Un mese fa il mondo del filesharing è stato scosso dalle fondamenta a seguito della chiusura di MegaUpload (e servizi annessi) e del conseguente arresto del suo fondatore Kim Dotcom. Un arresto che ha suscitato scalpore e ha dato origine ad una serie di eventi a cascata che hanno portato alla chiusura e/o ridimensionamento dei servizi concorrenti.

Da qualche giorno a Kim Dotcom è stata concessa la libertà su cauzione in attesa del processo.

I giornalisti di New Zealand’s 3 News sono riusciti ad intervistare per la prima volta Kim da dopo l’arresto. In questa intervista Kim ne ha approfittato (giustamente) per difendersi e spiegare perché è stato scelto come capro espiatorio.

Ecco la sua difesa

La trascrizione completa dell’intervista la trovate al seguente indirizzo.

Approfondimenti

Hanno chiuso MegaUpload: Surprise!

Hanno chiuso Megavideo

Operazione Megaupload: il più vasto hack attack della storia

Dite ciao al file sharing su Filesonic

Kim Dotcom: la prima intervista al fondatore di MegaUpload dopo l’arresto ultima modifica: 2012-03-03T00:12:18+00:00 da lega nerd
CeBit 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!