Durante il tanto atteso keynote di fine estate Apple ha mostrato al grande pubblico la sua nuova linea di dispositivi mobili, seducendo i consumatori con tre diverse proposte la cui punta di diamante risponde al nome di iPhone XS.

iPhone XS iPhone XS Max

Non era semplice stupire i consumatori dopo l’innovativa presentazione dell’anno scorso, grazie all’introduzione sul mercato dell’iPhone X, un dispositivo unico e moderno che è ben presto divenuto l’iPhone più venduto della compagnia dalla sua fondazione ad oggi. Non male per un dispositivo che superava i mille euro nel mercato italiano, ma che in quello globale ha fatto faville tanto da guadagnarsi il titolo di smartphone più venduto in assoluto nei primi tre mesi di questo 2018.

Come poteva Apple mantenere la stessa linea anche nella nuova gamma?
Difficile da ipotizzare, eppure come al solito l’azienda fondata da Steve Jobs è riuscita ancora una volta a proporre dispositivi di fascia alta che non tradiscono le aspettative: scopriamo subito tutte le declinazioni della nuova generazione di iPhone.

iPhone XS, XS Max e XR

Esattamente come preannunciato dalla strabordante fuga di notizie che ha visto un crescendo fino a poche ore prima della diretta della presentazione, i nuovi iPhone sono 3, e prendono il nome di :

  1. iPhone XS;
  2. iPhone XS Max;
  3. iPhone XR.

Il primo è il vero erede del mastodontico iPhone X del decimo anniversario di Apple, il front runner che mantiene dimensioni fedeli alla tradizione di Cupertino nei suoi 5.8 pollici, ma che custodisce al suo interno tutta la tecnologia più avanzata della mela.

Novità nel settore dei device extra large made in Cupertino: quest’anno il phablet di Apple non è un modello Plus, bensì Max, dal momento che presenta una differenza solo nella grandezza e risoluzione del display che arriva ai 6.5 pollici, conservando le stesse sostanziali specifiche tecniche di suo fratello minore.

Si chiude la triade con un modello cosiddetto low cost, che di profilo basso ha davvero ben poco: non iPhone 9iPhone XC come ipotizzato, ma iPhone XR che rappresenta un incrocio “economico” tra i primi due modelli, con una diagonale intermedia di 6.1 pollici e materiali non premium come nelle versioni principali.

Design nuovi iPhone

Gli iPhone 2018 di Apple possono contare sulla rinomata estetica di alto livello, da sempre caratteristica della casa di produzione: iPhone XS è un elegante smartphone all-screen, con display Super Retina OLED che riprende le dimensioni del suo predecessore iPhone X, ed è avvolto in un profilo di solido e lussuoso di acciaio inossidabile, mentre nel retro viene protetto da un distinto strato di solido vetro.

Anche la versione phablet iPhone XS Max presenta un design borderless, che gli consente di ampliare il suo schermo Super Retina OLED mantenendo le dimensioni di un iPhone 8 Plus, anch’esso costruito con gli stessi materiali nobili della versione standard.

iPhone XR, invece, è dotato di un display LCD Liquid Retina di 6.1 pollici, manca di un sensore fotografico sulla parte posteriore rispetto ad iPhone XS ed iPhone XS Max ed è costituito da una scocca di acciaio.

Tutti conservano il notch lanciato da iPhone X, ma questa volta la tacca che protegge sensori anteriori e fotocamera per il riconoscimento del volto raccoglie ancor più componenti in uno spazio all’apparenza più ottimizzato.

iPhone XR

Scheda tecnica iPhone XS, XS Max e XR

Apple in genere non ama dare eccessivo focus alle caratteristiche tecniche dei suoi iPhone, se non quando si tratta di esporre componenti hardware migliorate, poiché da sempre il cavallo di battaglia del brand è la capacità di ottimizzare al massimo le risorse fisiche disponibili con un software impeccabile.
Ciò nonostante, sappiamo che iPhone XS è dotato di:

  • Display Super Retina da 5.8 pollici OLED con risoluzione 2436 x 1125 pixel e densità 458 ppi;
  • Processore A12 Bionic;
  • Tagli di memoria interna da 64, 256 e 512 GB;
  • Doppia fotocamera da 12 megapixel wide angle con diaframma f/1.8 + 12 megapixel teleobiettivo con apertura f/2.4 con stabilizzatore ottico;
  • Fotocamera anteriore da 7 megapixel con apertura focale f/2.2 e FaceID integrato;
  • Dual sim DSDS (Dual Sim Dual Standby);
  • Versione Dual Sim fisica destinata ai mercati orientali;
  • LTE;
  • Certificazione IP68;
  • Batteria che dura mezz’ora in più rispetto ad iPhone X;
  • Sistema operativo iOS 12.

