Attenzione al digitale, nuovi strumenti tecnologici per misurare le campagne adv e piattaforme di vendita trasparenti: Rai Pubblicità ha presentato l’offerta commerciale 2016 all’evento “Contents”, svoltosi in febbraio sia a Milano che a Roma

a cura della redazione

La Rai punta al digitale per raggiungere tutte le tipologie di pubblico, attraverso i diversi dispositivi: tv, radio, web e cinema. Fra le imminenti mosse che Rai Pubblicità pone al proprio orizzonte c’è infatti proprio il digital. La concessionaria guidata da Fabrizio Piscopo intende assicurare un reach universale e un’experience personalizzabile. Un obiettivo raggiungibile con la copertura delle fasce che non guardano la Tv e che dà nel contempo la possibilità di rafforzare l’offerta integrata, che promuove Rai Pubblicità al ruolo di Digital Media Company.

L’obiettivo, insomma, è quello di guardare al mercato in modo nuovo, con una mission che compone un pacchetto caratterizzato da un’offerta integrata che assicura visibilità multipla. Le novità 2016 sono state presentate in occasione dell’evento “Contents”, al quale sono intervenuti Antonio Campo dall’Orto, Direttore Generale Rai, Giuseppe Pasciucco Presidente di Rai Pubblicità e Fabrizio Piscopo, Amministratore Delegato di Rai Pubblicità.
Antonio Campo Dall’Orto si è espresso sullo stato dell’arte e le prospettive Rai, auspicando a un nuovo moto per riallinearsi alle esigenze della contemporaneità. L’obiettivo è creare “un ecosistema armonico con lo spettatore al centro di tutto”, raggiunto ovunque e comunque da un’offerta sempre più coordinata e universale, di contenuti e canali con vocazione alla declinazione multipiattaforma e al rimbalzo social. Un sistema capace di parlare anche a quelle porzioni di pubblico che per un po’ la Rai non è stata in grado di raggiungere bene, coniugando leggerezza ma anche valori. Un esempio vincente è stato quello dell’ultimo Sanremo, forte sugli ascolti ma anche sui social e quindi in crescita sui target più giovani.
Tra le reti, Rai Uno si conferma in posizione di leadership, Rai Due vuole puntare a sperimentare nuovi linguaggi e Rai Tre a sottolineare la sua vocazione al racconto della realtà.
Fabrizio Piscopo, al vertice della struttura commerciale, ha affermato che secondo le previsioni Rai, il mercato nel 2016 dovrebbe crescere tra il 2 ed il 3%; saranno determinanti, oltre che le variabili della macroeconomia, anche l’atteggiamento per il momento ancora incerto di alcuni settori degli investimenti, in primis le telecomunicazioni.

Innovazione tecnologia in Rai Pubblicità
Presentando la nuova offerta e due nuovi servizi innovativi per il mercato, l’amministratore delegato di Rai Pubblicità ha raccontato come è andata e come sta andando la raccolta pubblicitaria. Nel periodo agosto-dicembre 2015 la concessionaria è cresciuta del +12,5%, posizionandosi al di sopra della media del mercato (+5,3%). Il 2015 ha chiuso con un + 2,8% e anche il 2016 è iniziato bene. A gennaio la concessionaria ha conseguito un saldo positivo del 5% e a febbraio dell’8%. Sanremo ha reso 25 milioni e il listino di aprile e maggio segna un +2,5%. In vista degli Europei di calcio e delle Olimpiadi brasiliane di Rio de Janeiro, le prospettive sono rosee e Rai Pubblicità potrà chiudere il 2016 a quota +6% con 700 milioni di raccolta.
“Abbiamo deciso di investire sull’innovazione tecnologica di alcuni servizi” ha sottolineato Piscopo. Tra le principali novità in cantiere c’è l’’introduzione di Cross Audience Tool, nuovo sistema dedicato alla misurazione dei piani media cross-mediali, commissionato da Rai Pubblicità a Gfk e Mediasoft e il nuovo Open Square per assistere i clienti in tempo reale. Il primo consentirà di pianificare in una logica multimediale in maniera molto più precisa e consapevole, a seconda dei risultati raggiunti.
Open Square invece è una piattaforma di prevendita online degli spazi in un’ottica di automatizzazione dedicata a clienti e centri media. Dotata di filtri di ricerca per target e settore, renderà possibile visualizzare percorsi ed esiti di tutte le pianificazioni effettuate. “Vogliamo creare una piattaforma condivisa dai nostri clienti, che potranno accedere all’offerta in una maniera sempre più trasparente ed efficiente e sempre più assistiti dalla rete commerciale”.

Sanremo 2016 social: un milione di messaggi in più rispetto al 2015
Quasi 4 milioni di messaggi da oltre 532.100 autori unici: la 66esima edizione del Festival della canzone italiana ha registrato un forte seguito sui Social Network. Dall’indagine firmata da Blogmeter emergono numeri importanti. Durante la finale sono stati collezionati 680.500 messaggi (+19% rispetto al 2015) con due picchi di citazioni, il primo in occasione dell’annuncio dei finalisti e il secondo con la proclamazione dei vincitori, gli Stadio. Proprio in concomitanza di questi due picchi il sentiment negativo ha superato quello positivo, dato che testimonia la non totale approvazione della scelta della Giuria da parte degli utenti del social web. Tra gli hashtag più utilizzati oltre a quello ufficiale della manifestazione, #Sanremo2016 citato 2.5 milioni di volte, numerosi sono quelli che fanno riferimento ai titoli delle canzoni in gara, #sanremoarcobaleno e #SanremoCeres. Per quanto riguarda i conduttori, il più citato è Gabriel Garko, che grazie alla sua autoironia ha generato un’esplosione di engagement registrando oltre un milione di interazioni, anche se a livello di sentiment è stato il meno apprezzato.
Dando infine uno sguardo alle performance dei profili ufficiali del Festival, il canale più efficace si è rivelato Facebook dove sono state totalizzate ben 1,4 milioni di interazioni durante i 5 giorni; segue Twitter con un total engagement pari a 282.000 interazioni, mentre Instagram è fanalino di coda, con solo 109.000 di total engagement. I contenuti che più hanno catturato l’attenzione degli utenti differiscono sui tre social: mentre su Facebook vince il post dedicato al musicista Ezio Bosso, su Twitter e Instagram a trionfare sono i due youtuber Benji & Fede.

“Contents”, contenuti e crossmedialità per Rai Pubblicità ultima modifica: 2016-03-10T11:14:20+00:00 da Cecilia Cantadore
IQ Test WIFI

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!