Tech Data Corporation ha annunciato i risultati del quarto trimestre e dell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2014. La Società ha inoltre annunciato di aver depositato presso la U.S. Securities and Exchange Commission il proprio Annual Report sul Form 10-K per l’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2014.

Highlights Finanziari del Quarto Trimestre conclusosi il 31 gennaio 2014:
• Il fatturato del quarto trimestre conclusosi il 31 gennaio 2014 è stato di 8,0 miliardi di dollari, in aumento del 7% rispetto ai 7,4 miliardi di dollari del quarto trimestre dello scorso anno. Escludendo l’impatto positivo derivante dal rafforzamento di alcune valute straniere sul dollaro americano, il fatturato consolidato sarebbe cresciuto di circa 5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
o Americhe: Il fatturato è stato di 2,7 miliardi di dollari (il 34% del fatturato mondiale), in aumento del 4% rispetto al quarto trimestre dello scorso anno.
o Europa: il fatturato è stato di 5,3 miliardi di dollari (il 66% del fatturato mondiale), in aumento del 9% (5% su base euro), rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
• Il margine lordo è stato del 4,99%, mentre lo stesso periodo dello scorso anno era stato del 4,98%.
• Le Spese generali e amministrative (“SG&A”) sono state di 288,0 milioni di dollari, pari al 3,61% del fatturato, mentre lo scorso anno erano state di 284,2 milioni di dollari, pari al 3,82% del fatturato. Le SG&A non-GAAP sono state di 280,7 milioni di dollari, pari al 3,52% del fatturato; nello stesso periodo dell’anno precedente si erano registrate spese generali e amministrative pari a 276,8 milioni di dollari (il 3,72% del fatturato). La diminuzione delle Spese generali e amministrative in percentuale sul fatturato è principalmente da attribuire all’aumento della leva operativa risultante dalle maggiori vendite in entrambe le regioni.
• L’utile operativo a livello mondiale è stato di 97,7 milioni di dollari, pari all’1,23% del fatturato, in aumento rispetto ai 57,4 milioni di dollari (lo 0,77% del fatturato) registrati nello stesso periodo dell’anno precedente. L’utile operativo non-GAAP è stato di 117,3 milioni di dollari, pari all’1,47% del fatturato, in aumento rispetto ai 94,2 milioni di dollari (l’1,27% del fatturato) del quarto trimestre dell’anno precedente.
o Americhe: l’utile operativo è stato di 43,6 milioni di dollari, pari all’1,62% del fatturato, in crescita rispetto ai 37,8 milioni di dollari (l’1,46% del fatturato) dello stesso periodo dell’anno precedente. L’utile operativo non-GAAP è stato di 36,3 milioni di dollari, pari all’1,35% del fatturato, mentre lo stesso periodo dell’anno precedente aveva fatto registrare un utile operativo di 37,8 milioni di dollari, pari all’1,46% del fatturato.
o Europa: l’utile operativo è stato di 56,0 milioni di dollari, pari all’1,06% del fatturato, in aumento rispetto ai 23,0 milioni di dollari (lo 0,47% del fatturato) registrati nello stesso periodo dell’anno precedente. L’utile operativo non-GAAP è stato di 82,9 milioni di dollari, pari all’1,57% del fatturato, in aumento rispetto ai 59,9 milioni di dollari (l’1,23% del fatturato) registrati nel quarto trimestre dell’anno precedente.
o Le spese di compensazione azionaria del quarto trimestre sono state di 1,9 milioni di dollari, mentre nello stesso periodo dello scorso anno erano state di 3,5 milioni di dollari. Queste spese sono presentate come voce separata del report aziendale (si veda riconciliazione GAAP – non-GAAP nelle tabelle finanziarie di questo comunicato stampa).
• L’utile netto è stato di 109,8 milioni di dollari, pari a 2,87 dollari per azione, in aumento rispetto ai 44,4 milioni di dollari (1,17 dollari per azione) dello stesso periodo dell’anno precedente. L’utile netto non-GAAP è stato di 80,4 milioni di dollari, pari a 2,10 dollari per azione, in aumento rispetto ai 58,5 milioni di dollari (1,53 dollari per azione) del quarto trimestre dello scorso anno.
• La cassa netta derivante dalle attività del quarto trimestre è stata di 113 milioni di dollari.

Highlight finanziari dell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2014:
• Il fatturato dell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2014 è stato di 26,8 miliardi di dollari, in aumento del 6% rispetto all’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2013. Escludendo il fatturato di SDG derivante dai due anni fiscali, il fatturato è diminuito approssimativamente di 1 punto percentuale rispetto all’anno fiscale precedente. Escludendo il fatturato di SDG e l’impatto positivo derivante dal rafforzamento di alcune valute straniere rispetto al dollaro americano, il fatturato è diminuito di circa 3 punti percentuali rispetto all’anno fiscale precedente.

