4 motivi per passare da iOS ad Android (e viceversa), le differenze che contano

Passare da iOS a Android conviene? Nella sfida Android VS iOS bisogna valutare i pro e i contro, qui 4 motivi per passare da iPhone a Android (o viceversa)

Passare da iOS a Android conviene? Nella sfida Android VS iOS spesso non si analizzano bene i pro e i contro, la guerra di piattaforme prosegue da ormai 10 anni e la maggior parte degli utenti ha già scelto la propria squadra e la difende con forza.

Passare da iOS a Android

Google ed Apple hanno preso in prestito così tante cose gli uni dagli altri nel corso degli anni che questi due sistemi operativi sono, adesso, più simili che mai. Dispongono dello stesso numero e tipologia di app (nella maggior parte dei casi) e includono molte funzionalità simili, se non uguali.

Mentre le due piattaforme stanno convergendo per offrire caratteristiche altrettanto meravigliose, permangono ancora grandi differenze tra Android e iOS: ecco come distinguere le due piattaforme e perché potresti considerare la possibilità di cambiare nel futuro, di passare da iOS ad Android, ma anche da Android a iOS.

passare da ios a android differenze

Passare da iOs a Android: le differenze da tenere presente

1) iOS VS Android: personalizzazione

Le differenze tra iOs e Android sono molte se si guarda alla possibilità di personalizzare sistema operativo e dispositiviAndroid ha sempre offerto agli utenti più opzioni di personalizzazione rispetto a iOS, già dalla schermata iniziale. Mentre i telefoni Android possono disporre di widget ad esempio elementi del calendario e icone per il meteo, gli iPhone offrono un’organizzazione fissa delle app per righe e colonne prefissate.

Android supporta anche le app launcher, come Nova o Evie, si tratta di app che rimodellano completamente l’aspetto di Android, consentendo di fare inserire più icone, o di disporre di uno sfondo che cambia con il tempo, o anche di usare gesti personalizzati per navigare nell’interfaccia dello smartphone.

La personalizzazione extra su Android si estende ulteriormente e, ad esempio, si possono impostare app predefinite per l’invio di email, la navigazione sul web, le mappe e così via, quindi Chrome (o qualsiasi browser scelto) può essere avviato quando si tocca un link in un’email. Su un iPhone, invece, Safari si apre sempre per impostazione predefinita quando si seleziona un link, anche se sono stati installati altri browser. Se amate personalizzare l’aspetto e le funzioni dello smartphone allora passare da iOS a Android conviene.

Passare da iOS a Android Differenze

Passare da iOS a Android: molte le differenze nella personalizzazione

iOS VS Android: Messaggi

Anche nella gestione dei messaggi le differenze tra iOs e Android sono significative. Se non ti piace usare l’app Messaggi di Apple per i tuoi SMS su iOS, non hai grandi altre opzioni, perché non è possibile installarne una diversa. Su Android, puoi scegliere tra decine di diverse app per SMS, che possono essere impostate come predefinite e a cui affidare la gestione dei messaggi.

Dalla schermata iniziale alla schermata di blocco, si dispone di più flessibilità con Android. È vero che Apple ha ottimizzato il suo iOS per consentire una maggiore personalizzazione: i widget possono essere installati sulla Today View e alcune app ora possono essere disinstallate, ma continua a essere un sistema poco personalizzabile.

Naturalmente non tutti desiderano di poter usufruire di tutte queste opzioni e funzioni extra: molti utenti sono contenti del modo in cui Apple ha impostato l’aspetto della sua schermata iniziale e le app che si propone, ma è giusto dire che se si vuole personalizzare il telefono e giocare con l’interfaccia, Android è il miglior sistema operativo. Nella personalizzazione il confronto iOS VS Android ha un chiaro risultato.

2) iOS VS Android: Privacy

Anche nelal sicurezza e tutela della privacy ci sono differenze tra iOs e Android. La privacy su Android e iOS è un argomento molto dibattuto: sia Google che Apple promettono di avere a cuore l’interesse degli utenti e non resta che analizzare i dettagli delle policy sulla privacy.

Dove Apple si distingue chiaramente è la quantità di dati elaborati direttamente sul dispositivo rispetto al Cloud: ciò significa che trasferisce meno informazioni rispetto a Google, perché alcune informazioni, come il ristorante che visiti ogni settimana, sono legate al dispositivo, piuttosto che essere memorizzate sui server.

Google sostiene che sapere di più sull’utente  (come il ristorante che visiti ogni settimana) ti dà il potere di rendere la tua vita più comoda, in modo che il ristorante appaia vicino ai risultati quando esegui ricerche sul web e su Android. Android offre un servizio personalizzato su più dispositivi e app (oltre a consentire a Google di indirizzare meglio la pubblicità in base ai gusti personali, ovviamente).

Differenze tra iOS e Android

Molti dei dati che vengono inviati ad Apple (come quello che stai cercando e dove ti trovi) sono resi anonimi e non possono essere legati all’utente personalmente. Google crea un profilo più onnicomprensivo delle preferenze personali, quindi, se ti fidi o meno di Google nell’uso che fa dei tuoi dati, dipende da te, è una questione di fiducia da cui dipende la comodità di usare la sua piattaforma più agevolmente con il rischio di vedere parte dei propri dati utilizzata da Big G.

Apple raccoglie informazioni come la posizione del telefono (ad esempio per Trova il mio iPhone) ma in generale raccoglie meno dati. Inoltre, aumenta la sicurezza nelle proprie iMessage, ad esempio, è strettamente crittografato da entrambe le parti della conversazione.

