Un piccolo gruppo di sviluppatori per le piattaforme Apple si è unito per richiedere nuove funzionalità e policy da Apple, e i suoi membri dicono di avere idee su come rendere più facile guadagnarsi da vivere sulla piattaforma. La chiamano la Developers Union e hanno lanciato un sito Web in cui gli sviluppatori possono registrarsi per manifestare il loro interesse per una funzione di prova gratuita per l’app store.

Scopri le app più scaricate di sempre per iPhone

Developers Union chiede modifiche all’App Store

Il sindacato Developers Union include anche alcuni nomi noti, tra cui Jake Schumacher, direttore del documentario App: The Human Story e NetNewsWire e lo sviluppatore di MarsEdit Brent Simmons, insieme a un designer di prodotti di nome Loren Morris e uno sviluppatore di software di nome Roger Ogden.

Developers Union chiede la prova gratuita della app su App Store

Il gruppo dei Developers Union afferma che inizierà con spingere per una prova gratuita, ma che procederà con “altre modifiche guidate dalla comunità e favorevoli agli sviluppatori”, tra cui “un taglio alle entrate più ragionevole”. Il rapporto delle entrate inizialmente è 70-30 a favore degli sviluppatori, al momento. Google offre un simile rapporto, ma Microsoft ha recentemente annunciato una riduzione della sua quota di entrate a favore degli sviluppatori.

La pagina web dell’organizzazione Developers Union spiega perché una funzione di prova gratuita è la prima a essere richiesta:

Le prove gratuite sono un ottimo punto di partenza e raccolgono lo slancio necessario per creare cambiamenti significativi. Le prove consentono agli sviluppatori di mostrare agli utenti la loro creazione e stabilirne il valore. Prima di iOS, gli sviluppatori Mac facevano affidamento sulle prove gratuite e potevano guadagnarsi da vivere facendo ottimo software.

Prova gratuita solo per i servizi in abbonamento

L’App Store di Apple attualmente consente di provare gratuitamente i servizi in abbonamento, ma non altri tipi di app.

A quanto pare, il gruppo Developers Union  spera di raggiungere 1.000 sostenitori questa settimana e 20.000 prima dell’inizio della Worldwide Developers Conference 2018 di Apple all’inizio di giugno. Tuttavia, definirlo un sindacato non è del tutto corretto: non c’è alcuna contrattazione collettiva e non ci sono quote per i membri. È tecnicamente più una petizione continuativa come attualmente presentato.

Il business dei servizi di Apple, che include l’App Store, è uno di quelli in più rapida crescita. Ad oggi, Apple ha dichiarato che $86 miliardi sono stati pagati agli sviluppatori di app e $26,5 miliardi di questi sono stati pagati nel 2017.

sviluppatori iOS crea la Developers Union

WWDC 2018: cosa presenterà Apple

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!