Unthink, l’anti-Facebook

Più aperto, più trasparente, più onesto degli altro social network. Unthink ha aperto le porte e si definisce “l’anti-Facebook”. In questo nuovo social network gli utenti rimangono proprietari dei propri dati. Certo difficile pensare che si possa scalzare dal trono un gigante come Facebook da 800 milioni di utenti. I ragazzi di Tampa che hanno […]

Più aperto, più trasparente, più onesto degli altro social network. Unthink ha aperto le porte e si definisce “l’anti-Facebook”. In questo nuovo social network gli utenti rimangono proprietari dei propri dati. Certo difficile pensare che si possa scalzare dal trono un gigante come Facebook da 800 milioni di utenti. I ragazzi di Tampa che hanno lanciato Unthink (con un finanziamento di 2,5 milioni di euro) sono audaci.Di grande impatto la comunicazione “Gli Unthinkers non sono utenti, sono i proprietari”; “Unthink non comanda, comandi tu”;“Unthink non è un altro social netto, è una rivoluzione sociale” con tanto di Manifesto sull’emancipazione digitale.


Unthink, l’anti-Facebook - Ultima modifica: 2011-11-03T18:52:32+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!