Per la prima volta gli utenti di Instagram in Italia vedranno la pubblicità nella loro timeline.
Parte oggi in Italia “Instagram for Business” ovvero la possibilità per le aziende di acquistare pubblicità sul social network delle immagini.
La pubblicità si distingue per la presenza della scritta “sponsorizzata”, per il pulsante cliccabile che consente di reindirizzare l’utente su un sito esterno al social network e per il “carousel”, ovvero la possibilità di scorrere verso destra e sinistra diverse immagini relative al brand.
È la prima volta che Instagram in Italia monetizza il suo grande successo che vede 300 milioni di utenti al mondo.
“È un momento importante nella storia di Instagram – ha commentato Luca Colombo, amministratore delegato di Facebook in Italia – fino ad oggi era possibile acquistare pubblicità su Instagram solo in Usa, Giappone, Brasile, Australia, Germania e Francia, ora è possibile farli anche per l’Italia e altre 30 nazioni, entro la fine dell’anno lo sarà in tutto i mondo”.
Su Instagram le persone passano molto tempo. Secondo Audiweb Instagram è la terza App più utilizzata dagli utenti Italiani che trascorrono 2,47 ore al mese all’interno del social network fotografico, contro le 13,26 ore passate su Facebook, le 10,05 su WhatsApp, 1,24 su Facebook Messenger, 1,22 su Youtube, 1,09 su Google Search (dati giugno 2015).
La pubblicità su Instagram può essere acquistata da oggi utilizzando lo stesso strumento di pianificazione di Facebook. All’interno di Facebook, quando si crea una campagna, si può decidere di veicolarla su Facebook o su Instagram.
Possono essere quindi utilizzati tutti i sistemi di personalizzazione già disponibili per FB e quindi si può creare il proprio pubblico selezionando l’età, il sesso e gli interessi.
I primi marchi che gli utenti Instagram vedranno nella propria time line sono Audi, Illy, Mercedes, Ford, Samsung, Carrera, Chupa Chups, Toyota, Warner Bros e Yoox, ma anche le piccole aziende potranno essere presenti, esattamente come avviene su Facebook.
“Pianificare su Instagram – ha spiegato Luca Colombo – non richiede nove competenze dato che si utilizza la stessa interfaccia di Facebook e anche per Instagram le campagne funzionano per obiettivi di Business e non per generiche visualizzazioni”.

“Gli utenti per noi vengono prima di tutto – ha precisato Amy Cole, Instagram Brand developer manager– terremo in grande considerazione il feedback sulle campagne pubblicitarie per migliorare lo strumento ed essere sicuri che membri del social network visualizzino le informazioni pubblicitarie legate ai loro interessi. Tutti gli utenti, se non gradiscono il messaggio pubblicitario possono chiuderlo e non apparirà più nel loro feed”.

Instagram: da oggi arriva la pubblicità tra le foto ultima modifica: 2015-09-09T08:34:05+00:00 da Francesco Marino
IQ Test WIFI

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!