CES 2017
definisce i trend di sviluppo della tecnologia, ormai non solo quella consumer come vorrebbe il nome Consumer Electronic Show. Il CES 2017 sancisce l’entrata prepotente dell’intelligenza artificiale in ogni ambito.

Novità CES 2018: scopri i prodotti più innovativi già presentati

Il più evidente sono i robot domestici (di forma umanoide o anche no) che hanno letteralmente invaso i saloni del CES 2017 di Las Vegas, ma anche le auto a guida autonoma, o vicino all’essere autonoma, che basano la loro capacità di riconosce gli ostacoli e i comportamenti degli altri veicoli su sistemi di apprendimento artificiale (deep learning) oltre che su un’infinità di sensori.
Altro linea di tendenza molto chiara al CES 2017 è la realtà Virtuale e aumentata, non solo nuovi visori (e altri grandi brand che si affacciano nel settore) ma soprattutto nuove applicazioni.
I desktop e i notebook si adattano alle nuove richieste di potenza elaborative necessarie per far girare i sistemi di realtà Virtuale, ma sono anche in cerca di una nuova identità.
Si diffonde l’USB-C e il Bluetooth 5.

Il Meglio del CES 2017

Ecco i prodotti più innovativi, quelli che hanno stupito al CES 2017 e quelli che in qualche modo rappresentano un nuovo trend.

Kuri, il robot domestico Bosch disegnato da Pixar

Kuri robot Domestico Bosch Pixar
Kuri è il Robot Domestico presentato al CES 2017 da Mayfield Robotics
(società del gruppo Bosch) è in grado di rispondere agli input vocali, un po’ come già fanno i sistemi Google Home e Amazon Echo. Dotato di quattro microfoni, Kuri ha un’ottima capacità di ricezione del linguaggio naturale e, sebbene non risponda a parole, sa comunque esprimersi tramite impulsi luminosi e suoni.
Il robot ha una fotocamera HD integrata e una serie di sensori che gli impediscono di cadere dalle scale o di andare contro ai mobili. Si muove su tre ruote che agevolano la rotazione in qualsiasi direzione e si muove da una stanza all’altra o seguendo i nostri movimenti oppure dirigendosi sulla base delle indicazioni che gli sono state fornite. Il Design è sttao curato dalla Pixar, la società cinematografica produttrice di successi come Wall-e e Nemo.

Faraday Future FF 91 sfida Tesla al CES 2017

Faraday Future FF 91
Sono tante le novità automobilistiche presentate al CES 2017 di Las Vegas, tra queste spicca la Faraday Future FF 91 è l’auto elettrica, una vera supercar, che sfida apertamente Tesla.
Faraday Future è l’azienda che si occupa di auto elettriche, ha annunciato una nuova auto ieri a Las Vegas, durante il CES 2017: una berlina elettrica con l’accelerazione di una Formula Uno e la capacità di apprendere dal conducente. La Faraday Future FF 91, che si presume vada in produzione nel 2018, consentirà a Faraday Future di competere con Tesla sul mercato delle auto sportive elettriche. La FF 91 ha 1.050hp e accelera da 0 a 95kmh in 2.39 secondi, a differenza del Model S P100D di Tesla che fa la stessa cosa in 2.5 secondi.

Il kit Lego Boost che insegna la programmazione ai bimbi

Lego Boost Robotic
Lego Boost è l’ultima novità della società danese dei mattoncini. Il nuovo Lego Boost è un kit di costruzione e coding lanciato al CES 2017 di Las Vegas, e in questo modo i Lego potranno muoversi autonomamente.
Il kit Lego Boost consentirà ai bambini di costruire cinque diversi modelli smart, che includono: Vernie il Robot, Frankie il gatto, la Chitarra 4000, the Multi-Tool Rover 4 (M.T.R.4), e un Autobuilder. Grazie ai sensori e ad un piccolo motore, i bambini potranno dar vita a tutti i Lego che hanno a disposizione tra i loro giocattoli, creando delle composizioni sempre nuove.

