La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia mentale per l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ed è stata inserita nell’undicesima edizione della Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD), il testo ufficiale dell’OMS utilizzato dai medici come base per classificare e definire le malattie.

L’OMS ha finalizzato l’ICD-11 e ha confermato il disturbo da gaming, la dipendenza da videogiochi inserendolo negli standard medici di riferimento, dopo averlo già inserito in una prima bozza.

dipendenza da videogiochi

La dipendenza da videogiochi è una malattia mentale secondo l?OMS

La dipendenza da videogiochi è una malattia

Il “disturbo da gioco elettronico“, la dipendenza da videogiochi, è ufficialmente elencato insieme al gioco d’azzardo e ad altre anormalità causate da comportamenti che generano dipendenza. Come si legge nel testo, è caratterizzato da un modello di “comportamento di gioco persistente o ricorrente” incluso un controllo alterato sulla frequenza e la durata, priorità crescente data ai videogiochi rispetto ad altri “interessi di vita e attività quotidiane” e proseguimento del gioco nonostante le conseguenze negative. Il comportamento deve essere abbastanza serio da interferire con la vita familiare, sociale, educativa o professionale della propria vita e normalmente emerge dopo un periodo di un anno, sebbene possa arrivare prima. (E sì, si applica sia ai giochi online che offline.)

La dipendenza da videogiochi è una malattia come il gioco d’azzardo

Basta dare un’occhiata alla voce dell’ICD-11 sul “disturbo del gioco d’azzardo” e si trova un linguaggio quasi identico; In altre parole, la dipendenza da videogiochi è diventata così notevole che vale la pena includerla in un documento di riferimento medico globale, come indicato dall’OMS nella sua introduzione all’ICD-11. È stato incluso per la prima volta insieme a un altro disturbo di dipendenza: il Disturbo da Accumulo.

Dipendenza da videogiochi e gioco pericoloso

C’è un’altra condizione correlata che è nuova per nell’ICD-11: il gioco pericoloso. Separato dalla dipendenza da videogiochi, questo si riferisce a un modello di gioco che “aumenta il rischio di conseguenze dannose per la salute fisica o mentale per l’individuo o gli altri intorno al tale individuo”. Ciò potrebbe derivare dal tempo speso immersi nel gioco, o trascurando altre priorità, o da comportamenti a rischio associati ad esso (come, ad esempio, dimenticando di mangiare o dormire).

Dipendenza da videogiochi le polemiche dei produttori di videogame

All’epoca in cui la bozza dell’ICD-11 è stata rilasciata a dicembre, il gruppo commerciale Entertainment Software Association ha criticato l’inclusione del “disturbo da gaming”, affermando che “incautamente banalizza i veri problemi di salute mentale”. Un gruppo di oltre 30 scienziati e ricercatori sulla salute mentale hanno pianificato di co-firmare un articolo in un numero a breve in uscita del Journal of Behavior Addiction contro l’inclusione nel testo di tale presunta patologia, ha sottolineato Gamasutra.

Dipendenza da videogiochi cosa significa

I medici non inizieranno necessariamente a diagnosticare la patologia usando queste definizioni della dipendenza da videogiochi fin da subito. L’OMS deve prima approvare la versione finale durante una riunione del consiglio e l’Assemblea Mondiale della Sanità il prossimo anno, con gli Stati membri che dovrebbero iniziare a utilizzare l’ICD-11 il 1 ° gennaio 2022. Ma dato che la versione precedente era stata ultimato nel 1992, dopo un processo durato un decennio, il nuovo standard potrebbe essere utilizzato per i decenni a venire.

Smartphone: le notifiche danno dipendenza come l’oppio

 

La dipendenza da social network provoca isolamento sociale: uno studio universitario

Google vuole limitare la dipendenza da tecnologia col Digital Wellbeing

 

 

La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia per l’OMS ultima modifica: 2018-06-20T07:26:26+00:00 da Web Digitalic
Depositphoto Agosto 2018

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!