Il mercato IT esce finalmente dalla crisi e cresce nel 2016 del +3,1%, trascinato dagli investimenti connessi con la Trasformazione Digitale. Questo è il primo e incoraggiante segnale che esce dall’ Assintel Report + che offre uno spaccato sul mercato e sui trend della domanda.

La combinazione tra effetti recessivi nell’IT esistente e investimenti in innovazione produce un risultato positivo per il 2016: la spesa IT complessiva nel mercato italiano, rispetto all’anno scorso, si attesta a fine 2016 a 25.474 milioni di euro.

Anche se l’economia italiana rimane ancorata a una situazione di stagnazione non risolvibile in tempi brevi e, sebbene sembri aggravarsi il rischio-Paese connesso alla fragilità del sistema bancario e a fattori come Brexit, così come al permanere di embarghi verso alcuni mercati di sbocco delle nostre imprese, sia i consumi sia gli investimenti stanno lentamente riposizionandosi in terreno positivo. Da due anni questa inversione di tendenza attiene anche all’IT e sono almeno due i fattori che la determinano: la ripresa, sia pure molto timida della spesa consumer, conseguenza diretta del diffondersi di un digital lifestyle anche nel nostro Paese, e l’impatto che i Digital Enabler hanno sui processi di digitalizzazione delle imprese, direttamente connessi alla Trasformazione Digitale.

Assintel Report, la nuova ricerca sul mercato IT dell’Associazione nazionale delle Imprese Ict e Digitali ideata e realizzata da Nextvalue, quest’anno ha ampliato il suo panel di ricerca, grazie a ben 1.000 a Chief Information Officer e Responsabili di Information Technology. Essi dichiarano di essere impegnati in una roadmap di Trasformazione Digitale destinata a creare valore per il business, attraverso i Digital Enabler, ovvero le iniziative di Cloud Computing, Mobile Enterprise, Cybersecurity, Big Data e Advanced Analytics, IoT, Software Defined Datacenter e Customer Journey; gli Innovation Accelerator, ovvero i progetti di Robotics, Additive Manufacturing e 3D Printing, Augmented Reality, Gamification e Blockchain; i Servizi IT-enabled, come System Availability, Resilience e Legacy Modernization.

Nel 2016, alcune priorità dell’IT rimangono invariate rispetto al 2015 – agilità (50%), semplificazione e standardizzazione (49%), allineamento dell’IT al Business (45%) – ma crescono, nella prospettiva 2017, gli elementi legati all’innovazione strategica dell’impresa attraverso l’uso della tecnologia. Tra i progetti prioritari dal panel di ricerca troviamo Customer Journey (36%), Big Data e Advanced Analytics (31%), Cloud Computing (26%), Mobile Enterprsie (26%) e Internet of Things (24%). Su quest’ultima, la nota è molto positiva: all’interno dei primi sei progetti di innovazione entra a pieno titolo l’Internet of Things, a conferma della graduale ascesa dell’IoT e dell’Industria 4.0, nell’ambito di progetti pilota in differenti funzioni aziendali.

Dopo 10 anni di successi, l’Assintel Report cambia format e diventa la piattaforma digitale dell’IT in Italia con il nuovo acronimo Assintel Report +, disponibile su web, app e in versione cartacea o pdf downloadable.

Assintel Report AR+_Piattaforma_web e app

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!