Viaggi a parte, la propensione alla spesa nei prossimi tre mesi è prevista in aumento per tutte le categorie merceologiche, informatica e telefonia comprese.
L’Osservatorio Findomestic ha presentato i risultati relativi a settembre 2015 che misurano il clima di fiducia e le intenzioni di acquisto degli italiani. Settembre è il mese del rientro alla quotidianità e alla vita regolare, in cui si fa il bilancio dell’estate appena trascorsa e ci si dedica a nuovi progetti, decidendo su cosa “spendere”.
Spese estive, acquisti per la scuola e pianificazione del budget frenano la propensione agli acquisti dei prossimi tre mesi e intaccano le previsioni relative al risparmio. Aumenta però la soddisfazione per la situazione italiana parallelamente alla soddisfazione relativa al lavoro ed alla propria situazione personale.
In un quadro generale che vede stabili o in calo le intenzioni d’acquisto dei principali beni durevoli, risulta positiva a settembre la propensione alle ristrutturazioni edilizie e all’acquisto di elettrodomestici e PC.
I dati relativi alla previsione d’acquisto nell’ambito della telefonia registrano un aumento che va dal 23,2% al 25,5%, così come si attesta in crescita il comparto PC ed accessori (da 20,6% a 22,1%), tablet (da 13,4% a 15,0%) e fotografia (dal 15,4% a 17,7%). L’ammontare della spesa prevista per tali acquisti risulta stabile per quanto riguarda la telefonia (da 327 euro a 331 euro) ed il settore dell’informatica, dove i PC passano da 522 euro a 523 euro ed i tablet da 305 euro a 300 euro. Gli intervistati spenderanno meno per fotocamere/videocamere (da 358 euro a 350 euro).

Informatica e telefonia: aumenta la propensione alla spesa ultima modifica: 2015-10-01T14:40:53+00:00 da Cecilia Cantadore
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!