Google Search cambia i criteri di valutazione delle pagine dei siti web: da luglio verranno penalizzate le pagine lente da mobile.

Google Search: cambiano i criteri di ranking

Google Search renderà la velocità della pagina da mobile un fattore determinante per nelle ricerche. Google ha annunciato oggi un cambiamento significativo nel modo in cui classifica i siti Web per le ricerche da mobile: ora prenderà la velocità della pagina come uno dei fattori presi in considerazione, afferma la società. La modifica, a cui Google fa riferimento come “Aggiornamento sulla velocità”, entrerà in vigore a luglio 2018 e ridurrà il ranking di i siti Web molto lenti a determinate condizioni.

google search velocità mobile

Per Google search la velocità delle pagine su mobile diventa fondamentale per il ranking

Seo Google la velocità diventa fondamentale

Sebbene la velocità della pagina diventi un fattore determinante per stabilire l’ordine dei risultati nelle ricerche, il cambiamento non è così drastico da renderlo l’unico fattore; ci saranno volte in cui le pagine lente continuano ad essere classificate come se avessero il contenuto più pertinente relativo alla query di ricerca, ad esempio.

Google search penalizzerà le pagine molto lente

Google afferma che l’aggiornamento interesserà solo le pagine che “offrono l’esperienza più lenta agli utenti” e interesserà solo una piccola percentuale di ricerche.

Il gigante del web ha dato gradualmente sempre maggiore importanza alla velocità delle pagine per da un po’ di tempo ormai.

A febbraio 2016, ha iniziato a dare evidenza ai siti AMP (pagine che utilizzano la tecnologia Accelerated Mobile Page per accelerare la resa sul mobile) nei risultati di ricerca e successivamente, ad aprile 2016, ha assegnato alle pagine AMP una posizione più prominente in Google News.

Google Search, mobile prima di tutto

Più di recente, Google search ha iniziato a pubblicare il suo nuovo indice di ricerca mobile-first per una manciata di siti per mantenere la promessa di spostare l’indice di ricerca complessivo per favorire la versione mobile del sito web rispetto alla versione desktop. Questo cambiamento, in particolare, si concentra sul forzare gli editori web a garantire che il loro sito mobile abbia le stesse informazioni del loro sito desktop.

Velocità fondamentale per la Seo Google

Questo “Aggiornamento sulla Velocità”, tuttavia, non è correlato al fatto che il sito contenga le stesse informazioni del desktop e non è neanche correlato a eventuali requisiti relativi all’utilizzo di tecnologia di ottimizzazione delle pagine AMP, ma riguarda le prestazioni della pagina in generale, con l’obiettivo di offrire agli utenti in mobilità un’esperienza complessiva migliore durante la ricerca tramite il proprio dispositivo.

Google Seo Tools

Google search non offre uno strumento autonomo per gli editori web al fine di aiutarli a prepararsi a questo cambiamento, ma ha suggerito un numero di risorse in grado di fornire informazioni generali sulle prestazioni del sito.

Google page speed per mobile

Ciò include il Chrome User Experience Report, che offre metriche sull’esperienza utente per le destinazioni web più diffuse, Lighthouse, uno strumento automatizzato per il controllo delle prestazioni del sito e altre metriche sulla qualità dei siti web e PageSpeed Insights, che mostra quanto buona, o meno, sia la performance di una pagina su Chrome UX Report e fornisce suggerimenti su come migliorare le prestazioni.

Questa non è la prima volta che la velocità della pagina è stata utilizzata come variabile su Google search per determinare il posizionamento seo dei siti, ma non è mai stato esplicitamente preso in considerazione per le ricerche sui dispositivi mobili.

Google Seo basata su mobile

Questo tipo di modifiche alla ricerca su Google incentrate sui dispositivi mobili sono fondamentali per l’azienda, dato che la maggior parte degli utenti di Google oggi effettua ricerche sul Web tramite dispositivi mobili, come gli smartphone.

Le ricerche su mobile hanno superato quelle da desktop

In effetti, le ricerche sui dispositivi mobili hanno superato le ricerche desktop già dal 2015 e negli anni successivi i dispositivi mobili sono continuati a crescere. Sebbene Google non abbia fornito un aggiornamento su quale percentuale delle sue ricerche avvenga su mobile, alcuni rapporti di terze parti hanno collocato questo numero vicino al 60% per l’anno scorso. Un’altra fonte, Statista, afferma che Google rappresentava oltre il 94,4% della quota di mercato di ricerca mobile negli Stati Uniti.

Queste cifre indicano che il mobile è divenuto più importante del desktop ormai da diversi anni ed è giunto il momento che anche l‘indice di ricerca rifletta questo mutamento.

Depositphoto Novembre 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!