Facebook Impersonation Checkpoint: la funzione che blocca gli impostori

Facebook Impersonation Checkpoint è la nuova funzione che avvisa l’utente nel caso che qualcun altro usi il suo nome o le sue foto del profilo

Gli impostori di Internet non saranno contenti di scoprire che Facebook sta investendo per fermare le loro attività di furto.
Il social network sta lavorando a nuove funzionalità per targettizzare i profili degli impostori e per individuare i ladri di account, secondo quanto riporta un articolo di Mashable.
Il tool “Facebook Impersonation Checkpoint” è studiato per avvisare l’utente nel caso che qualcun altro usi il suo nome o le sue foto del profilo. Una volta ricevuto l’alert, l’utente dovrà quindi confermare una situazione corretta o segnalare l’irregolarità. Gli account segnalati saranno rimossi da Facebook. Quindi, nonostante gli alert partano in automatico, sarà poi proprio una persona fisica che giudicherà la situazione e cancellerà i troll manualmente. Facebook avrebbe confermato questi dettagli a NBC News.
Il social ha infatti ricevuto numerose lamentele dagli utenti per il fatto di essere pieno di impostori e di persone che non rispettano la sua policy, che recita: “Facebook è una community in cui le persone usano le loro identità reali. Le persone devono usare il nome che usano nella vita reale, in modo da sapere con chi ci si sta connettendo e mantenere la community un luogo sicuro”.
Questa funzionalità è stata in fase di test dallo scorso novembre e ora è già disponibile per il 75% degli utenti Facebook in tutto il mondo, e sarà diffusa ulteriormente.

Facebook Impersonation Checkpoint:


Facebook Impersonation Checkpoint: la funzione che blocca gli impostori - Ultima modifica: 2016-03-31T12:48:49+00:00 da Cecilia Cantadore
e-book guida ecm

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!