Libra, come funziona la criptovaluta di Facebook

Come funziona Libra, la criptovaluta lanciata da Facebook insieme a molte altre società tecnologiche, è diversa dai Bitcoin.

Libra è la nuova criprtovaluta di Facebook appena annunciata, cerchiamo di scoprire come funziona Libra e per quali utilizzi Facebook spera possa essere utile ancora disponibile.

Facebook e un consorzio di 27 partner hanno presentato Libra, una nuova criptovaluta. L’obiettivo? Creare una nuova moneta globale e la base per un nuovo universo di servizi finanziari.

È una visione grandiosa, ma cosa succederà esattamente e che cosa sarai in grado di fare con Libra? Ecco le cose base da sapere.

Libra Come funziona

Libra: Come funziona la nuova criptovaluta di Facebook

Libra cos’è?

Libra è una criptovaluta creata da Facebook che è destinata ad essere inviata istantaneamente e quasi senza commissioni in qualsiasi parte del mondo.

È costruita sugli stessi principi di Bitcoin, ma l’obiettivo è che Libra, a differenza dei Bitcoin, abbia un valore stabile, supportato da un paniere di valute internazionali, come il dollaro, l’euro e lo yen.

Un team di Facebook ha creato il progetto Libra e l’azienda ha poi messo insieme diversi partner, tra cui molte altre grandi aziende tecnologiche, per aiutare a supervisionare un’organizzazione no-profit svizzera responsabile della creazione finale di Libra e della messa in atto del sistema.

Quando si potrà usare Libra?

Facebook e i suoi partner vogliono rendere disponibili al pubblico le prime monete Libra nel 2020, ma diversi ostacoli potrebbero fermarne o ritardarne l’uscita. L’associazione svizzera che governa Libra, la nuova criptovaluta di Facebook, dovrà prima concordare sul progetto definitivo della, quindi l’associazione dovrà trovare banche disposte a detenere il denaro che sosterrà la valuta. I regolatori finanziari, molti dei quali hanno esitato sulle criptovalute, dovranno firmare il progetto.

Libra, come funziona

Libra è impostata in modo che qualsiasi azienda, non solo Facebook, sarà in grado di accettare la moneta e costruire portafogli che consentiranno alle persone di conservarla e di spenderla. Questo meccanismo è simile a quello ti tante altre aziende che hanno creato portafogli per lo scambio di Bitcoin.

Facebook ha dichiarato che intende offrire Libra a quasi tutti i 2,7 miliardi di utenti che ora utilizzano i servizi Facebook Messenger e WhatsApp. Spera anche di che Libra venga utilizzata per i pagamenti della le pubblicità sul proprio social network.

Facebook ha creato una filiale, Calibra, che avrà la responsabilità di rendere Libra disponibile ai suoi utenti. Calibra intende costruire altri servizi oltre a Libra, compresi, eventualmente, servizi finanziari come il prestito e gli investimenti. Insomma, Facebook diventa praticamente una banca che offre servizi finanziari completi, solo che userà come moneta questa nuova criptovaluta. Libra non ha, forse, aspirazioni speculative, punta sulla stabilità, punta ad essere utilizzata per i pagamenti non ad essere accumulata per guadagna.

Facebook spera che i suoi partner, come Uber e Spotify, accetteranno anche Libra come forma di pagamento per i trasporti e gli abbonamenti online, come fanno oggi con PayPal.

Come funzionerà Libra?

Ogni volta che qualcuno comprerà un’unità di criptovaluta Libra, quei soldi saranno depositati su un conto dove rimarranno intatti, in modo che il valore di ogni dollaro o euro in Libra sarà sostenuto da un dollaro o da un euro in banca, secondo i documenti di Libra.
Questo è importante perché le disponibilità bancarie di Libra genereranno interessi che possono essere utilizzati per rimborsare gli investitori iniziali della criptovaluta.
Questa struttura significherà che un numero infinito di Libra può essere generato, al contrario di quello che accade con i Bitcoin, che hanno un limite, potranno essere al massimo 21 milioni. La creazione di una nuova unità Libra non richiederà nulla di simile al processo di mining dei Bitcoin, che ha consumato enormi quantità di elettricità e reso i Bitcoin oggetto di critiche da parte degli ambientalisti.

Facebook e altre aziende che hanno creato i portafogli Libra possono incoraggiare i nuovi clienti dando loro un piccolo numero di monete Libra per iniziare a usarla. Si potrà anche acquistare Libra trasferendo denaro da un conto bancario o da una carta di debito. Il costo di una singola Libra sarà determinato dal valore del paniere delle valute globali che sostiene Libra, che fluttuerà leggermente nel tempo in base al valore delle valute sottostanti.

Se Libra funzionerà come previsto, una volta che i clienti avranno unità di criptovaluta Libra, saranno in grado di inviarli a qualsiasi altra azienda o persona con un portafoglio Libra, in qualsiasi parte del mondo.

Se vorrai poi trasformare le Libra in euri o in altre valute tradizionali, il portafoglio di Facebook, Calibra, effettuerà la conversione alla tariffa corrente, in base al valore corrente delle valute sottostanti, e trasferirà il denaro su un’altra banca o su un conto finanziario online come PayPal.

Come si può avere Libra?

I clienti di Facebook saranno in grado di creare un portafoglio Libra verificando le loro identità online con un documento ufficiale.

Altre aziende che collaborano per il progetto Libra potranno creare i propri portafogli e verificare i propri clienti. Solo le aziende approvate dall’associazione svizzera Libra potranno trasferire denaro dentro e fuori dal sistema.

Facebook spera di rendere inizialmente questo processo aperto alle persone quasi ovunque nel mondo, ma la cosa sarà probabilmente limitata in molti dei luoghi in cui il social network è soggetto a limitazioni, come la Cina e l’Iran.

 


Libra, come funziona la criptovaluta di Facebook - Ultima modifica: 2019-06-19T12:30:00+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!