PEC: i migliori servizi di posta elettronica certificata

La posta elettronica certificata è oggi uno strumento indispensabile per qualunque attività lavorativa: ecco cos’è e come funziona il servizio PEC.

La posta elettronica certificata è oggi uno strumento non solo utile ma anche indispensabile per aziende e professionisti: ecco i migliori servizi per attivare e gestire la cosiddetta PEC.

pec posta elettronica certificata

L’era digitale ha visto l’evolversi di numerosi strumenti di comunicazione: grazie alla rete internet abbiamo rivoluzionato il nostro modo di entrare in contatto non solo con amici e parenti, ma anche con enti, aziende e pubblica amministrazione.

Ma i canali di comunicazione che utilizziamo di solito per restare in contatto con i conoscenti non possono bastare per le comunicazioni ufficiali o di valore giuridico.
Per questo motivo è nata la PEC: la posta elettronica certificata, che permette ad un privato, a un’azienda o a un istituto di dimostrare l’autenticità del messaggio, trasmesso in tutta sicurezza da una casella e-mail registrata all’altra.

Negli ultimi mesi i servizi di PEC hanno registrato una forte impennata: merito della neo-obbligatoria fatturazione elettronica, in vigore ormai dal 1° gennaio, che ha come uno dei suoi pilastri fondamentali proprio la posta elettronica certificata.

Advertising

Ma cos’è nello specifico la PEC? Come possiamo essere sicuri dell’autenticità delle comunicazioni inviate via PEC e, soprattutto, quali sono i servizi più usati per gestire una casella di posta certificata?

Cos’è la PEC

Acronimo di Posta Elettronica Certificata, la PEC è uno strumento utile tanto ai privati, quanto alle aziende e ai professionisti che hanno bisogno di un canale di comunicazione sicuro e certificato.
La PEC è l’equivalente digitale della raccomandata cartacea postale: sostituisce quest’ultima e, in caso di processo giudiziario, ha valore legale e può essere impugnata in tribunale, quando la comunicazione è avvenuta tra due caselle di posta elettronica certificata.

La PEC può essere usata per sostituire la classica raccomandata, ma anche per stipulare contratti, per l’iscrizione ai concorsi pubblici, oppure per le comunicazioni alla pubblica amministrazione.
Si tratta di una speciale casella di posta elettronica a pagamento, per cui viene sottoscritto un abbonamento mensile o annuale a seconda del gestore, e può essere richiesta soltanto presso provider autorizzati dall’AgID.
I costi variano a seconda dell’offerta del fornitore, ma esistono ad oggi servizi che permettono l’apertura e il mantenimento di una casella PEC a costi abbordabili per tutti. In alcuni casi, inoltre, è possibile usufruire della PEC gratuita: parliamo di servizi destinati a professionisti iscritti a un ordine specifico, oppure di periodi di prova gratuiti messi a disposizione dai gestori per sperimentare in anteprima le caratteristiche della posta elettronica certificata.

La sicurezza delle comunicazioni via PEC

L’autenticità delle comunicazioni avvenute via PEC è garantita da un sistema sicuro ed affidabile che, a differenza delle trasmissioni tra caselle di posta elettronica tradizionali, verte su metodi di verifica e autorizzazione tra i diversi provider certificati.

Il funzionamento della PEC ne garantisce l’attendibilità e la non compromissione durante il trasferimento delle informazioni da una casella di posta all’altra.
Nello specifico, un messaggio scambiato tra due PEC prevede diverse fasi: innanzitutto il mittente compone il messaggio da inviare, e subito dopo l’invio il provider si occupa dell’autenticazione dello stesso. L’e-mail certificata viene quindi chiusa nella cosiddetta busta firmata di trasporto e, prima di approdare nel servizio del gestore destinatario attraverso la rete internet, viene testata per verificarne l’attendibilità.

