Google DeepMind: ecco le due grandi aree di innovazione

DeepMind, il laboratorio di ricerca acquisito da Google per 400 milioni di sterline che ha sede a Londra, non fa che ampliare il proprio raggio di azione e non vuole limitarsi allo sviluppo di forme sempre più sofisticate di intelligenza artificiale.

DeepMind, il laboratorio di ricerca acquisito da Google per 400 milioni di sterline che ha sede a Londra, non fa che ampliare il proprio raggio di azione e non vuole limitarsi allo sviluppo di forme sempre più sofisticate di intelligenza artificiale.
Il CEO e co-fondatore di DeepMind – Demis Hassabis – ha spiegato che DeepMind sta facendo esperimenti con l’aspetto e il gusto del proprio ufficio, situato in un enorme edificio di proprietà di Google a King’s Cross, nel centro della capitale del Regno Unito.
“Stiamo portando avanti due tipi di esperimenti, uno è ovviamente legato all’AI, mentre l’altro punta all’innovazione della nostra cultura e del nostro ambiente lavorativo, al fine di creare le migliori condizioni possibili per le scoperte scientifiche e le innovazioni. Ci stiamo dedicando ad ogni tipo di sperimentazione, dai progetti di management, al modo in cui ottimizzare gli spazi che abbiamo a disposizione nell’edificio in cui abbiamo la sede. E tutto sembra procedere proprio al meglio”.
La DeepMind, che attualmente è sotto Google Alphabet, aveva gli uffici a King’s Cross, ma si è spostata nella nuova sede di Google, che ha spazio sufficiente per qualcosa come 4.000 persone.
Alla società sono stati dedicati due piani a Pancras Square, ai quali lo staff di DeepMind ha pensato in prima persona ad aspetto, arredamento e accoglienza. Ma Google a breve darà spazio anche ad un’ampia area dedicata alla corsa e al jogging così come predisporrà una sala per massaggi.
DeepMind si è conquistato le prime pagine dei giornali e dei portali grazie all’algoritmo di auto apprendimento che è in grado di gestire giochi dei computer e giochi da tavola, prevedere i consumi energetici dei data center e individuare alcuni tipi di patologie oncologiche.
La società di Hassabi – alla quale lui collabora alacremente, in particolare nella stesura di documenti accademici – ha un organico di più di 250 dipendenti e si distingue nell’ambito della ricerca e delle applicazioni.

Demis Hassabis


Google DeepMind: ecco le due grandi aree di innovazione - Ultima modifica: 2016-11-14T08:07:06+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Arduino

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!