Boom! Microsoft si compra LinkendIN per 26,2 miliardi di dollari

26,2 miliardi di dollari, più di quanto Zuckerberg abbia pagato Whatsapp. La notizia è una vera bomba: il social network professionale e anche il più “antico” di quelli in attività passa di mano e finisce in quelle di un produttore si software, ma anche di hardware e dei servizi. Non è la prima volta che […]

26,2 miliardi di dollari, più di quanto Zuckerberg abbia pagato Whatsapp. La notizia è una vera bomba: il social network professionale e anche il più “antico” di quelli in attività passa di mano e finisce in quelle di un produttore si software, ma anche di hardware e dei servizi.
Non è la prima volta che Microsoft ci prova, un social network professionale l’aveva già comprato in passato (Yammer), anche se non se ne è sentito parlare molto.
Questa volta è diverso, LinkendIN è un brand mondiale con una base utenti davvero grande (433 milioni)
L’annuncio è arrivato dalla stessa LinkedIN, è stato il Ceo Jeff Weiner a dare l’annuncio, pochi minuti fa, sul blog di LinkedIN.
“La nostra missione con cambia – ha scritto Weiner – rimane quella di creare opportunità economiche per tutti i membri della comunità mondiale della forza lavoro. Le nostre due società sono rispettivamente leader nel Cloud e nel Networking professionale. L’accordo permetterà a LinkedIN di continuare a investire e a crescere”.
Weiner promette che nulla cambierà per gli utenti, la massimo migliorerà “La LinkedIN che conoscete e il suo valore potranno solo migliorare. LinkedIN rimarrà un brand distinto, con la propria cultura e la propria indipendenza. Stiamo cambiando come è cambiato il mondo il modo di connettersi dei professionisti in questi 13 anni, questa non è altro che un’opportunità per noi per cambiare così come cambia il mondo: su grande scala”.
A questo LINK trovate il post integrale di Jeff Weiner.

Microsoft compra LinkedIN


Boom! Microsoft si compra LinkendIN per 26,2 miliardi di dollari - Ultima modifica: 2016-06-13T15:16:32+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!