Aggiornamento Windows 10, arriva 2004 con importanti cambiamenti

Inizia distribuzione del nuovo mega-aggiornamento di Windows 10 con nuova grafica e nuove icone

Aggiornamento Windows 10 in arrivo. L’update del sistema operativo Microsoft porta con sé importanti novità, dalla grafica delle icone a Edge Chromium migliorato. Si chiamerà “2004“. Composto dalle prime due cifre dell’anno nel quale è stato rilasciato (2020) seguito dal mese di Aprile (04). Che in realtà sarà però maggio (27 o 28 si vocifera). Nella versione rivista ci sarà un nuovo set di icone che riguarderanno, in primo luogo, le applicazioni ‘native’ del sistema operativo (la suite Office, l’esplora file, il bloc notes e altro). Obiettivo è rendere più appetibili, anche dal punto di vista grafico, queste applicazioni.

Il browser nativo di Windows 10 cambia faccia e diventerà obbligatorio scaricarlo (non per questo usarlo). Avrà comunque caratteristiche nuove, come il miglioramento della velocità di carica delle pagine, una maggiore interazione con la suite Office e altre feature che di volta in volta ne renderanno più facile l’utilizzo. Si integrerà anche con Microsoft Teams.

Aggiornamento Windows 10, ci sarà più spazio

Poi il cambiamento più importante.  Finora Windows 10 riservava a se stesso uno spazio nell’hard disk che non poteva essere toccato dall’utente. Tale sistema fu introdotto qualche tempo fa provocando però reazioni contrastanti tra gli utilizzatori del sistema operativo. Con la release 2004, questo spazio riservato diventerà opzionale e l’utente potrà disattivarlo. Il vantaggio sarà quello di avere più spazio nella memoria di massa, in particolare sui laptop che usano hard disk SSD con minore capacità di archiviazione.

aggiornamento windows 10

Inoltre secondo le informazioni fornite da Microsoft, si avranno anche prestazioni migliori con i giochi, grazie alle modifiche che ci saranno nel sistema di indicizzazione. Chi utilizza hard disk a stato solido, poi, avrà miglioramenti complessivi sia per la velocità di archiviazione, sia per la ‘richiesta’ di elaborazione e gestione dei file. I filmati saranno più fluidi e si dovrebbe riscontrare una minore latenza. A questo penserà il nuovo driver DirectX 12 Ultimate.

Insieme a queste nuove funzionalità, Windows 10 release 2004 supporterà anche i nuovi processori AMD Ryzen della serie 4000 e anche i processori Intel di decima generazione. I nuovi sistemi dovranno essere a 64 bit e presto Microsoft abbandonerà il supporto ai processori a 32 bit. Questo non vuol dire che siano inutilizzabili, solo che le migliori prestazioni sono riservate al 64 bit e alla specifica versione di Windows 10.

E finalmente si avrà la possibilità di ripristinare il sistema operativo senza dover creare un nuovo disco di avvio, o senza utilizzare il supporto di chiavette Usb.

Cambia l’idea di open source

Cambia anche la prospettiva della casa di Redmond sull’open source. Lo ha spiegato Brad Smith, presidente di Microsoft, ammettendo di “aver sbagliato tutto” e annunciando così di aver deposto le asce di guerra rispetto al software a sorgente aperto: “Eravamo dal lato sbagliato della storia – ha detto – ed ora siamo dei sostenitori di questo sistema“. Non a caso, Microsoft ha finanziato e sviluppato in proprio vari progetti open source, a partire dall’acquisizione di GitHub: “Lo riteniamo la casa dello sviluppo dell’open source e pensiamo sia nostro dovere rendere questa software house una residenza sicura e produttiva“.


Aggiornamento Windows 10, arriva 2004 con importanti cambiamenti - Ultima modifica: 2020-05-27T13:00:34+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!