eSports che passione per il mondo delle quattro ruote che è sempre più attratto dal vivace ed accattivante universo degli eSports e gaming. È il caso della McLaren, che attraverso i propri canali ha ufficializzato l’espansione del suo programma McLaren Shadow Project, che avverrà con la sponsorizzazione di Logitech G, HTC Vive, Alienware e Sparco Gaming.


eSports Mclaren gaming Shadow Project

McLaren Shadow Project, eSports di corse

Dopo il successo conseguito della competizione Mclaren World’s Fastest Gamer vinta da Rudy van Buren (attualmente collaudatore del simulatore ufficiale per la McLaren F1), la scuderia automobilistica inglese rinnova il sodalizio con l’universo del gaming di livello assoluto, mettendosi alla ricerca di talenti da far scendere in pista (in modo virtuale, sia chiaro) attraverso una serie di competizioni promosse grazie ad alcuni simulatori disponibili per console (Forza Motorsport 7 su Xbox One), per PC (Rfactor2 e Iracing) e per mobile. (Real Racing 3, disponibile su Android e iOS).

McLaren Shadow Project, modalità di partecipazione

Aperta soltanto (ed esclusivamente) ai simracers che hanno compiuto 18 anni, la competizione si svolgerà a partire da agosto, protraendosi per l’intera estate; dopo aver superato le fasi iniziali di gioco, i vincitori di ciascuna delle tre piattaforme di gaming si contenderanno la semifinale, in programma a novembre, al McLaren Technology Centre (a Woking, presso l’area metropolitana di Londra). Il vincitore del McLaren Shadow Project (che verrà decretato a gennaio 2019) entrerà a far parte del team ufficiale F1 eSport della casa inglese, collaborando con il vero team F1 per sfidare online le migliori squadre del mondo.

eSports: i videogame da competizione di Formula 1

“Riteniamo che gli eSports e le competizioni del mondo reale abbiano tanto da apprendere l’un l’altro, e la competizione del 2017 è stata solo il principio. Il McLaren Shadow Project sarà la competizione di eSport più aperta e inclusiva a livello mondiale. Stiamo cercando i corridori virtuali più talentuosi di tutti i paesi”, le parole di Ben Payne, direttore eSports di McLaren.

eSports Mclaren gaming

La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia per l’OMS

 

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!