Le stampanti non sono forse il prodotto su cui i designer si sono scatenati con idee innovative negli ultimi anni. Cambia la tecnologia, il consumo, le funzioni ma la forma e la modalità di utilizzo è la stessa da decenni. Mugi Yamamoto, un giovane design di origine giapponese, che si è trasferito in svizzera all’età di 5 anni, ha invece creato qualcosa di davvero nuovo. Si chiama Stack (http://www.mugiyamamoto.com/stack/) ed è una stampante ink-jet che elimina la necessità di caricare i fogli di carta, perché si poggia direttamente su una pigna di fogli e via via che stampa consuma la colonna di carta.
Questo elimina la necessita di un cassetto per la carta e dona un tocco di magia ad un prodotto considerato noioso.
Stack non è solo un bel progetto, ma un prodotto funzionante che muovendosi “mangiando” la montagna di fogli crea maggiore interazione con gli utenti e stravolge il design tradizionale delle printer. Per Yamamoto è il progetto con cui si è diplomato alla Ecole Cantonale d’Art di Losanna, per noi l’esempio di come si possa innovare radicalmente anche un dispositivo, come la stampante, considerato maturo e senza troppe pretese.

La stampante magica ultima modifica: 2013-09-03T16:42:09+00:00 da Francesco Marino
Cloud Aruba GDPR

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!