Nel complesso, se la privacy è per te particolarmente importante, Apple vince. Molti utenti si fidano ciecamente di Google e/o non si preoccupano troppo della pubblicità legata a una posizione recente o alla ricerca sul web, ma non c’è dubbio che l’intero modello di business di Google si basa sulla conoscenza della maggiore quantità di dati possibili sull’utente. Quindi passare da iOS a Android non conviene se si ha a cuore la privacy.

Passare da iOS a Android Differenze

Passare da iOS a Android: differenze sensibili per la privacy

3) Ecosistema Android VS iOS

Scegliere tra Android e iOS non è più solo una scelta che riguarda strettamente Android e iOS: è una scelta tra tutte le app, i servizi e gli altri gadget che puoi ottenere da Google o Apple. Si tratta di una scelta radicale tra due ecosistemi ed è qui che sono le differenze tra iOs e Android si fanno sentire. Se hai una Apple TV nel salotto, ad esempio, funzionerà molto meglio con un iPhone che con un telefono Android.

Molte app di Google sono basate sul web, il che significa che è possibile utilizzarle su Android e Windows con la stessa facilità con cui funzionano su iOS e macOS (alcune sono facilitate dalla politica sulla privacy meno restrittiva di cui abbiamo parlato sopra). Se fai cambi spesso dispositivi e piattaforme, Google (e Android) potrebbe essere la soluzione migliore.

Detto questo, se sei un fan dell’ecosistema si Apple, con Mac a casa e in ufficio, usando iOS puoi svolgere determinate azioni più velocemente su un iPhone. App come Safari e Pages possono passare automaticamente siti e documenti tra dispositivi, ad esempio, e il taglia e incolla funziona su tutti i dispositivi Apple utilizzando lo stesso ID Apple.

Passare da iOS a Android Differenze

Passare da iOS a Android valutate l’ecosistema

Differenze tra iOs e Android: i Dispositivi

Devi prestare particolare attenzione agli altri dispositivi che hai in casa (o che intendi inserire nella tua casa). Ad esempio, il tuo salotto è equipaggiato con Google Home Mini? Oppure, hai un Chromecast collegato alla TV? In tal caso ricorda che potrà avviare video dalla maggior parte delle app su Android e iOS, ma non riprodurrà nulla che hai acquistato da iTunes.

Vale anche la pena di valutare la qualità delle app e dei servizi. Preferisci Gmail a Apple Mail? Google Maps o Apple Maps? Google Foto o la libreria di foto di iCloud? La maggior parte delle opzioni di Google sono disponibili anche su iOS, ma funzionano meglio su Android, con un collegamento più profondo al sistema operativo.

I tuoi legami con l’ecosistema Apple o Google potrebbero essere uno dei motivi per cui non puoi passare da Android a iOS e viceversa, ma se stai iniziando da zero, o intendi ricominciare da capo nella tua strategia di adozione di dispositivi e funzioni, devi prendere in considerazione tutto ciò che comporta scegliere un sistema rispetto a un altro. Quindi passare da iOS a Android conviene se l’ecosistema che si usa o che si vuole usare è compatibile con la scelta.

4) Frammentazione

Se Google vince perché dà accesso alle sue app e ai suoi servizi su più dispositivi, Apple è decisamente in testa quando si parla di frammentazione: gli iPhone ricevono gli ultimi aggiornamenti più rapidamente rispetto ai dispositivi Android.

Questo è importante per vari motivi, consente di essere protetti dalle più recenti minacce alla sicurezza, ottenere le ultime e migliori funzionalità disponibili sul telefono. Al momento, oltre il 70% dei dispositivi mobili di Apple gira su iOS 12, mentre Android 9 Pie sta faticando a conquistare il mercato dei dispositivi Android.

Google ha cercato di ridurre al minimo il danno causato dalla frammentazione: alcuni aggiornamenti di sistema, incluse molte patch di sicurezza, ora vengono implementate separatamente come parte dei servizi di Google Play. Inoltre, a differenza di Apple, Google aggiorna le sue app (come Gmail e Google Maps) separatamente dal sistema operativo nel suo insieme.

Aggiornamenti: meglio iOS o Android?

Tuttavia, quando si tratta di ottenere le ultime funzionalità, come gli strumenti di benessere digitale inclusi in iOS 12 e Android 9 Pie, si ottengono gli aggiornamenti migliori e più velocemente con iOS. Apple ha anche un buon storico nel supportare i dispositivi più vecchi con gli ultimi aggiornamenti software. Quindi passare da Android a iOS conviene se si vuole avere sempre e con facilità la versione più aggiornata del sistema operativo.

Parte del problema è che ci sono tanti produttori che producono telefoni che girano su Android. Samsung, OnePlus, LG, Sony e altri vogliono tutti mettere la propria versione specifica su Android, ancor prima di pensare agli aggiornamenti.

Ciò significa, ovviamente, che gli utenti Android hanno una scelta più ampia di dispositivi tra cui scegliere, in più fasce di prezzo, con una gamma più ampia di design e, se si opta per un telefono Google Pixel, è possibile ridurre al minimo il problema della frammentazione, perché si ottiene la nuova versione di Android non appena esce. Nel complesso però, parlando di frammentazione, vince Apple.

Passare da iOS a Android Differenze

Passare da iOS a Android differenze nell’aggiornamento del sistema operativo

Leggi anche: iPhone novità 2019

Il nuovo iPhone avrà la fotocamera 3D laser, novità svelate

Android 9 Pie la recensione completa


4 motivi per passare da iOS ad Android (e viceversa), le differenze che contano - Ultima modifica: 2019-02-08T11:31:04+00:00 da Web Digitalic
IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!