Digitalic n. 71 – In data veritas

Digitalic n. 71 – In data veritas / editoriale  “Credo in Dio, tutti gli altri portino dei dati”. William Edwards Deming lo diceva nel 1947 quando ha rilanciato con le sue idee l’economia giapponese messa in ginocchio dalla guerra. Il mondo ha impiegato più di 70 anni per convincersene, ma oggi possiamo dire che tutti siano d’accordo con Deming. I dati vengono visti come degli oggetti magici, da osservare per ricavarne delle indicazioni, anzi come delle sfere magiche in cui scorgere le...

Digitalic n. 64 / Green Technology

Editoriale La doppia Vita del data center – Il futuro del data center è nuvoloso, per due motivi: da una parte sempre di più “evapora” per diventare un servizio cloud, dall’altra grandi player come Facebook stanno rimodellando completamente l’hardware aprendo la strada a nuovi sviluppi della tecnologia, più aperta, anzi open source. Questi due movimenti in realtà tracciano una tendenza comune, il data center tende ad uscire dal perimetro delle aziende, si sposta, si allontana e diventa...

Digitalic n. 62: La memoria del Futuro

La memoria è futuro di Francesco Marino L’unica cosa per la quale serve davvero la memoria è il futuro. Quello che si ricorda, quello che si archivia diventa utile solo poi viene utilizzato per quello che accadrà. Sembra quasi un paradosso, ma invece è sempre più vero, perché è cambiata completamente la gestione, l’idea e la costruzione della memoria. Una radicale trasformazione che riguarda le persone e le imprese. Memoria digitale Una volta i ricordi erano custoditi spesso solo nella mente,...

Digitalic n. 61: tutte le forme del Cloud

Il cloud è una materia creativa Il cloud non è una tecnologia, è un linguaggio. Si può decidere di usarlo per scrivere un romanzo, l’intera storia aziendale, o semplicemente per dire una frase (realizzare un singolo progetto). Il bello è che tutti lo capiscono, è una lingua universale capita dalle persone e dalle macchine. Ma è appunto un linguaggio, semplicemente tradurre in “lingua cloud” quello che si è fatto con altri strumenti non sempre dà i risultati sperati, e in qualche modo si perde...

Digitalic n. 60: Big Data – Ultima Frontiera

Dati e nuove divinità astrali I dati non descrivono semplicemente la realtà, ormai la creano. Perché se sono alla base delle decisioni delle imprese e degli Stati, significa che la loro rappresentazione o visualizzazione genera delle scelte che modificano poi la realtà e determinano il futuro delle persone. Probabilmente la forma più pericolosa di cyber crime sarà contraffare i dati sulla base dei quali vengono prese le decisioni dei governi, degli istituti bancari mondiali, delle grandi...

Digitalic n. 59: Trasformazione Digitale, l’era della muta

La trasformazione digitale non è una questione tecnologica, non consiste nel comprare questo o quel sistema, introdurre un insieme di software o di sensori, questi sono in fondo solo dei dettagli L’epoca della muta Digitale La trasformazione digitale è innanzitutto capire che è finito un ciclo economico e culturale, che quella che stiamo vivendo non è una crisi, non si tornerà indietro, il mercato non sarà mai più quello di prima, perché quello che esisteva è superato, cambiato,...

Security: Digitalic n. 58 – Tracce e minacce

Il migliore peggior anno della security È stato un anno terribile per la sicurezza: il boom dei ransomware, la grande offensiva partita dai dispositivi IoT che ha praticamente fermato Internet, il furto di dati subito dai più grandi network digitali del mondo, addirittura le elezioni Americane forse compromesse dal cyber crime, senza contare gli attacchi terroristici organizzati anche utilizzando strumenti e servizi digitali. Insomma un anno in cui la sicurezza, anzi le grandi sconfitte della...

Digitalic n. 57 – Nuovo manuale dell’IoT

IoT: LA NUOVA MATERIA NELLA SCUOLA DELL’INNOVAZIONE Internet delle cose rappresenta l’intersezione del mondo fisico con quello del software. L’IoT aggiunge un’anima connessa agli oggetti e in questo modo li trasforma in dati, è come se creasse un avatar software dell’oggetto in cui è inserito, che sia un frigorifero, un’automobile, una macchina utensile, una strada. Maggiore sarà il numero di sensori attivati tanto più l’avatar sarà fedele all’originale. Non per ogni oggetto serve avere una...

Digitalic n. 55 “Innovazione Italiana”

/editoriale Gli anni Ruggenti dell’innovazione L’innovazione non ha paura, non ha timore, non chiede permesso; è sempre una rottura, per lo meno con le abitudini, con il modo in cui “si è sempre fatto”. L’innovazione è un ruggito e non vuol dire che debba sempre essere dirompente è sicuramente sempre coraggiosa perché modifica lo stato delle cose. L’Italia è un territorio ideale, il successo economico della nostra Nazione è stato, in gran parte dovuto, a piccole visionarie innovazioni...