare le proprie immagini digitali, in particolar per chi si occupa di fotografia a livello professionale. C’è inoltre la modalità WDR per chi volesse un aiuto automatico per il bilanciamento dell’esposizione.

Batteria
Differisce dai modelli precedenti perché – essendo integrata – non permetterà di averne con sé altre di scorta; inoltre le nuove batterie di GoPro hanno un chip che impedisce la loro sostituzione con modelli compatibili, ma non ufficiali. La durata è di circa due ore in registrazione continua a 1080p/30fps senza GPS. Il modello session, sullo stesso test, durava poco più di un’ora e trenta.

Novità per entrambe le fotocamere
Occorre una premessa, sebbene l’Hero5 Black abbia potuto godere delle funzioni di punta, la versione Session è di tutto rispetto e – per il prezzo che ha – è da tenere in seria considerazione per chi non avesse a disposizione il budget destinato al Black. Dovreste fare a meno dell’LCD e alcune modalità foto, ma l’esperienza sarebbe davvero soddisfacente.

Controllo vocale
Consentono di avviare e interrompere le registrazioni, di scattare foto, cambiare modalità e spegnere la fotocamera. Questo controller è utilissimo in caso di selfie, ma anche quando si hanno le mani impegnate. Le lingue disponibili sono 7: Inglese (britannico e americano), francese, italiano, tedesco, spagnolo, cinese e giapponese.

Stabilizzatore
È integrato in entrambe le fotocamere. Si tratta di uno stabilizzatore elettronico ovvero, la fotocamera utilizza un software per stabilizzare le immagini. L’unico contro è che le immagini vengono leggermente distorte negli angoli quando l’immagine viene stabilizzata digitalmente.

Modalità lineare
GoPro è sinonimo di lenti fish-eye, Funziona alla grande durante le attività sportive, ma per i video standard ciò potrebbe comportare problemi in termini di aspettative di resa fotografica. È possibile rimuovere questa impostazione con il software per desktop, o ridurlo direttamente dalla fotocamera puntando verso una profondità di campo media, ma entrambe le soluzioni sono un compromesso. Fortunatamente ora c’è la modalità lineare, che rimuove l’effetto curvatura delle lenti fish-eye. È un funzione che accresce il consumo di batteria.

App e GoPro Plus
GoPro ha fatto progressi con le app abbinate alle fotocamere, in particolare è lodevole quella per mobile. L’ultima si chiama Captur e sebbene le funzioni siano simili alle applicazioni che l’hanno preceduta è stata modificata l’interazione con il dispositivo, ora resa più immediata.
Il servizio cloud GoPro Plus ha un costo di 5$ al mese e vi permetterà di salvare 35 ore di video o circa 62.500 foto.
Anche l’editing sarà conveniente attraverso l’app per il mobile Quik (ma funziona solo per i video offline). GoPro ha reso disponibile anche un lettore di card microSD Quik Key che costa 20$per Android e 30$ per iOS. Collegando il lettore al vostro smartphone si aprirà Quik, in automatico, e il trasferimento dei file sarà veloce, altro aspetto ampiamente positivo.

Hero5 Black e Hero5 Session di GoPro ultima modifica: 2016-10-11T13:09:55+00:00 da Web Digitalic
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!