Stesse caratteristiche per iPhone XS Max, che si differenzia solo per il Super Retina OLED display da 6.5 pollici con risoluzione 2688 x 1242 pixel e densità da 458 ppi, e la batteria dichiarata più longeva di quella di iPhone X di ben 90 minuti, oltre che per il peso massimo di ben 208 grammi.

Infine, iPhone XR possiede:

  • Display Liquid Retina LCD da 6.1 pollici con risoluzione 1792 x 828 pixel e densità 326 ppi;
  • Processore A12 Bionic;
  • Memoria da 64, 128 o 256 GB;
  • Fotocamera posteriore da 12 megapixel grandangolo con diaframma f/1.8;
  • Batteria che dura un’ora e mezza più di iPhone X;
  • Dual SIM DSDS;
  • LTE;
  • Certificazione IP67;
  • Sistema operativo iOS 12.

Motore e reti neurali

Come ogni anno, il nuovo iPhone porta con sé speciali funzioni esclusive che lo differenziano dagli altri modelli del passato e lo rendono più appetibile agli occhi dei consumatori ma quest’anno, come prevedibile, l’attenzione si è focalizzata molto sul Neural Engine del processore di Apple, che riesce a migliorare ancor di più l’intelligenza artificiale dei nuovi iPhone.

I nuovi iPhone XS e iPhone XS Max sono in grado di sfruttare le reti neurali per lo sblocco facciale più veloce e sicuro di sempre, supportati da un motore neurale a 8 core, capace di sfruttare il machine learning.
Il Neural Engine si occupa dello sblocco del telefono, delle regolazioni della fotocamera in shooting, del multitasking del dispositivo e della gestione della realtà aumentata, il tutto rendendo il telefono il 30% più veloce senza però inficiare sull’autonomia della batteria.

Anche le animoji si evolvono in una versione 2.0 che sfrutta il Real Time Machine Learning, riuscendo ora a riconoscere più muscoli facciali che le rendono più fedeli alle espressioni del viso.

Anche le applicazioni di nuova generazione e i giochi possono beneficiare del ricorso alla realtà aumentata, le cui immagini riescono ad essere oggi più dettagliate, realistiche ed ampie – eccezion fatta per la “fastidiosa” onnipresenza del notch.

La fotocamera intelligente

Le fotocamere di iPhone XS, iPhone XS Max ed iPhone XR possono contare tutte sul motore neurale del processore d’immagini, che riesce ora ad eseguire circa 1 trilione di operazioni nel solo ambito della fotografia.
Inoltre, l’intelligenza artificiale applicata alle fotocamere dei nuovi iPhone riesce ad unire l’acquisizione di scatti in cui predomina la luminosità a quelli in cui sono più marcate le ombre, combinandole nello stesso, perfetto scatto, che risulterà dettagliato e realistico grazie alla funzione Smart HDR.

La nuova fotocamera di Apple offre un effetto “Bokeh” entusiasmante, che può essere regolato a piacere dall’utente grazie alle impostazioni di profondità, regalando soggetti in primo piano incredibilmente dettagliati e sfondi dall’ampia sfocatura.

Prezzi e disponibilità

I nuovi iPhone sono disponibili al preordine dal 14 Settembre, arriveranno sul mercato italiano il 21 Settembre, ad un costo che parte da 1.189 euro per iPhone XS da 64 GB; 1.359 € per il 256 GB e 1.589 € per 512 GB.

Il prezzo parte da 1.289 euro per l’  iPhone XS Max da 64 GB,1.459 euro per il 256 GB e  arriva a 1.689 euro per il modello da 512 GB, mentre parte da 889 euro per iPhone XR.

Apple Watch 4: tutte le caratteristiche del nuovo smartwatch Apple

iPhone XS, XS Max e XR ufficiali: caratteristiche, prezzo e data di uscita ultima modifica: 2018-09-12T21:52:34+00:00 da Maria Grazia Tecchia

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!