Il visore per realtà virtuale di Lenovo

Visore per realtà virtuale Lenovo VR
Lenovo ha pensato bene di iniziare il 2017 presentando il suo primo prototipo di dispositivo per Realtà Virtuale (VR); il visore per realtà virtuale di Lenovo che è stato realizzato per funzionare sulla piattaforma Windows Holographic di Microsoft. Verrà presentato ufficialmente al CES di Las Vegas.A colpo d’occhio si nota subito che le dimensioni sono decisamente ridotte rispetto agli headset Oculus Rift o HTC Vive, ed è inoltre più leggero: Lenovo sta infatti puntando ad un prodotto finale che non superi i 350 g di peso, contro i 555 g di Vive. L’headset utilizza due pannelli OLED 1440 x 1440 per il suo display, garantendo così una risoluzione migliore di quella offerta da Rift e Vive.

Acer Predator, il notebook con schermo curvo da 9.999 euro

CES 2017 Acer Predator X21
È esagerato, in tutti i sensi: un monitor da 21 pollici e un prezzo di 10.000 euro: l’Acer Predator 21X ha sorpreso tutti. Un pc portatile per il gaming come non si era mai visto. Pesa 8,8 kg e monta due Nvidia GeForce GTX 1080 GPUs, il processore è un Intel Core i7-7820HK. Può montare fono a 5 hard disk contemporaneamente. Ha pure 4 speakers and due subwoofers.
Sarà disponibile sul mercato a partire da febbraio 2017.

HP Sprout Pro G2, il desktop per il 3D

CES 2017 HP Sprout pro G2
È la seconda generazione di un desktop unico. HP Sprout Pro G2 è nativamente 3D, ovvero è in grado di scannerizzare in 3D qualunque oggetto, di modificarlo e poi inviarlo alla stampante 3D. Ma non è solo questo, è un nuovo concetto di desktop in cui tutta l’interazione avviene attraverso comandi (tastiera, pulsanti) virtuali proiettati sul tavolo. Il Pc HP Sprout consente di lavorare in tre 3D, mescolando il mondo reale a quello virtuale, integrando la visione in 3D nello spazio reale e rendendola interattiva.
La tecnologia diventa ponte tra realtà e “illusione”, consente di partire da oggetti fisici per arrivare a creare qualcosa di nuovo.
Partito come desktop per la famiglie non rinuncia a questo ruolo, ma aggiunge funzionalità specifiche per le aziende, in particolare quelle manifatturiere.

Olly, il robot che si comporta come il padrone

Ces 2017 Olly Robot
Olly, il robot con il buco in mezzo, è un robot domestico che è in grado di gestire tutte le funzioni della casa, ma non solo. La sua straordinarietà sta nell’intelligenza artificiale che lo anima e che gli dà un carattere simile a quello del proprietario. Olly impara ad essere estroverso, “chiacchierone” o riservato a seconda della personalità del proprietario. Impara dai suoi comportamenti, dal tipo e dalla frequenza delle interazioni crea così un proprio carattere.
Dal punto di vista pratico può svolgere le stesse funzioni di Amazon Echo o di Google Home, ovvero controlla tutti i dispositivi domestici connessi a internet, può cercare informazioni sul web e rispondere alle domande. Quello che lo differenzia da tutti è che è proattivo per esempio può prevedere quando i proprietario vuole ascoltare la musica e anche quale musica mettere.
Il produttore Emotech ha annuciato che Olly sarà disponibile a fine anno.

