Secondo Gartner, la distribuzione di PC è crollata del 5.7% nel terzo trimestre del 2016 passando a 68.9 milioni di unità; è l’ottavo trimestre consecutivo in discesa, il declino più lungo della storia del comparto.
Tra le cause, la scarsa richiesta sia in ambiti educativi che nei mercati emergenti. Ma c’è di più: “Il PC non è più un dispositivo di primaria importanza per la maggior parte dei consumatori. Non si ha più il bisogno di avere sempre l’ultimo modello e tenerlo sempre aggiornato come invece accadeva un tempo” racconta Mikako Kitagawa, analista della Gartner.
La minaccia arriva dagli smartphone che hanno cicli di upgrade molto più aggressivi e competono di diritto con i desktop e i laptop per compiti meno intensivi rispetto a quelli che si eseguono al PC. Ma anche i tablet si fanno largo e sono sempre più potenti. Basti pensare ad Apple e alla linea iPad Pro che punta a spodestare i laptop.
L’industria dei PC è sotto pressione. HP, Dell e Asus hanno avuto una crescita lieve, mentre Acer, Apple e Lenovo sono tutte in calo, Apple – in particolare – ha visto un calo a due cifre. Il resto del mercato dei pc è in calo del 16%.
Il mercato sta puntando verso dispositivi 2 in 1, in particolare negli USA. I notebook più economici sono sempre più attraenti per i consumatori, man mano che i vecchi computer ingombranti vengono dismessi.

Mercato: i pc segnano -5,7% nel Q3 2016 ultima modifica: 2016-10-13T11:43:26+00:00 da Web Digitalic
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!