Allarme Google, ogni giorno 18 milioni di mail pericolose sul coronavirus

Gli hacker sperano di sfruttare le peggiori paure delle persone constatando un’opportunità nello scoppio dell’epidemia da COVID-19

Non si placa l’emorragia di mail dannose sul coronavirus. Ad allarmare con un dato quasi sconcertate è niente meno che Google. Gli hacker usano la paura e le promesse di incentivi finanziari per ingannare le persone. Ed ogni giorno Big G registra 18 milioni di mail che partono da account di phishing ormai tramutati in account legati al COVID-19.

Email truffa sul coronavirus

Evidente quanto gli hacker sperano di sfruttare le peggiori paure delle persone constatando un’opportunità nello scoppio dell’epidemia da coronavirus. Queste e-mail, che contengono malware o tentativi di phishing, si aggiungono ai 240 milioni di messaggi di spam correlati al COVID-19 che Google intercetta ogni giorno.

Gli attacchi di phishing e le truffe che stiamo osservando utilizzano sia la paura che gli incentivi finanziari per creare un urgenza al click e cercare di indurre gli utenti a rispondere“, ha affermato Google.

Alcune e-mail impersonano agenzie governative come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per cercare di sollecitare donazioni fraudolente o installare malware. Alcuni prendono di mira le piccole imprese con truffe legate a pacchetti di incentivi, mentre altre si mascherano da aziende e cercano di rubare informazioni personali dai dipendenti impegnati in smart working.

Mail pericolose sul coronavirus

mail dannose sul coronavirus

I nostri modelli di [machine learning] si sono evoluti per comprendere e filtrare queste minacce e continuiamo a impedire a oltre il 99,9% di spam, phishing e malware di raggiungere i nostri utenti“, spiega Google. Questa è la solita attività degli hacker, che usano sempre gli eventi attuali per ingannare le loro vittime.

Gli esperti di sicurezza affermano che una delle tattiche di hacking in più rapida crescita è quella di utilizzare la crisi del coronavirus come uno stratagemma. Google consiglia di non scaricare file non riconosciuti, confermando la legittimità degli URL prima di fornire le informazioni di accesso e inoltre di fare un controllo di sicurezza per proteggere gli account.


Allarme Google, ogni giorno 18 milioni di mail pericolose sul coronavirus - Ultima modifica: 2020-04-17T11:35:47+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Packaging Premiere

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!