Rapael Smart Glove, l’esoscheletro per la riabilitare con il sorriso

Ces 2017 RAPAEL-Smart-Glove
Rapael Smart Glove è prodotto dall’azienda Sud Coreana Neofect ed è un guanto, quasi un esoscheletro, dotato di sensori di movimento su 9 assi. Nasce per rendere la riabilitazione della mano più efficace, interattiva, misurabile e anche più divertente. Rapael Smart Glove, una volta indossato si collega alla sua app che guida il paziente in giochi interativi in cui svolge i movimenti necessari alla riabilitazione di specifici muscoli o articolazioni della mano. I dati raccolti dal guanto vengono poi inviati alla app che modula gli esercizi in base alla terapia e alle condizioni reali del paziente. I tempi di recupero, con questo metodo, sono più rapidi e anche più divertenti.

Endless Mission Mini e Mission One, i pc di design dal prezzo piccolissimo

Ces 2017 Mission Mini
Endless Mission Mini e Mission One sono due pc pensati per i più piccoli, ma anche per i Paesi in via di sviluppo, ma senza rinunce né sul design, né sui contenuti. Il Mission Mini ha un processore ARM processor, 64GB di storage w 2GB di RAM per un cost di 129 dollari. Mentre Mission One ha un hard disk da 500GB e un processore Intel Celeron. Il Case è in Bamboo e il sistema operativo è una versione personalizzata di linux.
I pc hanno in dotazione l’Endless Code: un pacchetto preinstallato di strumenti e tutorial per insegnare la programmazione ai teenagers.

Willow, il tiralatte smart

CES 2017 Willow Tiralatte
Ha suscitato molto interesse al Ces 2017 di Las Vegas Willow, il primo tentativo di rendere smart il tiralatte per le mamme che vogliono allattare i propri figli con il latte materno ma magari ne hanno poco o semplicemente vogliono gestire diversamente il tempo dedicato alle poppate.
Willow è il primo tiralatte che si può indossare e funziona a mani libere, non bisogno insomma tenerlo in posizione compiere difficili operazioni con le mani.
Willow si indossa sotto il reggiseno ed è in grado di stabilire qual è il momento migliore per tirare il latte e l’intensità è modulata in base alla produzione effettiva di latte che viene poi raccolto in una sacca (usa e getta) all’interno del dispositivo. Una valvola di sicurezza garantisce la tenuta stagna del contenitore che poi puoi essere estratto.
Willow si collega ad una app dedicata per fornire tutti i dati relativi al latte materno.

AirBar trasforma il MacBook Pro in un touch screen

CES 2017 AirBar MacBook Pro
Molti si aspettavano uno schermo touch nei nuovi MacBook Pro. Qualcosa da toccare in effetti è arrivato: la Touch Bar, ma per alcuni non è abbastanza. Poter toccare il monitor per interagire con il computer è diventata per molti un’esigenza e per i più piccoli è la normalità.
Ma niente paura, si può trasformare un Mac in un vero Touch Computer attraverso AirBar, un accessorio che si monta alla base dello schermo e si collega via Usb al MacBook, in questo modo la superficie del display diventa “sensibile” al tocco e tutte le funzioni del MacBook Pro possono essere governate come se fosse un Tablet.
AirBar funziona proiettando a filo del display un campo luminoso che viene interro dalle dita quando si tocca il monitor, misurando in quale punto il campo viene “rotto” AirBar è in grado di trasformare questa informazione in un comando per il computer.
Il costo è di 99 dollari.

Dell UP3218K, il monitor 8K

CES 2017 Dell Dell UP3218K
Ben 8K di risoluzione la bellezza di 7.680×4.320-pixel o se volete 33,2 milioni di pixels in 32 pollici di Monitor, ben 280 per pollice. Insomma Dell ha abbattuto tutti i record di risoluzione per un monitor, e anche quelli di prezzo dato che costa 5.000 dollari. Ma questo display è per veri appassionati, per chi deve osservare dettagli nitidissimi a video e per qualche videogame che riesce ad arrivare e questa risoluzione estrema.
Chi non vede l’ora di possederlo deve aspettare fino a Marzo 2017.

CES 2017: non ti sei perso niente, qui c’è tutto ultima modifica: 2017-01-06T15:43:53+00:00 da Francesco Marino
Depositphoto Agosto 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!