Molti non sanno che il nome Canon deriva da Quanon, divinità della Misericordia nella cultura giapponese; ma questa non è l’unica cosa poco conosciuta di Canon. Per esempio in pochi conoscono la suddivisione del fatturato, molti pensano che siano le fotocamere, la parte consumer a generare la fetta più grossa dei ricavi: non è così. Enrico Deluchi, Amministratore Delegato e Presidente di Canon Italia di Canon, Italia ha sottolineato come “il 60% dei ricavi proviene dalla divisione business e il 40% da quella consumer”. Inoltre più della metà del fatturato viene realizzato attraverso i servizi. Insomma il ritratti di Canon che esce dai numeri è quello di una azienda più business che consumer, di servizi più che di prodotti.
La filosofia però è la stessa per tutte le divisioni e per ogni soluzione dalla fotocamera al servizi per la gestione dei documenti e si riassume in una frase: “il nostro compito – ha detto Deluchi – è quello dio arricchire la vita delle persone e il business delle aziende offrendo gli strumenti che permettano di condividere emozioni ed informazioni”.
Se poi qualcuno ha sviluppato una soluzione in grado di farlo al meglio Canon è disposta ad acquisirlo, come ha fatto con IDM Integra Document Management), un’azienda tutta italiana specializzata nelle gestione documentale che ha come principali clienti le banche. “È un segnale importate anche pe ril nostro paese che una multinazionale giapponese come Canon abbia deciso di acquisire un’azienda italiana. È una dimostrazione di fiducia ma anche un concreto investimento nella nostra nazione. Ora che IDM fa parte di Canon crescerà ulteriormente”.
IDM continuerà ad operare come società indipendente all’interno del gruppo Canon con un direttivo rinnovato in cui Enrico Deluchi, Amministratore Delegato e Presidente di Canon Italia, assume il ruolo di Presidente mentre Michele Cutillo, Director Canon Business Services di Canon Italia, ricopre il ruolo di Amministratore Delegato.
“Senza immagini non si comunica in alcun campo – ha sottolineato Deluchi – da social network ai documenti, tutto oggi si basa sulle immagini e noi siamo al centro di questo processo”.
Canon lo sarà ancora di più se andrà a buon fine l’Opa (offerta pubblica di acquisto) da 2,8 miliardi di dollari lanciata su Axis, azienda svedese leader nel settore della videosorveglianza digitale.

Quello che molti non sanno su Canon ultima modifica: 2015-04-13T09:30:23+00:00 da Francesco Marino
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!