Kazuo Hirai, il nuovo Ceo di Sony, è stato chiaro. Il gigante giapponese deve tagliare 10.000 posti di lavoro entro l’anno fiscale 2012 (che significa marzo 2013).
L’ultimo annuncio riguarda 2.840 persone : 840 sono quelle attualmente impiegate nello stabilimento di Minokamo, in Giappone, che verrà chiuso a Marzo e le cui attività riguardanti il mercato delle macchine fotografiche verranno assorbite da un’altra sede (quella di Kohda). Per i restanti 2.000 lavoratori si tratta di un programma di pensionamento anticipato.
Nei mesi scorsi altri 1.000 posti di lavoro erano stati tagliati con il trasferimento di Sony Mobile (telefonia mobile) dalla Svezia alla sede centrale in Giappone.
L’obiettivo di Hirai, per risanare la compagnia, è quello di ridurre del 20% i dipendenti Sony entro marzo 2013. Bisognerà quindi aspettarsi altri annunci.

Sony taglia 2.800 posti di lavoro ultima modifica: 2012-10-23T07:31:47+00:00 da Francesco Marino

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!