Dalla pandemia al rilancio: la “nuova normalità” del noleggio auto

Il mercato automotive ha attraversato un 2020 molto particolare: la pandemia ha creato grossi problemi al settore e anche carsharing e rent a car hanno sofferto. Abbiamo parlato con Raffaella Tavazza, Vice Presidente Locauto Group, del rilancio del noleggio a breve termine e del 2021 che dobbiamo aspettarci.

Il 2020 non è stato un anno facile per l’economia: andando nello specifico il settore auto ha attraversato una dura crisi e in particolare ha sofferto il mercato legato alla mobilità. La pandemia ha reso la vita particolarmente difficile al settore dedicato al noleggio auto. Il carsharing ha perso in un anno circa il 60%, mentre il noleggio a breve termine, il rent a car, ha visto un netto -60% rispetto al 2019. Inutile negare che le tante settimane di lockdown abbiano profondamente influito su questi numeri. Ne abbiamo parlato con Raffaella Tavazza, Vice Presidente Locauto Group: una bella chiacchierata in grado di chiarirci le idee e dipingere il futuro prossimo del noleggio auto.

Raffaella Tavazza

Raffaella Tavazza Vice Presidente Locauto Group

Stiamo vivendo una “nuova normalità”: come la affronta il mondo del noleggio auto?
“Tra tutti i settori nei quali Locauto è operativa, quello del turismo è stato tra i più colpiti dagli effetti di questa pandemia mondiale: tuttavia non ci siamo persi d’animo e, da subito, abbiamo investito nello sviluppo di nuove iniziative legate al business.
Abbiamo inoltre creato, sin dalle prime settimane del primo lockdown, un gruppo di lavoro “a distanza” che potesse riunire le diverse professionalità di Locauto, con l’obiettivo di immaginare il futuro dell’autonoleggio”.

Nuova normalità e nuove abitudini: L’igienizzazione potrebbe diventare una “normalità” anche quando il Coronavirus scomparirà?
“Concordo – ci spiega Raffaella – La rivoluzione dell’autonoleggio ha portato le aziende ad adottare alcune best-practice che hanno inevitabilmente alzato l’asticella delle aspettative dei propri clienti. Come anche dimostrato in passato, quando abbiamo fatto scelte anche coraggiose (Locauto è l’unico noleggio a breve termine che permette ai neo-patentati di noleggiare un auto, e siamo stato i primi a sensibilizzare i nostri clienti in tema di abbandono dei cani, grazie al kit “bau the way” per poter viaggiare insieme a loro, ndr), manterremo tutte le nuove buone abitudini anche quando tutto questo sarà diventato soltanto un lontano ricordo”.

Locauto

Gli uffici di Locauto

Sperando di lasciarci alle spalle al più presto questo momento difficile parliamo di tecnologia: che importanza ha nel campo del noleggio?

“Per noi la tecnologia è sempre stata un mezzo per realizzare un servizio via via sempre più vicino alle reali esigenze dei nostri clienti in una realtà sempre in continua evoluzione. Dopo essere stati i primi ad introdurre la firma digitalizzata su tablet e dopo aver lanciato nel 2016 Elefast, il primo noleggio full self-service da app per aprire l’auto direttamente dallo smartphone, l’ultima innovazione è rappresentata dallo Smart Check-in. Questo servizio, che rappresenta una vera e propria svolta nel mondo del noleggio auto, è gratuito e alla portata di tutti, e permette al cliente di ridurre i tempi di attesa al minimo consentendogli di recarsi direttamente in parcheggio per il ritiro dell’auto senza dover più passare dall’ufficio di noleggio. Con Locauto Smart Check-in abbiamo creato un servizio “smart” e completamente “paper-free”, in quanto tutte le comunicazioni, il contratto ed i relativi termini e condizioni dei servizi vengono condivisi con il cliente in formato digitale, via email”.

Analizzando il mercato, chi sono gli italiani che noleggiano un’auto?

