Sono stati più di 600 i partner che si sono uniti a Cisco per il Cisco Partner Club di Riccione per conoscere le nuove strategie e i nuovi mercati da affrontare che riguardano soprattutto l’Internet of Things, anzi l’Internet of Everithing (IoE come dice Cisco)
Secondo ricerche condotte da Cisco, oltre 50 miliardi di dispositivi saranno connessi a Internet entro il 2020, creando vaste opportunità di trasformazione: con l’Internet of Things si potranno reinventare processi di business, creare nuove efficienze operative, innovare i servizi ai clienti, in settori quali il manifatturiero, i trasporti, oil&gas, utilities, sanità, sport e divertimenti, pubblica amministrazione, educazione, commercio al dettaglio.
L’Internet of Things costituisce le fondamenta tecnologiche dell’Internet of Everything – ovvero la connessione in rete di persone, processi, dati e cose. Cisco stima che l’impatto potenziale del maggiore tasso di connettività creato nell’Internet of Everything possa raggiungere i 19.000 miliardi di dollari in termini di “valore potenziale” che potrà essere generato nei prossimi nove anni, fra settore privato e pubblico.
È qui che Cisco punta per il futuro e in questa direzione che divrebebro andare i Partner.
La partecipazione è molto sentita anche sui social, comesi può vedere da questo Sorify aggiornato in diretta.


Cisco Partner club: in 600 a Riccione ultima modifica: 2014-05-08T10:55:01+00:00 da Francesco Marino
Oracle

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!