Un’azienda su 5 subisce il furto delle proprie idee

Furto di idee: un’azienda su cinque lo subisce. È enorme il numero delle aziende manifatturiere che a causa di malware, vulnerabilità software

Una su cinque. È enorme il numero delle aziende manifatturiere che a causa di malware, vulnerabilità software, furti di notebook si sono viste sottrarre le loro idee, i progetti, le proprietà intellettuali Secondo una ricerca condotta a livello mondiale da Kaspersky Lab su un campione di IT manager aziendali, il 21% delle aziende manifatturiere lo scorso anno ha subito una perdita di proprietà intellettuale (IP). I malware costituiscono la causa più comune di perdita di dati, seguiti dalle vulnerabilità dei software, il furto di dispositivi mobili e le intrusioni nella rete.
In una economia globale altamente competitiva, le aziende diventano leader o falliscono in base a margini di profitto molto sottili. Il più delle volte, posizioni di dominio del mercato derivano da idee di R&D oppure da soluzioni high tech brevettate che possono aiutare le aziende a produrre in modo più efficiente rispetto ai propri concorrenti.

Se un competitor è capace di acquisire una nuova idea senza doversi assumere i costi di R&D iniziali, allora potrà godere di un significativo vantaggio in termini di business.
Alle aziende manifatturiere è assolutamente chiara l’importanza di assicurare la propria proprietà intellettuale.

La ricerca ha messo in evidenza come i produttori identifichino nelle “Informazioni Operative Interne” e nella “Proprietà Intellettuale” le due tipologie di dati non finanziari che temono maggiormente di perdere. E’ interessante poi notare come i produttori classifichino le perdite delle “informazioni relative ai clienti” tra quelle di minore importanza, soprattutto perché le aziende produttive all’inizio tendono a non tenere traccia di queste informazioni.
Il 23% dei produttori intervistati ha individuato nei malware la causa più frequente della più grave perdita di dati in cui sono incorsi negli ultimi 12 mesi. I produttori hanno elencato altre cause relative alla perdita di dati tra cui “vulnerabilità del software” (8%), “Intrusione nel network” (8%), “Perdita di informazioni su Dispositivi Mobili” (5%) e “Attacchi Mirati” (3%).
Furto di idee


Un’azienda su 5 subisce il furto delle proprie idee - Ultima modifica: 2014-08-13T18:20:36+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!