Nel corso degli ultimi sei anni i telefoni Nexus di Google hanno rappresentato il modello ideale di quello che Google riteneva potesse essere l’esperienza Android. La società californiana aveva stretto una partnership con produttori di hardware come HTC, Samsung, Motorola, LG per poi installare su questi dispositivi un software 100% Google. Attualmente Nexus è stata soppiantata da HTC, la quale si è dedicata alla realizzazione dell’hardware di Pixel e Pixel XL per conto di Google.

Gli smartphone della linea Pixel sono molto simili tra loro e vengono proposti in due misure, una media (da 5 Pollici e display da 1080 x 1920) e una più grande (5.5 pollici e display da 1440 x 2560). Entrambi hanno un processore Snapdragon 821 e 4GB di RAM. Il look è solido e ricorda quello degli iPhone. Il Pixel standard ha una batteria da 2770 mAh, l’XL una da 3450 mAh. Il case è in alluminio e c’è una sezione posteriore in vetro che serve da scanner per le impronte digitali.

Fotocamera Google Pixel
La fotocamera è il fiore all’occhiello del prodotto di Google ed è a 12.3 megapixel. All’interno una funzione permette di scattare scatti consecutivi (come se fosse la modalità sport) e il software seleziona automaticamente le migliori in termini di nitidezza e luminosità. Degno di nota è anche lo stabilizzatore dei video. Per chi acquista un telefono Pixel Google offrirà spazio di storage illimitato per foto alla massima risoluzione su Google Photos.

Pixel sarà il primo dispositivo ad avere il Google Assistant integrato. Inoltre avrà la video chat Duo inclusa.
Ma non finiscono qui i servizi messi a disposizione: un customer care funzionante 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, contattabile telefonicamente oppure via chat, con il quale sarà possibile condividere delle schermate dal dispositivo in tempo reale.
Pixel sarà anche il primo a potersi avvalere del sistema di realtà virtuale Daydream VR e chi ordinerà Pixel in prevendita, godrà del bonus di un set di auricolari Daydream VR.
I due Pixel saranno disponibili in nero, alluminio e – per un periodo limitato – in blu. Il prezzo parte da 650 dollari (vi ricordiamo che i prezzi sono sempre riferiti al mercato americano, più economico rispetto a quello europeo). La prevendita è iniziata il 4 ottobre, ma non ci sono ancora notizie più dettagliate in riferimento alle date di consegna.

Assistant
Sundar Pichai – CEO di Google – parla di una migrazione mondiale da mondo mobile a mondo dell’AI. E Google Assistant vuole diventare un protagonista di questa trasformazione.
L’Assistant è una sorta di segretario personale al quale è possibile chiedere informazioni riguardo ai vostri appuntamenti, impegni o meeting di lavoro. Ovviamente, più saprà di voi più diventerà abile nell’esservi d’aiuto, ma in cambio richiederà che gli vengano forniti dati sempre più dettagliati e precisi.
L’Assistant verrà impiegato sia in ambiente mobile che in ambiente domestico. Sul telefono basterà tener premuto il pulsante home o usare la parola d’ordine impostata da voi per accedervi. Potrete chiedergli, ad esempio, di mostrarvi tutte le foto scattate in un determinato giorno o mese e lui cercherà le foto che avrete caricato su Photos. Potrà informarvi sugli eventi attorno a voi, a seconda degli interessi che avete dimostrato con le vostre ricerche oppure file salvati. Potrete sfruttarlo per mandare messaggi, ma anche per fare prenotazioni al cinema, a teatro o al ristorante.

Daydream
Il sistema di realtà virtuale Google non è molto diverso da quello di Samsung Gear VR, almeno nella forma, ma nei materiali è tutta un’altra cosa. Sono stati utilizzati tessuti morbidi per realizzarlo e indossarlo ricorda più un pezzo di stoffa anziché un casco o un’armatura. Pesa il 30% in meno rispetto ai competitor e funziona anche se indossate occhiali graduati. Ha un controller con un paio di pulsanti, un touchpad e sensori di movimento. Potrà funzionare con Google Play Movies, YouTube, StreetView, e Google Photos.
In fase di lancio, Daydream verrà proposto in grigio, bianco e rosso scarlatto e avrà un costo di circa 80 dollari.

Google Wi-Fi
Un router con un sistema smart a punti multipli. Sarà possibile collocare router multipli in ogni punto della casa in cui vi farà comodo averne uno e Google gestirà in modo intelligente a quale router sarà opportuno che vi connettiate per godere della migliore velocità. Il settaggio si farà via app.
La prevendita inizierà a novembre e una confezione singola costa circa 130 dollari mentre un kit da tre si aggirerà attorno ai 300 dollari.

Chromecast Ultra
Una chiavetta per lo streaming che supporta 4K, video HDR e Dolby Vision. Ha una porta Ethernet ed è 1.8x più veloce. Farà lo stream dei video di Youtube e Google Play Movies a 4K. Costa circa 70 dollari.

Google Home
In buona sostanza si tratta della versione Google di Amazon Echo, ma sembra essere molto più versatile. Serve per riprodurre musica, eseguire compiti, ottenere risposte da Google e persino gestire i gadget connessi al sistema. Ha un look moderno, il che non guasta.
Nella parte superiore del sistema è stato collocato un touchscreen attraverso il quale sarà possibile aggiustare i settaggi delle funzioni quando non si ha voglia di comunicare. Inoltre, ha una serie di microfoni in grado di riconoscere il parlato anche in ambienti rumorosi. Quindi, quando vorrete chiedergli di lanciare la canzone che avete voglia di ascoltare basterà fornirgli una frase con delle chiavi di ricerca che gli permettano di trovare il pezzo che avete in mente. Nel caso in cui non riuscisse a portare a termine l’operazione che gli avete richiesto, vi proporrà una risposta alternativa, ad alta voce.
Nel caso in cui vorrete fornire all’Assistant l’accesso ai vostri dati personali potrete ricevere un briefing giornaliero delle vostre attività e programmi. Inizialmente funzionerà con Nest, Philips Hue, IFTTT e Samsung in modo da permettervi di interagire con i vostri oggetti smart e attraverso Chromecast riprodurrà video, programmi o film tv o la musica. Una volta collocati i sensori di Home in diverse stanze, farà da filodiffusione per la vostra musica preferita.
Home parte da 130 dollari e avrà un trial di sei mesi di YouTube Red. La prevendita è iniziata il 4 ottobre, ma nei negozi arriverà il 4 novembre. È disponibile in sette colori, così che possa abbinarsi alla perfezione alla vostra casa.

Pixel: il nuovo smartphone di Google, in 2 misure ultima modifica: 2016-10-06T07:24:00+00:00 da Web Digitalic
Accenture Cristina

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!

Entra nella commmunity di Digitalic, seguici!