La nuova strategia globale di Brocade  è all’insegna del miglior risultato possibile. I migliori aspetti del networking fisico e di quello virtuale saranno uniti per rendere il business più agile, ridurre la complessità e scalare la virtualizzazione a nuovi livelli nei data center.

“On-Demand Data Center” rappresenta, come già trattato, l’intenzione di evolvere verso un’infrastruttura di rete altamente virtualizzata, aperta e flessibile, per ottenere tutte le capacità – di computing, di rete, di storage e di servizi – necessarie a garantire applicazioni più rapide e semplici rispetto alle reti legacy di data center.

Con la tecnologia VCS Fabric, On-Demand Data Center consente di semplificare e automatizzare le proprie reti, rappresentando anche un passo ulteriore nel percorso verso la vasta adozione del Software-Defined Networking (SDN).

Nuovi sviluppi hardware e software supporteranno questa scelta strategica in Brocade, che ha anche incrementato l’impegno nelle iniziative software, di gestione aperta, di orchestrazione e nei controller SDN, mettendo a disposizione nuove tecnologie a supporto di OpenDaylight Project e OpenStack.

Uno dei benefici più significativi della virtualizzazione consiste in una riduzione delle spese capitali, ma iniziamo a notare come i costi operativi di ambienti altamente virtualizzati stiano aumentando a causa della mancanza di un’orchestrazione, di un’automazione e di strumenti di gestione adeguati,”, spiega Zeus Kerravala, founder and principal analyst di ZK Research. “La strategia Brocade On-Demand Data Center garantisce un modello resiliente e completo che unifica le aree vitali del data center, dal fabrioc allo storage all’infrastruttura fisica e virtuale. Inoltre, questa strategia fornisce un percorso pragmatico per l’adozione delle tecnologie emergenti di Software Defined Networking.

Tra le soluzioni virtuali di networking la famiglia di vRouter Brocade Vyatta 5400 è una soluzione software dedicata a data center altamente virtualizzati. La versione 6.6 comprende il supporto per il routing multicast e le Dynamic Multipoint VPN (DMVPN), due tecnologie fondamentali per le grandi aziende e i service provider.

Il vRouter Brocade Vyatta garantisce la capacità di realizzare reti multitier sofisticate che possono essere implementare, configurate o modificate on demand. Agnostico a livello di piattaforma e di hypervisor, il vRouter è già utilizzato in ambienti che vanno dai data center virtuali privati ai cloud pubblici, come Amazon Web Service (AWS), e supporta tutti i principali hypervisor, compresi VMware, Microsoft, Citrix e Red Hat.

Un’altra novità è anche Brocade Virtual ADX, che fornisce una piattaforma virtuale di application delivery che incrementa la velocità dell’installazione delle risorse applicative e i servizi diversificati per gli ambienti cloud dinamici.

Potenziando il portfolio software di Brocade, la combinazione di Brocade Virtual ADX con il vRouter Brocade Vyatta e Brocade Application Resource Broker fornisce una soluzione software di networking end-to-end che aumenta l’agilità del data center e riduce la complessità di rete,” spiega Ken Cheng, vice president of the Routing, Application and Software Networking Group di Brocade. “La capacità di Brocade di unire elementi fisici e virtuali garantisce ai clienti un’agilità incrementata non solo nelle opzioni di installazione, ma anche durante l’implementazione di tecnologie emergenti che semplificano i processi di business”.

Nel campo del networking fisico le novità riguardano Brocade MLXe e NetIron CER/CES. I data center on-demand richiedono performance hardware capaci di supportare le richieste di ambienti mission-critical. Per questo l’azienda ha scelto di investire per potenziare le proprie soluzioni dedicate.

Nello specifico, viene introdotto un nuovo modulo a 4 porte 40 GbE di Brocade MLXe per i servizi mission-critical e con grandi quantità di dati richiesti nelle reti core di data center e enterprise. Questo garantisce l’integrazione trasparente con la tecnologia Brocade VCS Fabric per una soluzione end-to-end multitenant 40 GbE all’interno del data center. Per strutture più piccole integrate nelle reti Carrier Ethernet, Brocade ha introdotto le nuove versioni dei router compatti Brocade NetIron CER, fino a 4 porte a 10 GbE. Questi router carrier-class forniscono un metodo economicamente vantaggioso per estendere la portata del Carrier Ethernet e permettere una rapida installazione di nuovi servizi sull’edge di rete. Infine, sono anche stati introdotti i nuovi switch NetIron CES, complementari ai router NetIron CER.

Networking fisico e virtuale si incontrano in Brocade, per un business più agile ultima modifica: 2013-07-08T15:47:07+00:00 da Web Digitalic
IQ Test WIFI

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!