Progettato lo scooter gonfiabile per una mobilità soft, e si chiude in uno zaino

Progettato dall’Università di Tokyo, ha una camera d’aria che va a formare il telaio, un motorino elettrico e due manopole senza fili per azionarlo

Arriva il primo scooter gonfiabile che si trasporta in uno zaino e all’occorrenza prende vita grazie ad una piccola pompa elettrica. Si chiama POIMO e nasce dal genio di un gruppo di studenti dell’Università di Tokyo che hanno immaginato un nuovo concetto di mobilità noto come “Mobilità soft”. L’idea è quella di utilizzare materiali morbidi, leggeri e gonfiabili per costruire soluzioni mai viste prima.

Nasce così lo scooter gonfiabile POIMO, acronimo che sta per “mobilità portatile e gonfiabile”, e la sua presentazione è avvenuta sulla biblioteca digitale dell’Association for Computing Machinery (ACM) come parte di “Extended Abstracts” della conferenza CHI 2020 sui fattori umani nei sistemi informatici. Un lavoro complicato, frutto del genio di Hiroki Sato, Young ah Seong, Ryosuke Yamamura, Hiromasa Hayashi, Katsuhiro Hata, Hisato Ogata, Ryuma Niiyama e Yoshihiro Kawahara.

scooter gonfiabile

POIMO è realizzato in poliuretano termoplastico e si appoggia su una piattaforma elettrica a quattro ruote simile a uno skateboard. Poi, una volta gonfiato, regge il peso della persona, si attacca al gruppo propulsore elettrico ed è pronto per viaggiare. E, una volta arrivato a destinazione, il pilota in pochi secondi può sgonfiare POIMO, ripiegarlo e infilarlo facilmente in una piccola borsa. Addio problemi di parcheggio.

Chi l’ha ideato immagina che POIMO possa essere  comodamente trasportato rinchiuso in uno zainetto quando non serve,  e rapidamente gonfiato e cavalcato quando i tragitti urbani si allungano. Il peso di poco più di 5,5 kg complessivi lo consentirebbe.

Dal filmato diffuso in Giappone dello scooter gonfiabile non si capisce bene dove vengano riposte le altre componenti strutturali, cioè ruote, telaio, batterie, motore brushless, manubrio con controller wireless integrato. Certo è che una volta arrivato a destinazione, il pilota in pochi secondi può sgonfiare POIMO, ripiegarlo e infilarlo facilmente in una piccola borsa.

Lo scooter gonfiabile POIMO è per ora solo un prototipo. Gli ideatori sono convinti che nella versione definitiva sarà ancora più leggero, meno ingombrante e meno costoso. Quindi appetibile per un’ ampia fascia di


Progettato lo scooter gonfiabile per una mobilità soft, e si chiude in uno zaino - Ultima modifica: 2020-05-20T09:16:57+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente
Evento Online

Fai diventare la tua impresa smart

Iscriviti all'evento online: dallo smart working alla digital transformation: gli esperti di tecnologia e lo chef Simone Rugiati, approfondiranno le sfide e le opportunità che abbiamo davanti, come imprese e come Paese, per passare dall’emergenza alla ripresa e per fare un salto culturale e tecnologico verso il futuro. Per costruire, insieme, l’Italia di domani.

You have Successfully Subscribed!