Tesla Autopilot 8.0, più sicuro grazie al radar

Tesla ha rilasciato il software Autopilot 8.0 e ha aggiornato il sensore che elabora il segnale e interpreta le immagini ricevute dai radar di bordo

Tesla ha rilasciato Autopilot 8.0 , che sarà reso disponibile in un paio di settimane. La versione 8.0 del software include aggiornamenti del sensore che elabora il segnale e interpreta le immagini ricevute dai radar di bordo.

L’aggiornamento è incentrato sulla componente radar del sensore del sistema Autopilot, che passa attraverso una parte complementare alla tecnologia generale ed è progettato per integrare le telecamere ad un sensore di controllo primario che – a detta dello stesso Elon Musk – dovrebbe evitare incidenti come quello fatale del Model S in cui il pilota Josh Brown ha perso la vita lo scorso maggio. “Stiamo rendendo sempre più efficace l’uso dei radar” spiega Musk. “Ora abbiamo i mezzi per prevenire interruzioni della guida improvvise”.

Con questo aggiornamento, videocamera e radar lavoreranno simultaneamente, al fine di rilevare ed evitare gli ostacoli. Una lista di eccezioni, come i segnali stradali e i ponti, impedirà falsi positivi – e di conseguenza l’attivazione della frenata automatica senza motivo. Il radar da solo potrà attivare una frenata senza che venga richiesta l’interazione con la telecamera per distinguere un potenziale oggetto.

Musk ha spiegato che il nuovo sistema è in grado di “Individuare qualsiasi oggetto metallico, qualsiasi cosa sia larga o densa e quindi frenare”. Se Autpilot è attivo, il sistema prevederà la rotta dell’auto e in seguito produrrà una frenata graduale molto più confortevole e sicura; nel caso in cui l’Autosteer non fosse coinvolto, risulterà come una frenata di emergenza che mitigherà le collisioni se proprio non dovesse essere in grado di evitarle del tutto.
Il sistema frena anche nel caso in cui non riuscisse ad identificare la natura di un oggetto, e lo fa persino in condizioni di nebbia, fumo, pioggia o visibilità ridotta da altri agenti esterni. È su questa base che da Tesla fanno sapere che in futuro l’incidente come quello avvenuto a Brown, potrebbe essere evitato.

Il nuovo Autopilot di Tesla fa rimbalzare il segnale radar al di là della carreggiata o dei suoi dintorni e riceve indietro un segnale di eco che fornisce una visione d’insieme di ciò che c’è attorno al veicolo, anche di ciò che è alle sue spalle, conferendo così capacità “sovraumane” nella rilevazione degli oggetti. Registrerà inoltre i falsi positivi utilizzando la rete dei veicoli della flotta, geo-codificando tutto quello che non è distinguibile in schede per prevenire frenate non necessarie.

L’upgrade completo di Autosteer verrà eseguito con software via etere e sarà gratuito per chi è già proprietario di una Tesla a partire dal 2014, perché questi mezzi sono già predisposti all’hardware dei radar. Sempre secondo Musk, far sì che la nuova potenza di calcolo si adatti all’hardware esistente di un veicolo sarà una sfida interessante, ma è fiducioso del fatto che Tesla possa riuscire anche in questa nuova missione. A tal proposito aggiunge: “Crediamo che Autopilot 8.0 avrebbe potuto salvare la vita di Josh Brown, se solo fosse già stato disponibile. Ci tengo a sottolineare che ciò non significa sicurezza assoluta. L’obiettivo di una perfezione in ambito di sicurezza è qualcosa di impossibile da raggiungere in un ambiente in cui ogni variabile è una continua incognita, ma il miglioramento delle probabilità è il meglio che si possa ottenere”.

Tra e altre novità, Autopilot 8.0 include un nuovo meccanismo di sicurezza che disabilita l’Autopilot se un conducente ripetutamente ignora gli avvertimenti volti a fargli rimettere le mani sul volante. Ciò verrà imposto perché, secondo Musk, sono i piloti esperti a trascurare alcuni aspetti della guida sicura, a differenza dei neofiti che hanno un livello di attenzione sempre alto.
L’aggiornamento non è sicuramente la panacea di tutti i problemi relativi alla sicurezza, ma rappresenta un notevole progresso.

AutoPilot 8.0 è un compagno di viaggio all-in-one che offre un monitoraggio completo di un’ampia varietà di informazioni tra cui le condizioni atmosferiche, l’orario corrente e lo stato dell’andatura.

Tesla Autopilot 8.0


Tesla Autopilot 8.0, più sicuro grazie al radar - Ultima modifica: 2016-09-13T08:30:52+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!