L’acquisizione da parte di Apple del servizio di identificazione musicale Shazam per 400 milioni di dollari sarà probabilmente ritardata, a causa della decisione appena annunciata dalla Commissione Europea di aprire un’”indagine approfondita” sull’accordo Apple Shazam. La CE si aspetta di stabilire se l’acquisto e l’integrazione di Shazam da parte di Apple scoraggerebbe le offerte e le opzioni di streaming musicale, danneggiando i consumatori europei.

Shazam, con sede in U.K., è meglio conosciuta per un’app omonima che ascolta musica e identifica le tracce in base a frammenti corrispondenti a un ampio database audio. Oltre alla app a sé stante, su più piattaforme, la tecnologia di identificazione di Shazam è stata integrata nel software Apple da anni e può indirizzare gli utenti verso interi brani da acquistare o ascoltare in streaming.

L’indagine sull’acquisizione Apple di Shazam: per far luce su gestione dati e monopolio

“Il modo in cui le persone ascoltano la musica è cambiato in modo significativo negli ultimi anni”, ha dichiarato il commissario europeo Margrethe Vestager, “con sempre più europei che utilizzano servizi di streaming musicale. La nostra indagine mira a garantire che gli appassionati di musica continueranno a godere di interessanti offerte di streaming musicale e non si troveranno di fronte a una scelta inferiore a seguito di questa proposta fusione”.

Secondo la CE, Apple Music è diventata il secondo fornitore di servizi di streaming musicale in Europa dietro Spotify, e in virtù dell’acquisizione di Shazam “otterrebbe l’accesso a dati commercialmente sensibili sui clienti dei suoi concorrenti per la fornitura di servizi di streaming musicale”. Questo consentirebbe a Apple di rivolgersi ai clienti della concorrenza, oltre a ridurre potenzialmente i servizi concorrenti.

Indagine su Apple Shazam durerà fino a settembre

La CE ha stabilito di darsi tempo fino al 4 settembre 2018 per decidere se l’accordo ridurrà la scelta per gli utenti dei servizi di streaming musicale o meno, sebbene tale indagine non significa necessariamente la fine dell’accordo, affermando che “l’apertura di un l’indagine approfondita non pregiudica l’esito dell’indagine”. Indipendentemente da ciò, la tempistica non è eccezionale per Apple, in quanto suggerisce che la transazione rimarrà incompiuta fino a quando iOS 12 verrà distribuito sugli nuovi iPhone e iPad. Un’integrazione più profonda di Shazam e Siri dovrà probabilmente attendere quindi un momento successivo o un successivo rilascio di iOS.

 

Acquisizione Apple Shazam la Commissione europea indagine

Acquisizione Apple Shazam: indagine della Commissione europea ultima modifica: 2018-04-25T08:30:45+00:00 da Web Digitalic
CeBit 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!