Adobe ha presentato la versione 2014 di Creative Cloud, il pacchetto dedicato a fotografi, grafici e disegnatori. Le nuove versioni delle app e i due strumenti hardware per lavorare su iPad nascono in un’ottica orientata sempre più all’utilizzo mobile, social e connesso

Di Cecilia Cantadore

Rufus Deuchler - Principal Manager of Creative Cloud Evangelis, Adobe SystemsCosa deve fare una applicazione mobile per rispondere ai bisogno di un creativo? Che caratteristiche deve avere? Deve essere semplice e intuitiva da usare, ma allo stesso tempo abbastanza “potente” da fornire tutte le principali funzionalità. Deve permettere di creare, non solo di fruire. Deve conoscere l’utente: essere personalizzata, collegata al profilo creativo dell’utilizzatore con i suoi colori e le sue immagini del portfolio.
Partendo da questi presupposti, Adobe ha deciso di adattare la sua proposta ai trend del momento, lanciando una release 2014 che si rivolge a un utilizzatore social, sempre connesso e in movimento. Tutte le app desktop di Creative Cloud sono state aggiornate, diventando più performanti. Qualche esempio? Adobe News è diventata una app nativa ottimizzata per 64 bit; in Photoshop sono disponibili nuovi filtri e si possono creare pacchetti di file; in Illustrator il disegno tramite penna o matita è facilitato; Lightroom agevola il flusso su mobile ed estende le sue funzioni all’iPhone.
A queste app già conosciute e utilizzate se ne sono aggiunte tre nuove per iPad: Adobe Sketch, per realizzare schizzi e disegni di forme libere e condividerli su Behance, il social network dei creativi; Adobe Line, per il disegno e la scrittura di precisione, per ottenere linee dritte e oggetti geometrici, angoli precisi o disegni in prospettiva, adatto anche agli architetti; Adobe Photoshop Mix per scontorni, scomposizioni e mix di immagini sul tablet, con workflow mobile connesso in Creative Cloud con accesso agli strumenti creativi per l’elaborazione delle immagini. Il totale fa quattordici app completamente a disposizione dell’inventiva e della creatività.
A questo si sono aggiunti due strumenti hardware creativi: Adobe Ink, una penna digitale, e Adobe Slide, un righello. La penna consente all’utente di disegnare in maniera espressiva e controllata e di connettersi a Creative Cloud, nonché di accedere ai propri contenuti creativi – disegni preferiti, foto, temi colore Adobe Kuler – attraverso la punta. Il righello invece è pensato per realizzare schizzi precisi, linee dritte, cerchi, forme equilibrate sull’iPad.
Infine, un’attenzione particolare è stata riservata ai clienti del mondo delle imprese, dell’istruzione e della fotografia. Adobe Creative Cloud Enterprise è un’offerta espressamente studiata per installazioni di software su larga scala. Per l’istruzione, l’offerta Adobe Educational prevede licenze legate ai dispositivi per aule e laboratori. Per quanto riguarda i fotografi, il nuovo Piano Creative Cloud Photography a 9,99 euro al mese riunisce Photoshop CC e Lightroom 5, oltre alle app mobile avanzate.

Adobe: una nuvola per creativi senza confini (e anche un po’ di hardware) ultima modifica: 2014-07-30T09:00:18+00:00 da Francesco Marino
Oracle

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!