“Il noleggio auto, per la tipologia di vettura e la durata, varia molto a seconda della natura del cliente finale: Locauto viene scelta quotidianamente da professionisti e manager che si spostano per lavoro, ma anche da artigiani ed aziende che trovano nella nostra offerta la risposta alle loro esigenze lavorative. Tuttavia, come detto in precedenza, il turismo è l’ambito di maggior interesse per i nostri clienti e spero che un giorno, in un futuro davvero prossimo, gli italiani possano tornare a visitare l’Italia a bordo di una delle nostre auto.
Non dimentichiamo anche le aziende che scelgono Locauto per il noleggio a lungo termine, un altro settore per noi molto importante: anche in questo caso la tecnologia ha un ruolo di primo piano, e nei primi mesi di quest’anno mettiamo a disposizione della nostra clientela una app che permetterà in qualsiasi momento di conoscere in tempo reale tutte le informazioni relative al loro contratto e al veicolo in loro possesso, e di avere a disposizione la rete di assistenza e poter comunicare direttamente con la centrale operativa”.

Internet vi permette di entrare in contatto con tanti possibili utilizzatori: come riuscite a trasformarli in fidelizzati?

“Internet è la più grande scoperta che ha cambiato il mondo, il nostro vivere quotidiano, le nostre abitudini di vita e, di conseguenza, il nostro modo di lavorare. Come Locauto investiamo continuamente in ricerca e sviluppo, per trovare e mettere a disposizione dei nostri clienti le ultime novità legate alla digitalizzazione connessa. Dopo aver introdotto nel mondo del rent-a-car la tecnologia, rendendo l’esperienza di noleggio ancora più veloce e su misura per il cliente, abbiamo fatto un importante investimento affidandoci a Salesforce, per supportare le attività di sviluppo commerciale B2B e a sostegno delle attività di marketing, per costruire e consolidare relazioni, esperienze e processi ancora più efficienti e personalizzati. Abbiamo creato il portale MyLocauto dove è possibile, in modo del tutto gratuito, registrare la propria anagrafica, inserire i propri documenti d’identità legati al noleggio ed effettuare il check-in in totale sicurezza risparmiando tempo. La sfida per il 2021 è quella di alzare ancora una volta l’asticella per confermarci come leader italiano per la mobilità a 360 gradi”.

Locauto ford puma

Passiamo alla mobilità sostenibile: puntare su ibrido e elettrico ha senso per un’azienda come Locauto?

“Da sempre la nostra azienda è attenta alle tematiche legate all’ambiente ed alle emissioni di CO2, per questo motivo le caratteristiche della nostra flotta sono efficienza, giovinezza e green: sin dal 2015, quando la maggior parte delle persone non sapeva neppure cosa fosse una vettura ibrida, Locauto gestiva già volumi molto importati di vetture ibride in flotta.
In tema di auto plug-in e di vetture EV stiamo valutando il giusto prodotto per le esigenze del cliente: a questo proposito possiamo dire che l’offerta Locauto prevede già per quest’anno una vettura su quattro dotata di motorizzazione ibrida (sia benzina che gasolio, ndr)”.

Le città del futuro vedranno auto che guidano da sole, su strade perfettamente organizzate: utopia o futuro possibile?

“L’evoluzione del sapere umano ha permesso, nei secoli, sempre più efficienza ed automatizzazione delle procedure, con un’accelerazione davvero importante e decisiva nell’ultimo secolo. Tuttavia ritengo che sia necessario che l’uomo continui a prevalere sul computer e a mantenere il pieno controllo, seppur con agevolazioni e nel comfort più assoluto, su attività del vivere quotidiano di cosi grande importanza. Dopo che, negli ultimi decenni, sono stati introdotti accessori per il guidatore che hanno notevolmente migliorato l’esperienza di guida (penso ai GPS, ai sensori radar ed ai sistemi di guida assistita, oramai in dotazione sulla maggioranza delle vetture) sono convinta che la tecnologia consentirà ulteriori progressi ed evoluzioni di software e hardware al servizio dell’uomo, senza però arrivare mai a sostituirlo al 100%”.


Dalla pandemia al rilancio: la “nuova normalità” del noleggio auto - Ultima modifica: 2021-03-25T13:49:11+00:00 da Silvio De Rossi

Content Creator e Influencer, collabora con i più importanti brand del panorama automotive e non solo. Founder di Stylology.it; nel suo passato Televideo Rai e Mediavideo. È stato responsabile editoriale di Blogosfere.it, partecipando al successo del network di blog più grande d’Italia. In seguito, è stato direttore responsabile di Leonardo.it. Si occupa di produzioni foto e video con particolare attenzione ai format più adatti ai social network di moda

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Qui trovi la nostra Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!