Do not Disturb. Il mondo resta fuori

Tutto il mondo fuori. Elimina ogni interferenza del mondo esterno, suoni, luci e con le sue punte minacciose avvisa i vicini che non vogliamo essere disturbati, che non si devono avvicinare al nostro cerchio del silenzio. Questo è “One Sense” un’invenzione del Designer Joe Doucet. Anche agli amanti più appassionati di tecnologia sarà capitato, almeno […]

Tutto il mondo fuori. Elimina ogni interferenza del mondo esterno, suoni, luci e con le sue punte minacciose avvisa i vicini che non vogliamo essere disturbati, che non si devono avvicinare al nostro cerchio del silenzio. Questo è “One Sense” un’invenzione del Designer Joe Doucet.

Anche agli amanti più appassionati di tecnologia sarà capitato, almeno una volta, di sognare una fuga temporanea in un mondo totalmente analogico. Lontani da banda larga, zone wi-fi, e cellulari, la mente potrebbe riposare. Il bombardamento di informazioni che ci colpisce da migliaia di fonti e dispositivi può, in effetti, logorare.

Deve esserne profondamente convinto anche Joe Doucet che ha così deciso di intervenire, creando One Sense [http://www.joedoucet.com/]. L’immagine lascia capire abbastanza agevolmente il suo scopo: garantire serenità, concentrazione e calma a chi avrà il coraggio di indossare questa “maschera”, persino in un open-space di una grande azienda.

Interferenze esterne addio, almeno per un po’ di tempo, con questo oggetto di design che pare più una dichiarazione programmatica, che un possibile futuro “must have”.

“One Sense simboleggia il bisogno umano di momenti di pace e tranquillità”, ammette lo stesso Doucet.

Per chi fosse interessato a una prova di persona, l’appuntamento è al Meet My Project [https://www.meetmyproject.com/] di Milano, dal 17 al 21 aprile.

Attenzione però al possibile effetto collaterale: rendere davvero poco tranquillo e rilassato chi vi incontrerà.


Do not Disturb. Il mondo resta fuori - Ultima modifica: 2012-04-07T09:15:47+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!