Sir John Hegarty, Fondatore e Global Creative Chairman dellʼagenzia di pubblicità BBH, tra i più noti “uomini della pubblicità”, è il nuovo ambasciatore del Blank Sheet Project, lʼiniziativa lanciata da Arjowiggins Creative Papers per incentivare lʼespressione creativa. In unʼintervista aperta con Tim Lindsay, Amministratore Delegato di D&AD, Sir John Hegarty rilascia dichiarazioni spontanee e sorprendenti sulla creatività e invita lʼindustria della
pubblicità a spingersi oltre i propri limiti. “Ritengo che oggi si stia puntando sempre meno sulle idee in grado di cambiare le regole del gioco e di
modificare le sorti dei brand. Dal 1990 si è registrato un costante calo di interesse da parte del pubblico nei confronti del nostro lavoro e credo sia arrivato il momento di riflettere seriamente su questa situazione di stallo”
. Come è stato per Neville Brody, il primo ambasciatore del Blank Sheet Project, Sir John usa la propria intervista come unʼopportunità per contestare la compiacenza che ha determinato il declino del mondo dellʼindustria creativa. Il risultato è un appello che invita ad essere coraggiosi nel proprio modo di pensare, a guidare il cambiamento con idee visionarie, ad essere straordinari, a diffidare dai facili consensi. “Nel settore della pubblicità, forse il più creativo in assoluto, bisogna avere idee nuove ogni giorno”. Con queste parole Hegarty esorta i giovani creativi a cercare lʼispirazione mediante uno sguardo più ampio
sulla realtà, attraverso libri, riviste, gallerie, mostre e “anche tutto ciò che non penseresti mai potrebbe interessarti”. Un approccio che ha spinto Arjowiggins Creative Papers a scegliere Hegarty come nuovo ambasciatore di
unʼiniziativa che punta a ispirare lʼeccellenza creativa. Il Blank Sheet Project intende, infatti, incoraggiare i singoli e le imprese ad essere più innovativi, riflessivi e sostenibili. Mediante un “blank sheet”, vale a dire
un metaforico foglio di carta bianca, chiede loro: “come lascerai il segno?”. La chiamata alla creatività “che cambia le regole del gioco” espressa da Sir John rafforza il messaggio del Blank Sheet Project, che invita a pensare in modo diverso. Il Blank Sheet Project nasce nel 2010 come un programma di innovazione interna di Arjowiggins Creative Papers. I manager e i loro team si sono posti una domanda: “Se dovessimo ricominciare daccapo, se avessimo una Pagina Bianca, se mettessimo lo sviluppo in cima al nostro ordine del giorno, cosa faremmo? Come potremmo fare le cose diversamente?” Sulla base delle oltre 2.000 risposte raccolte internamente, Arjowiggins Creative Papers ha dato vita a 40 team impegnati nello sviluppo di ambiziosi progetti di sostenibilità volti a riflettere attenzione per le persone, per la prosperità e per lʼintero pianeta. La carta “up-cycled” reKreate di Arjowiggins Creative Papers, che viene prodotta con gli scarti di fibra, contribuendo ad azzerare i fanghi di cartiera, è solo uno dei tanti risultati conseguiti. Jonathan Mitchell, Business Director di Arjowiggins Creative Papers, commenta: “Crediamo che, qualunque sia la nostra professione, ognuno di noi abbia la possibilità di utilizzare il potere della propria creatività per lasciare realmente il segno. Riconosciamo in Sir John Hegarty un leader creativo di fama mondiale che condivide questa convinzione e che non ha paura di esprimere affermazioni a volte scomode pur di ispirarci e spingere le future generazioni a pensare in grande”.
www.theblanksheetproject.com

Arjowiggins Creative Papers prosegue con il The Blank Sheet Project ultima modifica: 2012-02-06T13:25:06+00:00 da daniela.schicchi
Depositphoto Agosto 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!