È dura nel mercato delle Tv, Sharp si appresta a licenziare 11.000 persone, un taglio importate della forza lavoro che verrà accompagnato anche dalla vendita di asset importanti, come alcune fabbriche e le partecipazioni in Toshiba. Questo dovrebbe portare nelle casse della società 2,7 miliardi di dollari.
Secondo quanto riportato da Kyodo News, Sharp ha rivisto il piano di ristrutturazione che inizialmente prevedeva il taglio di 2.000 posti, rendendolo ancora più drastico. L’obiettivo è riportare in utile la società già ad aprile del 2013.
Ma bisogna aspettarsi altre novità e magari un riposizionamento della società, con 100 di storia. Per rimettere in sesto la compagnia è stato formato un comitato speciale guidato dal presidente Takashi Okuda.

Sharp taglia 11.000 posti di lavoro ultima modifica: 2012-09-28T10:44:25+00:00 da Francesco Marino
Oracle

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!