Il modo migliore per proteggere i Big Data sono i Big Data stessi. Trend Micro, sin dal 2008, utilizza questa strategia innovativa: raccoglie quantitativi impressionanti di dati specifici sulle minacce, quindi utilizza l’analisi di grandi dati per identificare, mettere in relazione ed esaminare le minacce nuove: è la Smart Protection Network.

“Big Data significa spesso ‘Big Problem’, dal punto di vista della sicurezza, perché concentrare in un unico punto una grande quantità di informazioni vitali per l’azienda richiede una protezione ancora più attenta di quei dati. È come ammassare in solo luogo il proprio tesoro, che diventa a quel punto molto attrattivo per i pirati del cyberspazio. Perché si tratta di criminali che ragionano per obiettivi economici e avere a disposizione in un unico punto le risorse di maggior valore di un’azienda in quanto una concentrazione di dati tali da garantire un alto livello di monetizzazione dell’attacco”. Così Gastone Nencini, Country Manager Trend Micro Italy, spiega i rischi connessi a quello che uno dei più improntati trend tecnologici dei nostri giorni.

Una rete intelligente per la protezione dei dati

“I Big Data – continua Gastone Nencini – sono una straordinaria fonte di innovazione e di opportunità, ma occorre una grande esperienza nel maneggiarli e nel proteggerli. Noi di Trend Micro lo sappiamo bene perché proprio dai Big Data è nata la nostra infrastruttura di protezione più avanzata: la Smart Protection Network. Abbiamo maturato una lunga esperienza nei Big Data anche come utenti di questa straordinaria tecnologia. La conosciamo nel dettaglio, ne abbiamo analizzato tutti gli aspetti dalle grandi opportunità che offre, ai rischi a cui espone. Sin dal 2008 proteggiamo i Big Data con i Big data, ovvero con la nostra Smart Protection Network che nasce proprio dall’analisi di quantità enormi di informazioni, di comportamenti, di tentativi di attacchi. Per questo Trend Micro è la scelta migliore per le aziende che puntano a migliorare il proprio business attraverso i Big Data, nessuno conosce bene, quanto noi, questo tema e siamo stati in grado di utilizzare la potenza dei grandi dati per creare il più avanzato sistema di protezione”.
Più nel dettaglio Smart Protection network è un’infrastruttura di sicurezza in-the-cloud di Trend Micro che identifica rapidamente e accuratamente le nuove minacce e distribuisce informazioni globali, su quest’ultime, a tutti i nostri prodotti e servizi. Le costanti migliorie apportate alle capacità e alla portata di Smart Protection Network consentono di verificare più ambienti alla ricerca di dati sulle minacce, di rispondere a quelle nuove in modo più efficace e di proteggere i dati ovunque risiedano.
“Inoltre per proteggere al meglio le aziende che conservano e analizzano i propri dati nel Cloud abbiamo sviluppato un sistema di cifratura unico, le cui chiavi di decrittazione possono non essere nelle mani del provider al quale ci si è affidati. È lo stesso cliente che le può gestire oppure affidarle ad una terza parte indipendente, in modo da aver e una totale garanzia sui soggetti che possono decifrare le sue informazioni”, racconta Nencini.


Rispondere alle 3 V

La tecnologia Trend Micro è in grado di rispondere a tutte le sfide poste dai Big Data in particolare alle 3 V. Perché si può parlare di grandi dati solo se ci si confronta volume, varietà e velocità straordinari. Si tratta di elementi in continuo sviluppo che costringono le aziende a rivedere la modalità di gestione dei rischi di oggi.
Trend Micro si distingue per la capacità unica di raccogliere quantitativi impressionanti di dati specifici sulle minacce, quindi di analizzarli per identificare, mettere in relazione ed esaminare le minacce nuove. Questa strategia consente di produrre informazioni implementabili sulle minacce che utilizziamo per offrire protezione attraverso la nostra collaudata infrastruttura in-the-cloud. Tutto ciò assicura che il volume, la varietà e la velocità dei dati sulle minacce siano gestiti in modo efficiente ed efficace.
Questo strumento è a disposizione delle aziende dei partner Trend Micro e non solo garantisce una protezione di altissimo livello, ma fornisce anche una grande mole informazioni che si possono consultare facilmente per capire gli attacchi che sono stati tentati, attraverso quali tecniche, da quale server, sfruttando che tipo di debolezza. Questo garantisce una un’informazione molto accurata e permette di capire che cosa succede nello spazio digitale della aziende. “I criminali digitali – racconta Gastone Nencini – sono oggi a caccia di informazioni, perché ognuna di esse ha un valore sul mercato nero dell’underground: dalle semplici identità ai numeri di carta di credito. Per arrivare al loro scopo creano attacchi complessi silenziosi, con l’obbiettivo di non essere scoperti. L’informazione quindi è ciò che cercano di rubare, ma è anche quello che permette di difendersi nel modo più efficace. Conoscendo cosa sta avvenendo nel resto del mondo, vedendo in tempo reale l’attività illegale così come prende vita nel cyberspazio, le aziende, protette da Trend Micro, hanno gli strumenti per comprendere in che modo (e quindi anche perché) sono state oggetto di un tentato attacco”
“Il nostro primato tecnologico – conclude Nencini – nella protezione cloud con una soluzione “agentless” consente una velocità e un accuratezza nella protezione che non ha eguali, Scegliere Trend Micro significa affidarsi all’azienda che più di ogni altra è in grado di garantire una salvaguardia totale nell’era dei Big Data”.

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!