A dirlo è James Whittaker, ingegnere ex-dipendente di Big G che recentemente è tornato a Microsoft, e lo scrive pubblicamente su un blog; Whittaker infatti afferma che: “Google non è più la stessa da quando è arrivato Google+” e che nel momento in cui Larry Page è diventato CEO, c’è stata una folle corsa a rincorrere Facebook che ha snaturato quella che era la vocazione iniziale di Google, l’approccio sperimentale che ha dato vita a progetti come Gmail e Chrome e che ora vengono lasciati in secondo piano per cercare di arginare lo strapotere della creature di Zuckerberg.

Whittaker ricorda che gli ultimi mesi passati in Google sono stati molto duri, non c’era più lo spirito iniziale che metteva in grado i dipendenti di innovare ma l’unico obiettivo era quello di guadagnare dalla pubblicità per controbattere Facebook con un prodotto, Google+, che attualmente conta 90 milioni di utenti (certo non pochi, ma lontani da quasi il miliardo del suo concorrente).

Mi è rimasto impresso un paragone che ha scritto lo stesso Whittaker e che espone chiaramente la sua visione della situazione: “Google si è comportata come il bambino ricco che non è stato invitato alla grande festa del social web. E così, ha provato a creare la sua festa personale. Ma non ci è andato quasi nessuno”.

Ed ora… che parta il flame!

Fonte.

G+ ha rovinato Google ultima modifica: 2012-03-15T17:47:43+00:00 da lega nerd

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!