Sono le 50 aziende più innovative del 2016 secondo la prestigiosa rivista americana Fast Company. Le 50 imprese che cambieranno il mondo digitale nel corso del 2016 e da cui si può capire come evolve la tecnologia. Ecco tutti i nomi, con descrizione e i contatti social per scoprire cosa fanno e soprattutto come lo fanno.

1. BuzzFeed

Internet media company fondata nel 2006 a New York dall’imprenditore Jonah Peretti, distribuisce contenuti attinti dalla rete internet. Sfruttando la tecnologia web feed, il sito raccoglie contenuti web, come titoli di giornali online, articoli dai blog, video blog e podcast. Oggi conta 11 edizioni – dall’Australia al Messico – e ha raggiunto i $300 milioni in capitale a gennaio 2016. Dalla politica, alle ricette di cucina fino alle news internazionali, il traffico di BuzzFeed è veicolato per il 75% dai social media.
Twitter: @Buzzfeed
Instagram: @buzzfeed
Facebook: Facebook.com/buzzfeed
Tumblr: buzzfeed.tumblr.com
Vine: @buzzfeed
Youtube: Youtube.com/BuzzFeedVideo

2. Facebook

Il social network americano nato nel 2004 tra i muri di Harvard ora ha una robusta piattaforma per le campagne pubblicitarie, sta investendo in iniziative volte a portare l’accesso a Internet nei Paesi in via di sviluppo e lavorando a progetti di intelligenza artificiale e realtà virtuale. Oggi conta più di un miliardo di utenti unici e gli accessi avvengono soprattutto da mobile. La sua app Messenger ha raggiunto gli 800 milioni di utenti e le acquisizioni di Instagram e WhatsApp hanno reso Facebook ancora più forte.
Twitter: @facebook
Instagram: @facebook
Facebook: Facebook.com/facebook

3. CVS Health

Azienda farmaceutica americana con un network di circa 10.000 punti vendita. Si chiamava CVS Caremark Corporation, è stata rinominata CVS Health nel 2014 e ha focalizzato il suo business su retail farmaceutico, cliniche di salute in-store e un Digital Innovation Lab che crea device e app destinate al controllo della salute, come smartwatch che tengono monitorati i parametri, scansionano le prescrizioni mediche e mandano remind per prendere le pillole. Sta puntando sull’aumentare la sua base clienti inserendo servizi extra che vadano oltre le tradizionali aspettative. Nelle sue cliniche MinuteClinic i pazienti possono fare tutto, dall’acquisto di un medicinale agli esami specialistici. Attualmente sta lavorando con IM per usare il sistema di intelligenza artificiale Watson per fare prevenzione sulla salite e prevenire le crisi.
Twitter: @cvshealth
Facebook: Facebook.com/CVS
Youtube: Youtube.com/CVSPharmacyVideos

4. Uber

La app per chiamare taxi, auto private e corse condivise nel 2015 ha lanciato un servizio di messaggistica chiamato UberRush; la funzione Uber for Business per tenere separato il profilo personale da quello che si utilizza per lavoro; UberEvents per offrire agli organizzatori di eventi corse prepagate da distribuire agli invitati. Nel 2014 ha effettuato 140 milioni di corse, nel 2015 l’azienda è stata valutata più di $50 miliardi, diventando la startup più preziosa al mondo. Il punto di forza di Uber è stato, fin dall’inizio, l’uso dei dati: oltre a usare i dati per migliorare l’esperienza clienti, Uber ha monetizzato le informazioni in suo possesso stringendo accordi con altre realtà. Uber attualmente è presente in 68 Paesi ma il suo obiettivo è quello di raddoppiare la sua presenza. Ha investito $1 miliardo in India e $1.2 miliardi in China.
Twitter: @uber
Instagram: @uber
Facebook: Facebook.com/uber

5. Netflix

Azienda americana specializzata nell streaming online on-demand di video. Nata in California nel 1997, ha adottato il modello di business attuale, su abbonamento, nel 1999. Oggi conta più di 75 milioni di iscritti in 190 Paesi. La sua caratteristica è la volontà di catturare le nicchie e di offrire a qualsiasi target il film o la serie tv di cui non può fare a meno
Twitter: @netflix
Instagram: @netflix
Youtube: Youtube.com/NewOnNetflix
Facebook: Facebook.com/netflixus
G+: +Netflix
Tumblr: Netflix.tumblr.com
Pinterest: Pinterest.com/netflix