Solo quando l’e-mail certificata sarà valutata attendibile, il messaggio contenuto nella busta di trasporto sarà recapitato nella casella del destinatario, pronto alla lettura.
Alcuni servizi di PEC consentono di ricevere una notifica di conferma sia per l’invio quanto per la ricezione del messaggio certificato da parte del destinatario, ed è possibile richiedere anche una conferma di lettura dell’e-mail certificata.
Infine, la posta elettronica certificata può essere utilizzata tanto da computer quanto da smartphone: grazie alle applicazioni dedicate è possibile gestirla dal telefono cellulare, oppure sfruttare un’applicazione e-mail già installata ma opportunamente configurata con i parametri della PEC in questione.

I provider più diffusi

Esistono svariati gestori autorizzati a fornire questo tipo di servizio, come ad esempio la nota PEC di Poste Italiane, ma in questo articolo vedremo tre dei servizi più apprezzati e diffusi del momento:

  1. Aruba;
  2. Legalmail;
  3. Register.

Aruba

La PEC Aruba è tanto famosa quanto diffusa: si tratta di un servizio perfetto sia per chi ha bisogno di una casella di posta certificata dalle dimensioni contenute, sia per chi invece ha necessità di utilizzarla per la corrispondenza a norma di legge di tutti i giorni.
Come per tanti altri fornitori, anche Aruba permette di scegliere il piano più adatto alle proprie esigenze, a scelta tra:

  • Standard;
  • Pro;
  • Premium.

Le caratteristiche del primo piano prevedono una casella di posta elettronica certificata della capienza di 1 GB, con un massimo di 500 destinatari per ogni messaggio certificato da inviare, e la possibilità di ricevere una notifica di consegna della mail. La PEC Aruba può essere gestita anche da smartphone tramite l’applicazione proprietaria, e lo scambio epistolare digitale può avvenire anche verso una casella mail non certificata. Il costo di questo profilo base Aruba è di 5 euro +IVA il primo anno, che aumenta a 6 euro +IVA dal secondo anno di utilizzo.
Il piano Pro, invece, prevede una capienza di 2 GB oltre a un archivio di 3 GB: l’archivio di sicurezza permette di conservare una copia della corrispondenza certificata, aspetto di non poca comodità per i professionisti e per le imprese.
Oltre alle caratteristiche del piano Standard, il Pro offre anche la notifica via SMS dell’invio, con un costo a partire da 25 euro all’anno +IVA.
Infine, il piano Premium consente l’uso di uno spazio di 2 GB e ben 8 GB dedicati all’archivio di sicurezza, con tutte le caratteristiche extra dei due piani precedenti.

Legalmail

Ecco un altro servizio molto diffuso: Legalmail permette di sottoscrivere abbonamenti per ogni evenienza, attraverso le offerte dei piani Bronze, Silver e Gold.
Il profilo di base Bronze mette a disposizione del cliente una casella di posta di 5 GB, con archivio di sicurezza, notifica via SMS, applicazione mobile disponibile, possibilità di invio fino a 500 destinatari e invio consentito anche a caselle non PEC, ad un costo di 25€ +IVA all’anno.
La seconda proposta prevede invece uno spazio di 8 GB al costo di 39€ +IVA, mentre il prospetto Gold consente di usufruire di 15 GB di spazio. È possibile provare le capacità della PEC di Legalmail per un periodo gratuito di 6 mesi.

Register

Anche Register offre un periodo di trial di 6 mesi, potendo poi scegliere tra il profilo Agile e Unica: il primo mette a disposizione una casella di 2 GB, con archivio di sicurezza, notifica SMS ed un massimo di 300 destinatari ad un costo di 25€ +IVA annui, mentre Unica offre più spazio con 3 GB disponibili a 1.98€ al mese +IVA, oppure 5 GB a 3.44€ al mese +IVA.


PEC: i migliori servizi di posta elettronica certificata - Ultima modifica: 2019-01-12T07:36:58+00:00 da Maria Grazia Tecchia

Giornalista, blogger e content editor. Ha realizzato il sogno di coniugare le sue due più grandi passioni: la scrittura e la tecnologia. Esperta di comunicazione online, da anni realizza articoli per il web occupandosi della tecnologia a più livelli.

Skin Fujitsu

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!