di Sara Fevola

Si chiama LuxExForma ed è un evento, alla seconda edizione, organizzato da Luxoro. In realtà è un momento di luce che abbaglia per il design e per le tecnologie messe in mostra, come le famose lamine dorate che impreziosiscono tutto, dalla carta alla plastica, dai libri agli ultimi device

Metti una sera estiva milanese. La città è alle spalle, davanti solo campagna. All’improvviso, una cascata di note pervade il crepuscolo. Un pianoforte chiama, vuole raccontare una storia. Ha un messaggio da dare. Seguiamo questo richiamo fino alle porte di Villa Arconati, splendido gioiello del FAI adagiato in un’atmosfera di bellezza senza tempo. Le sale a pian terreno sono aperte ad accogliere gli invitati. Luccichii d’oro attraggono lo sguardo sala dopo sala, in un percorso espositivo che culmina in una mostra artistica. L’appuntamento è di quelli imperdibili: si tratta di Interpretazioni d’Arte, il secondo rendez-vous con Luxoro e LuxExForma. La mostra raccoglie dieci opere del noto artista genovese Mario Benvenuto sul tema “Luce, Materia e Creazione”, tavole che vedono abbinati un’opera grafica e un racconto. Intenso è il lavoro di stampa dietro a ogni opera: dalla carta ai cliché (Hinderer + Muhlich), dall’utilizzo delle tecniche di impressione a caldo e a freddo all’ampio ventaglio di foil Kurz, l’obiettivo imperante era ed è quello di evocare emozioni nello spettatore, di indurre alla tridimensionalità dell’opera, di far emergere il concetto di bello. Di creare un incontro perfetto tra arte, creatività e know how tecnico. Ma la ricerca del bello perseguita da LuxexForma non si è fermata qui. Sfruttando appieno la splendida cornice di Villa Arconati, le tavole di Mario Benvenuto sono state oggetto di un’interpretazione teatrale a opera di Valentina Lattuada, che ha recitato i dieci racconti abbinati alle tavole, e di un’impagabile stage del Maestro Stefano Bollani che, seduto a un superbo mezzacoda, ha colto con una cascata di note jazz il fil rouge tra opere, pubblico e bellezza, raccontandolo in un dialogo senza paragoni.
“Da diversi anni siamo Corporate Golden Donor FAI perché abbiamo a cuore la valorizzazione e la bellezza del patrimonio artistico che il nostro Paese offre. Ecco perché quest’anno abbiamo scelto di sponsorizzare il Festival Estivo di Villa Arconati, un passo in più per cementare il nostro rapporto con l’arte”. Parole di Jana Kokrhanek, Amministratore Delegato di Luxoro, che prosegue: “Con LuxExForma indaghiamo le diverse forme espressive del bello: non solo stampa, quindi, ma anche musica e teatro. Tre rappresentazioni differenti e personali, ma legate indissolubilmente tra loro in un linguaggio artistico comune che vogliamo far conoscere al pubblico”.

LuxExForma: Luxoro interpreta l’arte e la bellezza ultima modifica: 2014-07-22T18:14:37+00:00 da Francesco Marino
Depositphotos 2017 May

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!