o Americhe: il fatturato è stato di 10,2 miliardi di dollari (il 38% del fatturato mondiale), in aumento del 4% rispetto all’anno fiscale precedente. L’incremento di fatturato è principalmente da attribuire al recupero di quote di mercato a partire dal secondo trimestre dell’anno fiscale 2014. Tali quote erano state perse dopo l’implementazione da parte della Società degli ultimi moduli SAP all’interno delle attività negli Stati Uniti durante il secondo trimestre dell’anno fiscale 2013.
o Europa: il fatturato è stato di 16,6 miliardi di dollari (pari al 62% del fatturato mondiale), in aumento del 7% (4% su base euro) rispetto all’anno fiscale precedente. SDG ha contribuito al fatturato dell’anno fiscale 2014 per circa 2,3 miliardi di dollari (circa 1,7 miliardi in euro). Escludendo SDG dai due anni fiscali, il fatturato delle attività tradizionali in Europa sarebbe diminuito di circa il 4% in dollari americani e di circa il 7% in euro, rispetto all’anno fiscale precedente. La diminuzione è principalmente da attribuire alla difficile situazione economica in alcuni paesi e alla diminuzione di quote di mercato in diverse attività della Società a causa della pressione esercitata dalla concorrenza e ad una attenzione verso la percentuale di margine lordo.
• Il margine lordo nell’anno fiscale è stato del 5,08% rispetto al 5,14% dell’anno precedente. La leggera diminuzione del margine lordo è principalmente da attribuire ai cambiamenti nel mix di prodotto e al mercato competitivo, particolarmente nelle Americhe.
• Le spese generali e amministrative (SG&A) nell’anno fiscale sono state di 1.116,6 milioni di dollari, pari al 4,16% del fatturato, mentre lo scorso anno erano state di 1.009,9 milioni di dollari, pari al 3,98% del fatturato. Le SG&A non-GAAP sono state di 1.087,4 milioni di dollari, pari al 4,05% del fatturato, mentre nell’anno precedente erano state di 992,8 milioni di dollari, pari al 3,92% del fatturato. L’aumento registrato nelle SG&A in percentuale sul fatturato è principalmente da ascrivere all’acquisizione di SDG completata nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2013 e secondariamente alla mancata leva operative risultante dal calo di fatturato nelle tradizionali operazioni europee ante acquisizione, durante i primi tre trimestri dell’anno fiscale 2014.
• A livello mondiale, l’utile operativo dell’anno fiscale 2014 è stato di 227,5 milioni di dollari, pari allo 0,85% del fatturato, mentre lo scorso anno si era registrato un utile operativo di 263,7 milioni di dollari, pari all’1,04% del fatturato. L’utile operativo non-GAAP è stato di 274,9 milioni di dollari, pari all’1,03% del fatturato, mentre nell’anno fiscale precedente era stato di 310,3 milioni di dollari, pari all’1,22% del fatturato.
o Americhe: l’utile operativo è stato di 156,1 milioni di dollari, pari all’1,53% del fatturato, in crescita rispetto all’anno fiscale precedente in cui si era registrato un utile operativo di 150,1 milioni, pari all’1,53%. L’utile operativo non-GAAP è stato di 134,0 milioni di dollari, pari all’1,32% del fatturato, mentre lo scorso anno era stato di 150,1 milioni di dollari, pari all’1,53% del fatturato.
o Europa: l’utile operativo è stato di 80,2 milioni di dollari, pari allo 0,48% del fatturato; lo scorso anno era stato di 127,3 milioni di dollari, pari allo 0,82% del fatturato. L’utile operativo non-GAAP è stato di 149,8 milioni di dollari, pari allo 0,90% del fatturato, mentre lo scorso anno era stato di 173,8 milioni di dollari, pari all’1,12% del fatturato.
o Le spese di compensazione azionaria sono state di 8,9 milioni di dollari, in diminuzione rispetto ai 13,6 milioni di dollari dell’anno fiscale precedente.
• L’utile netto dell’anno fiscale è stato di 179,9 milioni di dollari, pari a 4,71 dollari per azione, in crescita rispetto all’anno precedente in cui era stato di 176,3 milioni di dollari, pari a 4,50 dollari per azione. L’utile netto non-GAAP è stato di 173,0 milioni di dollari, pari a 4,52 dollari per azione, mentre lo scorso anno era stato di 197,5 milioni di dollari, pari a 5,04 dollari per azione.
• La cassa netta derivante dalle attività dell’anno fiscale 2014 è stata di 379 milioni di dollari.
• Il ritorno sul capitale investito sulla base degli ultimi dodici mesi è stato del 10%.

“Sono soddisfatto di riscontrare un finale di anno considerevole”, ha detto Robert M. Dutkowsky, chief executive officer. “La solida esecuzione in entrambe le regioni, rafforzata dall’acquisizione di quote di mercato in alcuni mercati negli Stati Uniti, insieme con l’aggiunta di nuovi prodotti e una domanda più stabile in Europa hanno contribuito a registrare un trimestre da record. Il fatturato mondiale di quasi 8 miliardi di dollari – il più alto fatturato trimestrale nella storia della nostra azienda – ha rappresentato una eccellente leva operativa e ha portato a utili non-GAAP da record. La nostra performance del quarto trimestre evidenzia l’aumento di stagionalità del nostro business, la resilienza del nostro modello operativo e la capacità del nostro team di fornire risultati forti in un ambiente IT in rapida evoluzione. Nonostante i molti venti contrari affrontati nell’anno fiscale 2014, siamo soddisfatti dello slancio che caratterizza il nostro business al suo ingresso nell’anno fiscale 2015”.

Business Outlook

Nel primo trimestre che termina il 30 aprile 2014, la Società si attende una crescita di fatturato anno su anno del 5% circa nelle Americhe e attorno al 2-3% in Europa, in euro. La Società prevede inoltre una marginalità in linea con i livelli recenti, un impatto fiscale non-GAAP attorno al 38-40% e un cambio euro/dollaro pari a 1,37. Per l’anno fiscale 2015, la Società prevede un impatto fiscale non-GAAP attorno al 31-33%.

Tech Data: i risultati finaziari ultima modifica: 2014-04-18T11:08:23+00:00 da Francesco Marino
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!