6.Amazon

È una delle più grandi aziende di commercio elettronico statunitense con sede a Seattle, nello stato di Washington, Stati Uniti d’America. Partita come libreria online, ma presto allargò la gamma dei prodotti venduti a DVD, CD musicali, software, videogiochi, prodotti elettronici, abbigliamento, mobilia, cibo, giocattoli e altro ancora. Amazon ha creato poi altri siti in Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina,Brasile, Messico, Giappone e India e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo. Ora l’ecommerce sta evolvendo in servizi cloud.
Twitter: @amazon
Instagram: @amazon
Facebook: Facebook.com/Amazon

7. Apple

Con il Macintosh negli anni ’80 ha rivoluzionato il mondo dei personal computer, nel 2001 quello dell’ascolto musicale con l’iPod, l’iPhone è secondo solo a Samsung nel market share degli smartphone ma lo spirito innovatore dell’azienda di Cupertino non dà segni di rallentare.
Nel 2014 ha acquistato Beats, azienda di cuffie e musica in streaming, gettando le basi per il servizio Apple Music; sta investendo nel mondo dell’automotive e dell’Internet of Things; nella tecnologia per la salute e nelle energie rinnovabili e sta lavorando per rendere sostenibile la sua catena produttiva. Nel 2015 ha annunciato la costruzione di un impianto solare da 200 megawatts in Cina che produrrà energia sufficiente per 265.000 case all’anno. Quando verrà aperto a Singapore il primo Apple Store nel Sud-Est asiatico, funzionerà interamente a energia solare. Lo stesso sarà per il nuovo campus californiano. I risultati registrati nel 2015 sono stati da record e l’obiettivo per il 2016 è quello di espandersi a livello globale, raddoppiando le vendite da App Store e aprendo nuovi Apple Store.
YouTube: Youtube.com/apple
LinkedIn: Linkedin.com/company/apple

8. Alphabet

Fondata nel 2015, include Google e tutte le sue realtà multisfaccettate, sia quelle basate su web che le aziende fisiche, da quelle che lavorano all’automobile connessa a quelle che fanno ricerca per un Internet ad alta velocità. Alphabet, con sede in Mountain View, California, rappresenta la capacità di reinventarsi e di rivoluzionare il proprio modello di business, per continuare a crescere in modo ambizioso.
Twitter: @google
Instagram: @google
Facebook: Facebook.com/Google
Google+: plus.google.com/+google
Youtube: Youtube.com/user/Google

9. Black Lives Matter

La tecnologia ha rivoluzionato il modo in cui i diritti civili rispondono al razzismo e alle brutalità della polizia. Il movimento di attivisti Black Lives Matter è nato nel 2013 dopo che il poliziotto George Zimmerman è stato giudicato non colpevole dell’omicidio del 17enne afroamericano Trayvon Martin, nonostante Zimmerman abbia ammesso di aver sparato al ragazzo. La corte lo ha dichiarato non colpevole perché ha sparato per legittima difesa. Da un hashtag di Twitter si è passati a una piattaforma di successo e a un vero e proprio movimento influente a livello internazionale contro le diseguaglianze razziali e le violenze.
Twitter: @ blklivesmatter
Instagram: @ blklivesmatter
Facebook: Facebook.com/BlackLivesMatter
Tumblr: blacklivesmatter.tumblr.com

10. Taco Bell

Catena di fast food statunitense, vende prodotti alimentari basati sulla cucina messicana, adatti all’industria del pasto veloce. Taco Bell ha trasformato il modo di comunicare coi suoi clienti, puntando molto sui social media. Ad esempio, ha stampato sui tacos i tweet dei fan canadesi, che si lamentavano che nel loro Paese non era disponibile la variante “Doritos Locos Tacos”. Ha così trasformato delle lamentale in un perfetto trampolino di lancio per l’arrivo dei suoi nuovi Doritos anche in Canada, serviti direttamente agli autori dei cinguettii incriminati, invitati appositamente in un ristorante con il pretesto di un evento speciale. . Famoso anche l’evento annuale di Friendsgiving, durante il quale influencer e blogger sono invitati ad assaggiare un menù speciale, da documentare con Instagram e Snapchat.
Twitter: @tacobell
Instagram: @tacobell
Facebook: Facebook.com/tacobell
Tumblr: tacobell.tumblr.com
Youtube: Youtube.com/tacobell
Vine: vine.co/tacobell

> Le aziende da 11 a 20 >

 

50 Aziende più innovative