di Emanuela Pasino

Dopo le grandi manovre che hanno riguardato Facebook (IPO prevista per il 18 maggio), peraltro in perdita sugli utili quest’anno, è caccia aperta per nuove promettenti start-up web.

È SecondMarket – marketplace online dedicato agli investimenti alternativi –  a suggerire qualche nome in grado di solleticare investitori con ottime prospettive. Secondo i dati del primo trimestre 2012 Pinterest, Warby Parker e Stripe sono sul podio.

Pinterest, affollata bacheca virtuale, con i suoi 10 milioni di visitatori unici al mese cresce a ritmi più veloci di qualunque altro sito. Warby Parker e Stripe puntano su settori ben definiti e modelli di business precisi: vendita di occhiali e sistemi di pagamento per sviluppatori rispettivamente.

 

Le più guardate tra le Venture-backed. La Top 10.

Ora che Facebook, a seguito dell’IPO, ha lasciato SecondMarket, la classifica delle dieci aziende web più interessanti sostenute da venture cambia: al primo posto sale Twitter seguita da Dropbox e Foursquare. Queste ultime però potrebbero correre qualche rischio dedicandosi al commercio locale che non è così facile da monetizzare, come dimostrano le perdite di Groupon e Yelp’s. Square, al quinto posto, registra invece un salto di tre posizioni in avanti, progressione mai avvenuta a questi ritmi nella classifica delle Top 10 di SecondMarket. Inoltre l’IPO proprio di Yelp’s IPO ha lasciato l’ultimo posto a Kayak.

Le più interessanti in futuro? Le “newbies”

Un’altra classifica interessante è quella delle “Newbies”, quelle aziende che hanno iniziato il trimestre con meno di 10 visite, ma alla fine del periodo di riferimento, hanno incassato consensi significativi. Al primo posto GoPro (prodottrice di accessori per macchine fotografiche), seguita da Nest (che produce termostati), Factual (piattaforma aperta per sviluppatori), Beachmint (un sito di fashion social e-commerce) e Airtime (community che offre tecnologia video per comunicare in ottica social).

 

 

In termini di interessi degli acquirenti quindi non sorprende che le aziende web consumer e social media conquistino il primo posto assoluto in termini di possibili transazioni. Gli investitori hanno segnalato una “manifestazione di interesse“, o si sono detti disposti ad acquistare ben 7,2 miliardi dollari in azioni di aziende di questi settori. Un dato che, con l’uscita di Facebook da SecondMarket, potrebbe tuttavia cambiare in modo significativo.

Retailing e commercio, Software e mercato del Gaming seguono, a grande distanza. Rispettivamente registrano disponibilità all’acquisto per 513, 452 e 363 milioni di dollari.

 

 

Guardando il mercato dal lato dei sellers, la prospettiva non cambia molto. Al primo posto restano Consumer web e social media, seguiti da Software, Prodotti e servizi business,  Commercio retail e Advertising. Il Gaming invece non ottiene il medesimo successo, piazzandosi oltre metà classifica.

 

 

Fin qui le intenzioni… e i fatti?

SecondMarket ha reso noti  i dati sulle transazioni effettivamente portate a termine. Le imprese Software, e in particolare  quelle che si occupano di SaaS, per la prima volta superano il settore Consumer web e social media.

Nel complesso rincuora la crescita delle transazioni effettuate: 165 milioni di dollari, in crescita del 32% rispetto al trimestre precedente e del 42% rispetto allo stesso periodo del 2011.

 

 

Fonte: SecondMarket

Come Facebook, più di Facebook: nuove Web star ultima modifica: 2012-05-10T06:45:02+00:00 da Francesco Marino
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!