Bio-on è la società con la migliore reputazione on line tra le neo quotate in Borsa. Questo è quanto emerge dalla “Top 20 società quotate 2014”, classifica stilata dalla società Reputation Manager che si occupa dell’analisi della reputazione on line dei brand e delle figure pubbliche. In testa alla classifica troviamo dunque un’azienda produttrice di prodotti eco-compatibili con 73,2 punti su 100 , seguita dai 64 punti di Triboo Media, azienda di digital advertising, e da Mail Up che raccoglie un punteggio di 62,2.
Bio-on, azienda bolognese del settore delle biotecnologie applicate fondata nel 2007, gode di un’ottima reputazione in rete fondata sull’86% di contenuti positivi ed è molto apprezzata perché capace di portare nel cuore del proprio modello di sviluppo e di business temi di grande importanza come innovazione e sostenibilità.
Anche il riscontro dei contenuti web su Mail Up è positivo (68%) merito della sua quotazione nel luglio 2014, della recente espansione all’estero della società e del suo posizionamento nel canale video: i primi dieci filmati associati al brand su YouTube appartengono tutti al canale ufficiale. Triboo Media raccoglie il 75% di contenuti favorevoli, relativi alla crescita del fatturato del 2014, anno della quotazione.
Ma la classifica premia molto il green e fonti di energia rinnovabili. PLT Energia conquista il quarto posto con 54,2 punti, Ecosuntek si posiziona all’ottavo (52,5 punti), Gruppo Green Power guadagna la 12esima piazza con 48,6 ed Energy Lab la 18esima con i suoi 45,5 punti.
Classifica-Top-20-quotateAim2014_ReputationManagerA rappresentare il settore audiovisivo-cinematografico ci pensano Notorius Pictures e Lucisano Media Group: la prima, nona in classifica (52,3 punti), si occupa di commercializzazione di diritti di opere cinematografiche, mentre la seconda (48,3 punti) che controlla l’Italian International Film, è in 14a posizione.
Interessante l’analisi di Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Manager: “Le società quotate su Aim Italia nel 2014 godono in generale di una buona reputazione. Un ottimo esempio che ci fa capire come la reputazione di un brand sia un complesso sistema. A una reputazione positiva, non corrisponde però un utilizzo attivo dei canali social con uno scarso presidio dei canali social. Solo la metà delle aziende ha un profilo ufficiale su almeno un social e alcune sono persino prive di una pagina su Wikipedia, ha proseguito Barchiesi. Si tratta quindi di potenziare la parte attiva della comunicazione on line e di gestirla con consapevolezza per incrementare i risultati positivi “spontanei””
Analizzando questo aspetto è emerso che metà di queste aziende non possiede un account ufficiale né su Facebook, né su Twitter e su Instagram ci sono solo due società su 22. Se la reputazione si basasse solo sui social, ecco che la classifica sarebbe Blue Note con 238.393 fan/follower, poi Notorious Pictures (131.045) e Mail Up (41.164).

 

Web Reputation: dominano le aziende green ultima modifica: 2015-11-13T15:25:05+00:00 da Web Digitalic
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!